stefanken-votailprof
stefanken-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Ciao a Tutti,

come va? Vi godete le vacanze? Spero di si!
Vorrei aprire un piccolo dibattito, se mi è concesso, perché ho bisogno di capire.
In questi anni mi è capitato di tenere alcuni corsi per le facoltà di scienze e di farmacia. Sia per il corso di laurea in informatica, che per scienze biologiche che per CTF sembra che gli studenti siano proprio nei pasticci: agli esami più della metà degli studenti non meriterebbe di passare la materia.
Durante le lezioni non faccio che domandare se tutto è chiaro, ho sempre dato la mia disponibilità a rispiegare e rispiegare gli argomenti più ostici (..sebbene non credo che ci siano argomenti ostici nelle materie da me insegnate...), ho sempre detto ai miei studenti "ragazzi, se avete qualche dubbio chiedetemelo adesso, non all'esame"... eppure a lezione mai una mano alzata. A ricevimento non è mai venuto nessuno. Tutti sembrano essere preparati a bomba... fino all'esame. Non credo di essere particolarmente esigente, ho anche attuato la tecnica di specificare alla fine di ogni lezione quali potrebbero essere le possibili domande d'esame relative all'argomento, fornendo anche le risposte. Insomma basterebbe proprio poco per fare un ottimo esame ed avere un 30 e lode sul libretto. L'unica cosa che mi interessa è che tutti abbiano il proprio trenta e lode sul libretto. Vi assicuro che non mi sento affatto superiore allo studente, non mi sento di avere nessun coltello dalla parte del manico, non mi sento affatto stimolato a fregare nessuno. Sono solo desideroso di elargire trenta e lode. Eppure, non so per quale strana ragione, è sempre più difficile per me fare girare le cose a favore dello studente, coprire le castronerie, sorvolare sulle scene mute. Alla fine viene fuori sempre un bel votone, ma non capisco perché ci si deve ridurre così. In questi anni mi sono impegnato da morire nel semplificare i programmi, snellirli, mi sono fatto certe litigate coi colleghi perché nel fare questo ho anche esagerato un po'. Ho cercato di fare centinaia di esempi per spiegare un singolo concetto banale, ho cercato metodi alternativi di fare didattica, mi sono reso disponibile al 100%. Ma che succede agli studenti? Ho cercato di capire quale fosse il problema. Qualcuno mi ha detto che con i nuovi piani di studio ci sono troppe materie da studiare, quindi qualcuna non viene proprio studiata. Visto che con me l'esame si passa di sicuro è facile immaginare quale materia verrà tralasciata... ma io mi chiedo è possibile una cosa del genere? Quando ero uno studente se non riuscivo a dare tutte le materie di un semestre, ne davo una in meno. Insomma, ognuno di noi deve fare quello che è in grado di fare. Non credo sia una giustificazione, l'avere tante materie, per decidere arbitrariamente di ignorarne qualcuna. Ragazzi, a questo punto aiutatemi voi, ditemi cosa devo fare per avere una classe che prenda 30 all'esame. I suggerimenti sono graditi. E scusate lo sfogo....
crazy82-votailprof
crazy82-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Ciao!
Ho letto ciò che hai scritto e lo trovo molto interessante. Certamente, in base alla tue affermazioni non posso che darti ragione, ma essendo anche io studente mi trovo per molti aspetti solidale con i colleghi universitari del nuovo ordinamento. Nel corso di laurea in cui sono iscritta (Scienze Ecologiche ed Educazione Ambientale - classe 27) ci sono circa 40 materie, da dare teoricamente in 3 anni. Per me e per i miei colleghi, che abbiamo sperimentato e subito fin dal primo anno (cioè dal 2001-02) l'attuazione del nuovo ordinamento, non è stata - e continua a non essere - vita facile! Pensa che i primi laureati di questo corso hanno impiegato 5 anni per concludere la triennale. Assurdo! E ancora qualcuno - come me - non ha finito nemmeno la triennale. Spesso mi fermo a pensare, e mi chiedo se forse non fosse stato meglio per me scegliere un'altra facoltà o un altro corso di laurea in cui ci sono meno materie, oppure, se invece di impegnarmi al massimo nello studio di tutte le materie non avessi fatto meglio ad accontentarmi di qualsiasi voto. Perchè, come sostiene qualcuno (compresi "alcuni" colleghi e professori), l'importante è laurearsi il più presto possibile! Io penso che molti studenti spesso siano "costretti" ad agire in un certo modo per vari motivi:
1) riuscire a laurearsi entro i 3 anni (si spera);
2) riuscire a dare il maggior numero di materie entro l'anno accademico per poter concorrere all'attribuzione della borsa di studio, del rimborso spese viaggio, ecc.;
3) non ripetere lo stesso anno per non pagare tasse in più.
Potrei continuare ancora, ma penso e spero di aver reso l'idea. Io e molti colleghi, con cui spesso mi sono confrontata su questo stesso argomento, spesso dobbiamo rendere conto pure ai nostri genitori che ci mantengono agli studi anche a costo di duri sacrifici, pertanto questo stile di vita non può perpetuarsi per tutti all'infinito. E' pur vero che spesso ci sono degli studenti che si presentano agli esami "all'avventura". Cosa che io non ho mai voluto sperimentare in tutta la mia carriera scolastica ed universitaria. Già mi sento in ansia quando sono preparata a bomba, figuriamoci se lo fossi solo in parte o per niente.
So che da quest'anno partirà un nuovo ordinamento universitario valido per gli iscritti al primo anno di ogni corso triennale. Spero che non sia una tragedia come lo è stato l'altro ordinamento. Io non vedo l'ora di finire, ormai sono al capolinea! Dopo ho intenzione di continuare con la specialistica oppure con un master, ma non so ancora se rimanere a Catania oppure scappare fuori...dall'Italia. Dopo questa esperienza credo che non ci sia più niente e nessuno che mi potrà fermare. Almeno me lo auguro! Intanto mi sento un pò come un soldato che rientra in patria dopo una spedizione a Bagdad.
valevill-votailprof
valevill-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
potrei parlare all'infinito.....
so solo che c'è un mondo perso..... secondo me è tutta colpa dell'obbligo di frequenza imposto in tutte le materie... che ci impone di passare tutto il giorno all'università togliendoci le forze per poi ricopiare o almeno ricontrollare tutti gli appunti....di quelle 2 o 3 materie seguite in un sol giorno X 5 giorni alla settimana.....
SI DOVREBBERO SEGUIRE MENO MATERIE X SEMESTRE...
Non tutti i prof. hanno ridotto i programmi! sono solo RIDOTTE LE ORE DESTINATE ALLE SINGOLE LEZIONI e AUMENTATE le materie da seguire in un periodo.
ED ECCO IL CAOS....
CAOS CAOS. CI TOCCA STIDIARE I RIASSUNTI DEI RIASSUNTI...(materie che prima si facevano in 3 mesi...noi facciamo in 1!!!).
A MIO PARERE RIDURRE I PROGRAMMI NON SERVE..... ANZI SE IL PROGRAMMA è MOLTO VASTO SI POSSONO CAPIRE MEGLIO GLI ARGOMENTI.....(MA CI VOGLIONO 3 MESI DI STUDIO).................. E QUESTO VIEN DIFFICILE FATTO X 40 MATERIE.... ERA MEGLIO 15 MATERIE DEL VECCHIO VECCHISSIMO ORDINAMENTO.......... QUANDO TI TOGLIEVI 1 MATERIA A PERIODO E SAPEVI VERAMENTE ''MANEGGIARE'' GLI ARGOMENTI DI QUEL PROGRAMMA!!!!
ora?????
ORA..... ORA...? ora: il mio consiglio: STUDIA... E POI TIENI BENE GLI APPUNTI....IL GIORNO PRIMA DI UN TUO COLLOQUIO DI LAVORO TI SERVIRANNO X RIPASSARE.....
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 208 Punti

Comm. Leader
Registrati via email