• Storia
  • fast food nella storiA

    closed post
palomapasquini
palomapasquini - Ominide - 41 Punti
Salva
FAST FOOD NELLA STORIA QUALE COLLEGAMENTO POSSO FARE????????????????????????
Sara.96
Sara.96 - Sapiens - 368 Punti
Salva
Storia
Alcuni fanno iniziare la storia moderna dei fast food in America il 7 Luglio 1912, con l’apertura di un fast food chiamato The Automat a New York. The Automat era una caffetteria nella quale il cibo veniva preparato dietro piccole vetrate ed erogato pagando con le monete. Joseph Horn e Frank Hardart avevano già aperto il primo Horn & Hardart Automat a Filadelfia nel 1902, ma il loro “Automat” a Broadway e nella 13° Strada, a New York City, fece molto scalpore. Numerosi ristoranti Automat furono aperti in tutto il paese per far fronte alla domanda. Gli Automat rimasero molto popolari per tutti gli anni ’20 e ’30. La compagnia rese popolare anche l’idea di “cibo da asporto”, con il loro slogan “Less work for Mother” (Meno lavoro per la Mamma). Il secondo fast-food aperto a Wichita, Kansas nel 1921 è attribuito alla compagnia Americana White Castle. Vendeva hamburger per cinque cent e stimolò da subito la nascita di numerosi concorrenti. L’argomento è controverso, poiché la maggior parte degli storici e i libri delle scuole superiori dichiarano che A&W è stato il primo fast food, aperto nel 1919 (E. Tavares).

II ristorante hamburger, concetto che molti associano con il termine “fast food”, è stato creato da due fratelli originari di Nashua, New Hampshire. Richard (Dick) e Maurice (Mac) McDonald hanno aperto un drive-in barbecue nel 1940 nella città di San Bernardino, California. Dopo aver realizzato che la maggior parte dei loro profitti proveniva dagli hamburger, i due fratelli chiusero il ristorante per tre mesi e riaprirono nel 1948 un locale dove si ordinava stando in piedi, che offriva un menù semplice costituito da hamburger, patatine fritte, frullati, caffè e Coca-Cola, serviti in involucri usa e getta. Come risultato, furono in grado di cucinare molti più hamburger e patatine in maniera continua, senza aspettare gli ordini dei clienti, in modo da poterli servire immediatamente; un hamburger costava 15 cent, circa la metà rispetto a un normale ristorante. Il loro moderno metodo di produzione, che chiamarono lo “Speedee Service System” fu influenzato dalle innovazioni di Henry Ford nelle linee di produzione.

Nel 1954, l’esercizio dei fratelli McDonald era il maggior acquirente di macchine milkshake della ditta Prince Castle. Il venditore della Prince Castle, Ray Kroc, andò in California per scoprire come mai la compagnia aveva comprato almeno una dozzina di unità, invece delle una o due che si trovavano normalmente nella maggior parte dei ristoranti a quel tempo. Intrigato dall’idea dei McDonald, Kroc firmò un accordo franchising con i due fratelli e iniziò ad aprire ristoranti McDonald’s nell’Illinois. Nel 1961, Kroc aveva comprato la quota dei fratelli e creato quella che oggi è la moderna McDonald’s Corporation. Uno degli aspetti principali del suo piano era far conoscere la pulizia dei suoi ristoranti ai sempre più Americani che stavano prendendo consapevolezza dei problemi legati alla sicurezza del cibo. Kroc spesso contribuiva lui stesso alla pulizia del suo Des Plaines, Illinois, lavando i contenitori dell’immondizia con il tubo per innaffiare e grattando via la gomma da masticare dal cemento. Un’altra idea aggiunta da Kroc furono i grandi pannelli di vetro che permettevano al cliente di vedere la preparazione del cibo, una pratica ancora in uso in catene come Krispy Kreme. Un’atmosfera pulita era solo parte del grande piano di Kroc che distingueva i ristoranti McDonald’s dagli altri concorrenti e contribuì al loro grande successo. Kroc voleva rendere i suoi ristoranti attraenti alle famiglie dei sobborghi.

Nello stesso periodo in cui Kroc stava ideando quelli che sarebbero diventati i McDonald’s, due uomini d’affari di Miami, Florida, James McLamore e David Edgerton, fondarono un piccolo locale che vendeva cibo da asporto nella parte nord della loro città natale, e lo chiamarono Insta Burger King. Ispirati da una visita al ristorante McDonald’s di San Bernardino, arrivarono alle stesse conclusioni di Kroc. Usarono lo stesso concetto di linea di assemblaggio, ma usarono un’unità di cucina automatica inventata da McLamore. Un anno dopo il nome perse l’”Insta” e divenne semplicemente Burger King.
Anche se i fast food in genere hanno una zona nella quale i clienti possono sedere e consumare il cibo che hanno ordinato, sono nati come ristoranti da asporto, e un servizio al tavolo tradizionale è raro. Gli ordini si accettano e vengono pagati a un grande bancone, al quale il cliente aspetta il vassoio o il contenitore con il suo cibo. Un servizio “drive-through” permette ai clienti di ordinare e ritirare il cibo dalla propria macchina.

Quasi dall’inizio, il cibo dei fast food è stato pensato come cibo da mangiare velocemente, spesso non richiede posate tradizionali e viene mangiato con le mani. Comunemente fanno parte dei menu dei fast food pesce e patatine, sandwich, hamburger, pollo fritto, patatine fritte, chicken nuggets, tacos, pizza e gelato, anche se molti fast food spesso offrono cibi più “lenti” come chili, purè e insalate. http://www.guidaacquisti.net/ristorazione/fast-food.html
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 208 Punti

Comm. Leader
Antonio-P

Antonio-P Blogger 1954 Punti

VIP
Registrati via email