temez-votailprof
temez-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Salve,
oggi il giorno dopo natale mi sento in vena di dare consigli utilissimi per il superamento senza particolari problemi dello scritto di Analisi I del bravissimo :bugia: professore Fiorito fhjsak (scusate il naso ha beccato la tastiera :mad:)
Per intenderci colui che fa sempre battute sull'insieme vuoto, sul raggio delta che tende ad infinito, e sui ragazzi intelligenti, e su un certo "Gauss".
Spero per voi e per me non venga mai a conoscenza di questo topic.:D
Spero anche che dopo questo topic le statistiche sugli ammessi aumenteranno drasticamente, dando un colpo al prof convinto che i suoi scritti li possano superare solo gli studenti intelliggenti che sicuramente per lui non siamo noi!! :mazza:.
Io penso invece che non riusciamo a superare i suoi scritti perchè non spiega come affrontarli (cioè non si comporta veramente da docente).
Consigli generali:
1) :nonono: Andare a cercare spiegazioni da lui è una perdita di tempo, vi dice subito che dovete studiare, ("grazie!! non lo sapevo" :confused:), se avete veramente bisogno andate dai proff. Zappalà, Giuffrida, Zamboni o Di Fazio, per esperienza persone veramente squisite :sisi:;
2) Quando lui dice quelcosa durante il compito, cosa molto rara, tipo:"ragazzi la derivata prima nello studio di funzione, non la studiate perchè è difficile, ma deducete come è fatta dalla seconda!!", voi scrivete tutto quello che ha detto, perchè senò tutto questo vi si rivolterà contro :otot:, quando andrete nel suo studio a correggere il compito il quale non trovando la derivata prima studiata, vi rimanda a studiare per il prossimo appello.
3) state attenti all'ordine secodo fiorito: "se studiate per x maggiore di zero e poi per x minore di zero e tirate le conclusioni, specificando per quale dominio le state dando, è sbagliato. Dovete scrivere le conclusioni nel mezzo", cosa a mio parere incomprensibile ma del resto come la materia ("battutaccia";).
4) Il libro è indispensabile allo scritto, quindi portatevelo.

Ora entriamo nei dettagli del compito:
come ben sapete lo scritto è diviso in 4 parti:
1) Studio di funzione;
2) Integrale;
3) Serie normale o ricorsiva;
4) Equazione differenziale o problema di Cauchy;

anche se solitamente nei primi due appelli fa delle modifiche aggiungendo esercizi diciamo risolvibili conoscendo un pò di teoria. Con un pò di teoria intendo solo l'enunciato del primo teorema di "Waistrass", QUESTO E' UN AIUTONE che serve per quasi tutti gli esercizi teorici che mette. Il quasi di prima è superfluo.
1) Studio di funzione:
I primi due appelli mette una funzione integrale, che tengo a sottolineare non ha spiegato, quindi tocca a noi andarcela a studiare (cercate su internet come fare, non sono difficili ma ritrovarsela nello scritto senza averci avuto mai a che fare è cosa dura), nei successivi appelli mette una funzione normale, cioè con un paio di valori assoluti.
2) L'integrale:
Gli integrali diciamo sono sempre gli stessi, quelli che mette lui sono sempre sul libro gia risolti, la maggior parte delle volte sono quelli nel paragrafetto che ha fatto saltare.

To be continued...
temez-votailprof
temez-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
3) Serie:
Qui diciamo che il problema sta nel trovare il metedo per verificare la convergenza o meno.
Su questo vi do un teoremino formulato da me medesimo:
Sia data una serie del compito di fiorito, non proverente mai la convergenza della serie data con i criteri del rapporto e radice:muro:. Se avete culo raabe funziona, ma a volte è piuttosto lungo da verificare.
Dimostrazione:
I criteri non funzionano perchè le serie che mette in Analisi I sono le stesse dell'analisi II, come scoprirete al secondo semestre se funzionasse il criterio del rapporto sulla serie data e quindi desse un valore diverso da 1, la risoluzione dell'esercizio per quelli di analisi II sarebbe banalissima.
Solitamente si risolvono con un po di esperienza, confrontando la serie data con la serie armonica generalizzata n=1,2,3, oppure utilizzando il teorema del rapporto che è più potente del suo corollario.
Un altra tecnica è: dato che il termine generale della serie tende a zero, appunto perchè altrimenti non sarebbe soddisfatta la condizione necessaria di convergenza, si puo provare a derivarlo e verificare che facendo il limite a + inf qualcosa se ne va da sola e cosa dovete aggiungere al denomintore per farlo risulatare uguale a 1, come avete penso capito sarebbe un criterio del confronto taroccato con de l'hopital, ovviamente poi integrate il denominatore e verificate che le ipotesi di de l'hopital siano verificate, non ripetere il raggionamento scrivendo come ho fatto io che utilizzate De L'Hopital senza aver prima confrontato la serie con qualcosa, fate finta che vi è arrivata un'illuminazione dal cielo :angel:.
Se dovesse uscire la serie ricorsiva le cose si complicano un po', anche se a mio parere con un po' di esperienza anche quelle sono semplici, consigli su questo tipo non ve ne so dare, bisognerebbe guardare gli esercizi caso per caso.
4) Ultimo equazione differenziale:
Questa è solitamente banale, basta un pò di esercizio.
Se non c'è l'equazione differenziale c'è l'odiato problema di Cauchy:muro::
odiato perchè lungo da risolvere soprattutto quando sono presenti seni e coseni.
Ma togliendo i calcoli anch'esso è banale basta un po' di esercizio.
Solitamente però i primi appelli mette da dimostrare qualcosa senza ovviamente risolvere il problema stesso. Cioè ad esempio trovare se la funzione è pari, o se è maggiore di zero per x maggiore di zero, etc. anche esso è banale, ma come mi rendo conto per uno studente alle prime armi che non ha mai visto una volta come si dimostra una cosa del genere diventa difficile :muro:.
Come si trattono questi problemi:
Solitamente bisogna studiare il segno della derivata più alta partendo dall'equazione differenziale del problema.
Es. se avete una derivata 3 uguale alla somma di un valore assoluto di qualcosa e un esponenziale, questa sarà allora sempre positiva, da questo segue che la derivata seconda è sempre crescente e passante per un punto che vi da il problema di Cauchy (y''(0)=0) , dato che passa per zero la funzione (y) è crescente per le x maggiore di zero e decrescente per le x minori di zero, e passante per zero dove ha un minimo (non dimenticate mai di specificare se la funzione anche se derivata ha un minimo), e si continua così.

Spero di esservi stato di aiuto. :re:
Per l'orale c'è qualcosa di bello, ma di questo è meglio non parlarne pubblicamente, ci potrebbero essere fioritini in ascolto ;).

Per qualsiasi cosa contattatemi: mail_placeholder
BUONO STUDIO.
:quoto::caffe:
lucaz-votailprof
lucaz-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
e per la pompei che mi sai dire? :D
temez-votailprof
temez-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Mi sa che sei stato piuttosto fortunato...:sisi:
Se hai la Pompei non c'è bisogno di sapere nulla... :D
tranquillo non è impossibile, anche se, per quello che ho sentito, mette i voti un po a caxxo:cartellinorosso:, quindi fregatene (ma almeno li mette :rolleyes:).
Ho visto mettere 22 a persone che meritavano 30 e 30 a persone che con Fiorito neanche si sarebbero potute presentare :sisi: (a lezione!!! ihih).

Ciao e buono studio.
enzo89-votailprof
enzo89-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
m servirebbe 1 aiutino sulla funzione integrale..in generale qnd ho 1 funzione integrale, qual è il procedimento ke dv segurie x arrivare al risultato??...grz....
guzza28-votailprof
guzza28-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
wow da quello che dici tu c'è da stare + che agitati ahahahhahahahahhahaha....io lo ascolto da 3 mesi e capisco ben poco infatti seguo anche di fazio che sicuramente nelle spiegazioni è piu bravo
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Il_aria

Il_aria Blogger 2 Punti

VIP
Registrati via email