piccola-votailprof
piccola-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
ciao a tutti...
sono tornata! e con un bel quesito per voi....

"Tizio e Caio stipulano verbalmente un contratto non rientrante in alcuno dei tipi contrattuali previsti e disciplinati dal legislatore. Potrebbe uno dei contraenti rifiutarsi di darvi esecuzione, assumendone la nullità per analogia con uno dei contratti per i quali è richiesta la forma scritta per la validità dell'atto?"

chi mi può aiutare?

grassie!
piccola-votailprof
piccola-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
:pianto: nessuno può aiutarmi?
lianda-votailprof
lianda-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Provo a risponderti in base a un paio di ricordi.
I tipi di contratti per cui è richiesta la forma scritta sono tipizzati dal legislatore in maniera tassativa,essendo una deroga al principio generale della libertà di forma nei contratti.Motivo per cui non si può richiedere l'applicazione analogica in casi che esulano da tale elenco.Tra l'altro parli di una forma atipica,per cui l'art.1323 prevede l'applicazione della disciplina generale dei contratti.
Spero di non essermi sbagliata,ciao.
kikylex-votailprof
kikylex-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Provo e sottolineo PROVO ad aggiungere che vigendo in materia la libertà di contrattare, possono anche convenire di stipularlo per iscritto. Per il resto concordo con lianda :wink: Spero di non aver detto qualche scemenza 8) 8)
marcoius-votailprof
marcoius-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Concordo con lianda, il codice civile stabilisce tassativamente i casi in cui un accordo richiede la forma scritta a pena di nullità.
Quindi di conseguenza non penso si possa invocare la nullità tramite analogia.
Naturalmente questo accordo non essendo fondato su pattuizioni definite potrà nei limiti del possibile essere integrato da altre norme (codice, leggi appositi riconoscimenti dottrinario-giurisprudenziali).
Concludo solo con una notazione, in presenza di un mero accordo verbale senza nessun tipo di documento che provi anche indirettamente l'accordo la parte che voglia tirarsi indietro potrà molto più semplicemente disconoscere l'esistenza dell'accordo...... a quel punto la controparte pur versando in buona fede avrà limitatissime speranze (visti i legacci in materia probatoria) di far riconoscere la sussistenza dell'accordo verbale ad un giudice giudice.
Quindi formalmente anche un contratto non tipizzato anche in forma non scritta trova accoglimento nel nostro ordinamento ma in concreto potrebbe non bastare per convincere un giudice sulla sua effettiva esistenza, quindi piu' che di nullità
si potrebbe parlare di inesistenza.

Spero di non aver detto delle fesserie :D
ciauz
lianda-votailprof
lianda-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Questo era un dubbio che mi faceva venire il sospetto di aver detto una cavolata e che forse per i contratti atipici,proprio a fini probatori,servisse la forma scritta;comunque,la risposta(teorica...ma tanto di teoria si parla,in concreto poi si pensa :lol: )per il caso in questione sarebbe la prova testimoni...spero. :wink:
'mmazza,ma non c'è nessuno che stia studiando diritto privato adesso?!
Tra uno SPERO e un MI AUGURO,evviva la certezza del diritto!!! 8)
marcoius-votailprof
marcoius-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"lianda":
Questo era un dubbio che mi faceva venire il sospetto di aver detto una cavolata e che forse per i contratti atipici,proprio a fini probatori,servisse la forma scritta;comunque,la risposta(teorica...ma tanto di teoria si parla,in concreto poi si pensa :lol: )per il caso in questione sarebbe la prova testimoni...spero. :wink:
'mmazza,ma non c'è nessuno che stia studiando diritto privato adesso?!
Tra uno SPERO e un MI AUGURO,evviva la certezza del diritto!!! 8)

Purtroppo non penso si possa usare la prova testimoniale.
C'e' una disposizione del codice civile che permette di provare tramite testimoni solo negozi per un valore non superiore alle 5 mila lire (sembra pazzesco ma e' cosi 8O ).
lianda-votailprof
lianda-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Ho controllato quello che hai detto(non me lo ricordavo,in effetti).Parli dell'art.2721,che al secondo comma dice che il giudice può ammettere la prova testimoni per un limite maggiore,in sostanza considerando il singolo caso.
Spero che questo"dibattito"sia servito e sia arrivato in tempo alla destinataria,ciauz a entrambi. :fiore:
xxxxx-votailprof
xxxxx-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Scusate se mi intrometto...

La forma scritta prevista per la validità del contratto (ad substantiam) è menzionata per alcuni contratti dalla legge, ma è anche vero che l'art.1352 (nonchè l'art.1326 4° comma) prevede che le parti possano pattuire una forma vincolata per la conclusione di un contratto (cosiddetta forma volontaria).
Quindi credo che al di fuori di queste possibilità le parti non possano agire!
In questo senso non sono daccordo con l'affermazione: "il codice civile stabilisce tassativamente i casi in cui un accordo richiede la forma scritta a pena di nullità".

Da un bel po' ho dato dir civile-contratto, quindi potrei ricordare male...se è così scusatemi!

Ciao! :roll:
lianda-votailprof
lianda-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Credo che quello che stiamo dicendo ultimamente però stia uscendo fuori dall'esempio fatto da piccola,perchè nell'esempio diceva che le parti lo hanno concluso verbalmente e alla forma scritta ad substantiam si dovrebbe arrivare per analogia.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email