vattelapesca-votailprof
vattelapesca-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Ciao a tutti

in vista dell'esame di storia dell'architettura II mi piacerebbe confrontarmi con qualcuno...
Per esempio... il Guggenheim Museum di F. L. Wright è stato concepito con pareti esterne inclinate per riprodurre il punto di vista del pittore mentre dipinge su cavalletto, assecondando così il modo naturale della mano nell'atto del segno.
Concetto importantissimo, la parete si adatta al quadro, e non viceversa.
Se ne deduce che l'architettura, cioè il vuoto che circonda i pieni, è inclinato.
Poeticamente si potrebbe dire che l'architettura si piega all'arte pittorica, la serve in ginocchio....
... eppure ...
Eppure si possono notare all'interno del museo delle pareti perfettamente verticali il cui senso e ragion d'esistere sembra essere per motivi strutturali (sorreggono la pavimentazione elicoidale) e percettivi (separano lo spazio e riducono la percezione visiva).
Dunque dovrebbero funzionare come tali, giusto?
Invece no!
Il direttore del museo, per motivi di spazio, ha apppeso nelle suddette pareti verticalissime tanti bei quadri.
Se vi trovaste a passeggiar per caso al Guggenheim a New York potreste aver l'impressione che il quadro dritto sia "normale", e quello piegato sia "anormale"...
SBAGLIATO!!!
Il direttore del museo ha mortificato la ragion d'esistere architettonica di quel museo per mere ragioni loggistiche.

Posso aver torto, non lo escludo mai, ma mi farebbe piacere se qualcuno mi facesse notare in cosa ho torto.

Saluti a tutti, comunque la pensiate
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 208 Punti

Comm. Leader
nRT

nRT Moderatore 2787 Punti

VIP
Registrati via email