• Catania / Giurisprudenza / Giurisprudenza
  • Voi del vecchio ordinamento...

    popular post
sovversivo-votailprof
sovversivo-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
...che siete ancora BLOCCATI in questo schifo di facoltà...

...quali sono gli stimoli che ancora vi fanno andare avanti?!?!?

Forse la rassegnazione? Sapere che ormai si sono buttati nella pattumiera così tanti anni che ormai sarebbe inutile dedicarsi ad altro?!?!?
sterl-votailprof
sterl-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Cosa ci fa andare avanti?
La voglia di non darla vinta a chi ci tiene ancora qua.
LA voglia di uscire a testa alta, di non abbandonare i nostri obiettivi.
LA voglia e la consapevolezza di poter dire a tutti gli altri studenti di giurisprudenza d'Italia che noi sappiamo davvero cosa signifca studiare!
La tenacia di non abbattersi mai, di combattare
contro tutto e tutti.
Lasciare perdere, quella si che sarebbe una sconfitta.
sovversivo-votailprof
sovversivo-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Finalmente!

Dopo tutte le letture di questo post qualcuno ha risposto alla mia provocazione.

Ma al DOPO ci pensate?!?!?

Qual'è il futuro di un laureato trentenne in giurisprudenza?!?!?

Il classico concorso pubblico?!?!? Studiamo per andare a concludere la nostra vita dietro una scrivania facendo gli schiavi di uno sistema che ci tortura?!?!?
sterl-votailprof
sterl-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Il dopo??? Beh, se davvero sono serviti a qualcosa tutti questi anni passati sui libri...la preparazione, la tenacia, il non impaurirsi di fronte ad un ostacolo saranno ripagati..almeno credo.
Cioè, credo che si noterà la differenza tra chi ha studiato a Catania e chi ha avuto vita facile in un'altra università. PErchè sono sicuro che costoro si terrorizzeranno di fronte a programmi, studi e sacrifici, mentre noi ci siamo già in qualche modo abituati.
marcoius-votailprof
marcoius-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Io continuo ad andare avanti cercando di far tesoro di quello che imparo, nel mio piccolo cerco di dare un senso ai miei studi risolvendo piccole questioni tipo multe o questioni assicurative.
Per adesso sto usando questo come stimolo per continuare.
Per quel che riguarda il futuro, in primo luogo non penso di laurearmi a 30 anni spero di finire un bel po' prima, in ogni caso non penso che lo sbocco sia quello del concorso pubblico.
Ricorda la laurea in giurisprudenza apre un marea di sbocchi sia diretti (avvocato, magistrato,notaio, commissario,curatore fallimentare), che indiretti ( impreditore, consulente aziendale, consulente del lavoro).
Non penso sia cosi' male....va molto peggio ai laureati 30 enni in altre facolta' come filosofia o lettere che purtroppo molto spesso si ritrovano costretti a seguire l'unica strada dell'insegnamento (settore intasato gia' dagli anni 90. :?
debagghy-votailprof
debagghy-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Ma secondo te..dopo tanti anni di sacrifici dovremmo fermarci alle ultime 3-4 materie?
debagghy-votailprof
debagghy-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"Sovversivo":
...che siete ancora BLOCCATI in questo schifo di facoltà...

Inoltre..io non mi sento BLOCCATA, penso solo che sto continuando a perseguire un obiettivo e che devo finire un percorso.
Nessuno deve rinunciare a priori x colpa di un sistema che non funziona...anche il sistema sanitario non è eccellente ma non credo che x questo qualcuno (in corso d'opera) rinunci a curarsi!
mason-votailprof
mason-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"sterl":
Il dopo??? Beh, se davvero sono serviti a qualcosa tutti questi anni passati sui libri...la preparazione, la tenacia, il non impaurirsi di fronte ad un ostacolo saranno ripagati..almeno credo.
Cioè, credo che si noterà la differenza tra chi ha studiato a Catania e chi ha avuto vita facile in un'altra università. PErchè sono sicuro che costoro si terrorizzeranno di fronte a programmi, studi e sacrifici, mentre noi ci siamo già in qualche modo abituati.
Credi davvero che si noterà la differenza?Io non credo proprio.Se una differenza c'è,e c'è,questa è data solo dal fatto che con molta probabilità i laureati di altre università iniziano a lavorare e a guadagnare prima,tagliano fuori molti di coloro che finiscono i propri studi a trent'anni,me compreso.Poi voglio dire,non è che la nostra sia una facoltà che da tutta questa preparazione pratica,anzi,non ne da per niente,ragion per cui,in termini di preparazione,siamo esattamente uguali a tutti gli altri:milioni di nozioni studiate negli anni,spesso dimenticate,che non ci serviranno a nulla ( e che non ci sono servite a nulla, se non a prolungare inesorabilmente gli anni di studio:Che SPRECO DI TEMPO ),e tutto da imparare perchè nel concreto siamo niente! Ecco cosa ci da la nostra facoltà. Che bello!!
debagghy-votailprof
debagghy-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
mason purtroppo hai ragione.. :( e nemmeno con le riforme attuate si è risolto questo problema.. :muro:
mason-votailprof
mason-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Anzi,peggio!
sovversivo-votailprof
sovversivo-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"sterl":
Il dopo??? Beh, se davvero sono serviti a qualcosa tutti questi anni passati sui libri...la preparazione, la tenacia, il non impaurirsi di fronte ad un ostacolo saranno ripagati..almeno credo.
Cioè, credo che si noterà la differenza tra chi ha studiato a Catania e chi ha avuto vita facile in un'altra università. PErchè sono sicuro che costoro si terrorizzeranno di fronte a programmi, studi e sacrifici, mentre noi ci siamo già in qualche modo abituati.

Io non credo proprio che sia così... pensi veramente che buttare sangue dietro ad un Belfiore ti dia qualcosa in più rispetto a chi ha studiato Civile con "più tranquillità"? Non so, io non ho Belfiore, ma a quello che sento...

E poi, all'estero soffrono sicuramente meno per superare un esame. In spagna fanno i quiz a risposta multipla. Eppure non credo che i loro laureati siano ignoranti.
sovversivo-votailprof
sovversivo-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"marcoius":
Per quel che riguarda il futuro, in primo luogo non penso di laurearmi a 30 anni spero di finire un bel po' prima, in ogni caso non penso che lo sbocco sia quello del concorso pubblico.
Ricorda la laurea in giurisprudenza apre un marea di sbocchi sia diretti (avvocato, magistrato,notaio, commissario,curatore fallimentare), che indiretti ( impreditore, consulente aziendale, consulente del lavoro).
Non penso sia cosi' male....va molto peggio ai laureati 30 enni in altre facolta' come filosofia o lettere che purtroppo molto spesso si ritrovano costretti a seguire l'unica strada dell'insegnamento (settore intasato gia' dagli anni 90. :?

Tutti speriamo di laurearci prima e te lo auguro sinceramente.
Ma è un dato di fatto che non sempre va così!
Qualche giorno fa leggevo su "UniversInforma" delle statistiche sulla Facoltà di giurisprudenza di Catania. Le statistiche dicevano che solo l'1% degli studenti riesce a laurearsi negli anni regolari e che l'età media dei laurati è di 8,9 anni! Si parla di età media e, considerando quanti siamo gli iscritti, non sono pochi quelli che ci stanno molto di più.

Il laureato trentenne vuole fare l'avvocato?!?!?
Deve fare 2 anni di tirocinio e un concorso che sura 1 anno (se va bene a prima botta). Sono passati altri 3 anni. Poi, non so voi, ma non tutti hanno già uno studio bello e avviato dove andare a lavorare. Devi mettere su uno studio ed avviarlo... campa cavallo.

Il concorso in magistratura non è sicuramente facile e non ci sono tutte queste sedi disponibili. Non credo che nessuno possa basare il suo futuro su questo mestiere ed avere la certezza che lo realizzerà.

NOTARIATO?!?!? Pare non basti neanche la raccomandazione, bisogna pagare (e non spiccioli) per accedere a questa casta.

Ed i mestieri forensi classici se ne sono andati a farsi benedire. Certo, POSSONO aprirsi tante porte, ma non hai lo stimolo di un mestiere che vuoi fare e che sei sicuro potrai fare dopo la laurea.
sovversivo-votailprof
sovversivo-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"debagghy":

Inoltre..io non mi sento BLOCCATA, penso solo che sto continuando a perseguire un obiettivo e che devo finire un percorso.
Nessuno deve rinunciare a priori x colpa di un sistema che non funziona...anche il sistema sanitario non è eccellente ma non credo che x questo qualcuno (in corso d'opera) rinunci a curarsi!...

Sono troppo invadente se ti chiedo qual'è il tuo obiettivo?!?
marcoius-votailprof
marcoius-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"Sovversivo":
[quote="marcoius"]
Per quel che riguarda il futuro, in primo luogo non penso di laurearmi a 30 anni spero di finire un bel po' prima, in ogni caso non penso che lo sbocco sia quello del concorso pubblico.
Ricorda la laurea in giurisprudenza apre un marea di sbocchi sia diretti (avvocato, magistrato,notaio, commissario,curatore fallimentare), che indiretti ( impreditore, consulente aziendale, consulente del lavoro).
Non penso sia cosi' male....va molto peggio ai laureati 30 enni in altre facolta' come filosofia o lettere che purtroppo molto spesso si ritrovano costretti a seguire l'unica strada dell'insegnamento (settore intasato gia' dagli anni 90. :?

Tutti speriamo di laurearci prima e te lo auguro sinceramente.
Ma è un dato di fatto che non sempre va così!
Qualche giorno fa leggevo su "UniversInforma" delle statistiche sulla Facoltà di giurisprudenza di Catania. Le statistiche dicevano che solo l'1% degli studenti riesce a laurearsi negli anni regolari e che l'età media dei laurati è di 8,9 anni! Si parla di età media e, considerando quanti siamo gli iscritti, non sono pochi quelli che ci stanno molto di più.

Il laureato trentenne vuole fare l'avvocato?!?!?
Deve fare 2 anni di tirocinio e un concorso che sura 1 anno (se va bene a prima botta). Sono passati altri 3 anni. Poi, non so voi, ma non tutti hanno già uno studio bello e avviato dove andare a lavorare. Devi mettere su uno studio ed avviarlo... campa cavallo.

Il concorso in magistratura non è sicuramente facile e non ci sono tutte queste sedi disponibili. Non credo che nessuno possa basare il suo futuro su questo mestiere ed avere la certezza che lo realizzerà.

NOTARIATO?!?!? Pare non basti neanche la raccomandazione, bisogna pagare (e non spiccioli) per accedere a questa casta.

Ed i mestieri forensi classici se ne sono andati a farsi benedire. Certo, POSSONO aprirsi tante porte, ma non hai lo stimolo di un mestiere che vuoi fare e che sei sicuro potrai fare dopo la laurea.[/quote]


Conosco bene le statistiche di cui parli pero' forse dovresti guardare il problema in un ottica complessiva.
Tu dici che per diventare avvocato servono 2 anni di pratica+il concorso, e' vero, pero' non consideri un particolare importante, gia' dopo il primo anno di pratica si prende una semiabilitazione che ti permette di patrocinare le cause di piccolo conto, se non ricordo male questioni assicurative, multe e anche qualcosa di penale (mi riprometto di segnalare la legge di riferimento).
Con questo non voglio certo dire che navighiamo nell'oro, ma che forse stiamo messi meglio di tante altre categorie.

Lancio una provocazione, perche'non trattiamo il problema ben piu' spinoso degli ordini professionali?
forse discuterne sarebbe molto utile per capire da dove arrivano buona parte dei nostri problemi, forse ricordo male ma mi pare che nel resto d'europa nessun paese abbia una disciplina cosi' abberrante per l'accesso alle libere professioni. Forse sarebbe ora che anche a livello politico si dia spazio a quei partiti che hanno intenzione di fare qualcosa al riguardo.

Ditemi cosa ne pensate di questo aspetto.
battu-votailprof
battu-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Per quanto mi riguarda,io non mi sono mai arresa nel corso degli anni nè lo farò in futuro!!!Sia chiaro!!!Ho sacrificato tutto per questa benedetta laurea.Forse già avrei finito se non avessi incontrato ostacoli,se non mi fossero successe determinate cose nella vita.Finirò dopo la prossima estate.Lavoro fiduciosa alla mia tesi,studio anche se ormai sono stanca e non rendo più come prima ma niente,sottolineo niente,potrà far venire meno un obbiettivo e il desiderio di finire un percorso anche se a 27 anni!Mia nonna mi diceva sempre che per me non sarebbe mai dovuto valere il detto:Dove arrivo metto punto!Al dopo ci penso e le incertezze ci sono.Sono abituata ai sacrifici e alla fatica come chiunque sia uscito da questa facoltà.Volere è potere!In bocca al lupo a tutti quelli che la pensano come me! :wink:

Pagine: 123

Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 248 Punti

Comm. Leader
anny=)

anny=) Moderatore 30562 Punti

VIP
Registrati via email