TH3 CH3M1ST
TH3 CH3M1ST - Mito - 36503 Punti
Rispondi Cita Salva
allora, tenendo presente che quel mito del mio compagno di banco fa sermoni stratosferici voglio cercare un imitazione:asd

Non è aperto a vanvera questo thread, devo raccontare a voi seguaci della mia religione (ma dove??) dei fatti molto importanti, fatti molto molto personali che mi sono successi, roba da denuncia collettiva. Lo ammetto sono sempre stato carente di personalità, di idee (non politiche) non proprie, sono sempre stato nel silenzio, più di quanto sia credibile e ho sempre cambiato il mio modo di pensare e proprio il mio carattere, molte, troppe volte.
Per essere accettato ho dovuto leccare diverse decine di centinaia di sederi, tutto inutile, di male in peggio. Tutto ebbe inizio quando mi iscrissero in prima media, roba da pianto, porto le ferite addosso, naturalmente nascoste e , forse questo meno naturalmente, ancora fresche.

Ricordo quei bei vecchi tempi del sabato passato sul divano con il danone al cioccolato e il wrestling in tv senza nemmeno un pidocchioso amico. (Si parla come s'è detto:asd sempre delle medie)

Ma alla fine fa bene stare chiusi in sè stessi, io lo ammetto sono stato un idiota perchè da la dentro non ci uscivo mai, quindi passavo da un eccesso all' altro. Ricordo che una volta alle medie c'era un mio amico camionista (si fa per dire:asd) che non faceva altro che il petatruzzo houseato che ci provava con tutto e con tutti e con tutte e andava in discoteca sempre. Avevamo 11-12 anni, nulla di chè, ma io nemmeno sapevo cosa fosse un uscita, provarci, o questi termini che adesso sto imparando. Vabbè passa la prima media così nell' anonimato, ma in estate penso...Ma io voglio essere quello simpatico, al centro dell' attenzione (nulla di più errato), quello che adesso se leggete The Game di Neil Strauss si chiama il MAG (Maschio Alfa del Gruppo). Ma un fallito come me che non si era mai fatto una ragazza, che "puzzava come una puzzola" come diavolo può solo lontanamente pensare di sopravvivere??

Ma come avrei potuto fare questo ragionamento, mi sentivo perfetto, simpatico e bello da paura ed eccolo quà sotto la veste del simpaticone della classe, di quello che tutti vorrebbero essere, di quello che fa ridere e fa divertire le ragazze con lui. Nuova veste nuova reazione. Ma non tutti iniziarono subito a picchiarmi, mica sono tutte uguali le dita della mano, alcuni iniziarono prima di subito a martoriarmi per quei 2 anni (2a e 3a media).
ne uscii a pezzi ero moralmente morto.
Non so perchè ma mi iniziavano già da allora a chiamarmi per cognome, una cosa che non ho mai sopportato. Forse il tono con cui lo dicevano oppure i miei stessi connotati non mi piacevano, volevo essere un' altro, non Fabrizio Giaculli, il soggetto, il fintissimo simpatico e il verissimo deriso. Adesso non ero solo moralmente morto, ma anche identificatamente morto (il mio nome era morto peggio di me finendo in bocca a tutti e anteposto a parole che tutto erano eccetto complimenti). Volevo essere diverso, fui accontentato.

All' uscita da scuola di una fredda giornata di terza media, non c'era pioggia, tornavo solo soletto a casa con la mia oramai solita aria impaurita di chi spera di non vedere e/o sentire volti e voci già fin troppo sentiti.
Attaccarono in 3 alle spalle mi buttarono a terra, cadde il mio cappello con me, fu raccolto da uno dei trè e buttato nell' immondizia. Metaforicamente parlando quel cappello era la mia dignità. Mi rialzai tirai un calcio a colui che l' aveva buttato nell' immondizia (vendetta inutile) ma peggiorai solo le cose. Perchè? perchè si parò davanti la prof di mate. Mi disse che era disgustata del mio comportamento, ma avesse saputo che questi stupri andavano avanti da 2 anni non avrei avuto problemi. Il giorno dopo mi fece firmare la mia condanna promettendo davanti la classe di non farlo più. Se l' avessi rifatto dal preside. Bella l' autorità quando ti toglie le armi vero gente?? fino agli ultimi giorni di scuola l' inferno.

Ottimo. Ci fu un minimo di vendetta, naturalmente dissi tutto, tutto se non di più alla prof anche con l' aiuto dei mieie la classe la pagò quasi nella sua interezza. Giustizia fu fatta.

Nuova scuola nuova vita. Mi promisi di non pensare mai più di fare ciò che avevo fatto.
E infatti non lo rifeci:asd che maledetto gioco di parole.

Lustrai diverse decine di sederi con la lingua per non "morire di nuovo". Ma non mi hanno mai picchiato i miei compagni di classe, mi sono sentito solo inferiore a loro più di una volta. Citando Qualer: "in 4o ginnasio eri il buffone leccaculo, in 5o ginnasio leccaculo e basta adesso sei una bestia". Ed è proprio così che è andata, ma non sono più una bestia, non sono più uno che nasconde dietro una corazza le proprie debolezze. Le mie furono quelle di un passato da film del tipo "Io non ho paura" e simili.

Adesso a voi la parola gente, se non ho tediato abbastanza la vostra mente con questo sermone
vorrei che facessimo un resoconto di come sia meglio esporsi, per voi cosa bisognerebbe fare non per essere voluti dagli altri o accettati, ma per non arrivare a fare la mia fine. Ah naturalmente mica mi hanno fatto solo questo!!! sono andato anche all' ospedale per causa loro.
Come ci si comporta nei confronti degli altri? Come si può essere se stessi con un carattere migliore che non solo il soggetto stesso, ma tutta la comunità possa interpretare come valido, simpatico etc. Non c' entrano le playboyate e cose varie, come si fa ad evere un rapporto con i compagni di classe?? Ditemelo che ho solo Federico come compagno davvero valido.

Ck-28
sid_vicious
sid_vicious - Genius - 35489 Punti
Rispondi Cita Salva
....sono crollato a "imitazione".... no dai... scherzo...ti ammiro... sei un grande....
tu sì che puoi davvero avere autostima di te...
perchè sei tu... puoi aver leccato quanti culi vuoi! puoi avere tutte le maschere del mondo..
ma sento che tu ora hai davvero un carattere forte.... sei te stesso...
ti sei fatto degli amici....
sei un grande...
davvero...ora ho sonno... dormo... buonanotte a tutti... continuerò il commento domani....
Qualer
Qualer - Mito - 65039 Punti
Rispondi Cita Salva
Wow!
La tua storia mi ha ricordato in alcuni casi la mia. Bene. Adesso sarò io a raccontare la vita di uno che dal buio più profondo è salito ed ha detto "con la mia ultima forza posso, DEVO farcela". Uno che da martire è riuscito a dimostrare che i buoni non vincono sempre, uno che ha visto 3 anni della sua vita andare all' inferno. Per uscire sconfitto e stanco, sempre di più.
Ma lo sapete quale è stato il premio dello sconfitto? L' entrare a scuola. Di nuovo. Dire "io sono qua. Ce l'ho fatta". Guardare il campo di battaglia e poter essere felici per dire "sono sopravvissuto".

Bene, la vita non è giusta. La prima frase che ho imparato. Poi seguita da "non per forza il vittorioso è il vincitore".

Questa è una storia di cattiveria, ingenuità e invidia. Gente che non guarda in faccia a nessuno. E soprattutto non ha un minimo di bontà, di gentilezza.
Pensate voi che io mi sono sentito in colpa tutta la serata per aver ucciso un moscerino, ieri sera! Ho detto "ma alla fine, lui che mi ha fatto di male?"
Ecco, loro volevano eliminarmi fisicamente. E mi dissero "se tu morissi o fossi ucciso, io andrei a complimentarmi. Sarebbe sicuramente un funerale utile".
Ecco, per capire che diavolo significa uno scontro impari.

Mettiamo anche che io uscito dalla quinta elementare ero proprio ingenuo, abbindolabile, semplice! Ero contento pure per un fiore che sbocciava. Ero felice di tutto, incredibile!
Ero proprio un bambino per sentimenti. Non riuscirei proprio a riconoscermi adesso.

Dopo delle medie rovinose (professori inesistenti, gente cattiva e soprusi di ogni genere. Solo psicologici. Una guerra psicologica che mi ha annichilito, disintegrato, azzerato), sono arrivato al liceo prevenutissimo e soprattutto impaurito come non mai.
Ho combattuto, ho perso. Ho sempre perso. Fino all' ultimo processo in classe, quando ho combattuto con l' ultima forza, raccogliendo le ultime speranze e le risorse che mi facevano restare in piedi. Non dimenticherò mai una frase che mi dissero, quando andai a chiedere perdono. Per qualcosa che non avevo fatto. Ma ero talmente stanco che non sapevo nemmeno più che pesci prendere. "per me merda eri, merda sei, merda rimarrai. Fai una bella cosa: metti la testa nel cesso e spila 5 o 6 volte, che lo intasi".
Era una sfida impari, tutti contro di me. Chi mi difendeva (e due ragazzi lo hanno fatto), veniva isolato e ridotto al mio livello. E venivo odiato ancora di più, perchè quei due ragazzi che mi difesero dissero "tu ci hai messo nei guai".
E io, stanco, distrutto, ho sempre fatto un passo avanti. Ho detto devo farcela. Nei momenti più neri ho visto il tempo scorrere. ma ce l'ho fatta. Alla fine sono arrivato qua. L' utlima ora dell' ultimo giorno dell' ultimo anno di medie. Una liberazione. Mi ricordo quando entrarono tutti i ragazzi che mi hanno odiato. Ormai ero infuriato. Ero forte di una forza che ormai mi mancava.
Dissi "mi devo sentire onorato. Se siete venuti qua per merito mio, vuol dire che godo di parecchia considerazione!".
Quando dissi questo, si rivoltarono. Tanto che furono cacciati dal membro esterno.
"Ti ricorderai di noi. Saremo il tuo incubo".
Questa fu una delle ultime frasi. Ed avevano ragione. Fino a due anni fa, ancora me li sognavo. Poi ho realizzato che era tutto sbagliato, avevo tutto sbagliato. E sempre mi ricordo questo periodo. Voglio lasciare il pensiero vivido, perfetto. Mi sono ripetuto "un giorno, quando sarò maturo, quando avrò superato questo, scriverò un libro".
Bene. Ho appuntato tutto su un blackbook. Pronto per essere rivisto. E ogni volta che leggo qualcosa di quel libro ormai non sto più male. Capisco meglio me stesso. Ogni mio comportamento, ogni mia stranezza, ogni mio cambio di umore... molte cose sono derivate da là, come dal medioevo siamo nati noi. Dimenticare è il primo passo verso la morte.

Mi ricordo il pianto che feci a casa, solo perchè il professore (SS Prof :thx) mi aveva chiesto con aria arrabbiata "che hai fatto? Lo sai che dovrei punirti?" quando ingenuamente aiutai un compagno ad uscire dalla classe. Quarto Ginnasio.

In quinto ho stretto seriamente l' amicizia con il chimico, nonostante lo conoscessi dall' anno prima. E devo dire che mi sono sempre messo in discussione. E ho visto come sono evoluto. Una evoluzione, un nuovo ingentilimento. E devo ringraziare i miei amici (ma in particolare le mie grandi amiche). E il chimico, anche se sembro essere sempre contro le sue iniziative, mi ha insegnato tantissimo. Più di quanto io non credessi.

Anche se come protezione sono diventato distante, freddo, silenzioso. Il contrario di quello che ero prima. Ma è anche vero che sono forte come non mai e ogni giorno cresco. Cresco e crescerò. Perchè non si può peccare di accidia in modo così stupido. Il migliorarsi è l' arma più potente per riuscire a superare tutto.
E la professoressa di greco lo ha capito. Grande donna.
Jane Eyre
Jane Eyre - Genius - 19911 Punti
Rispondi Cita Salva
Wow...non ho parole.
Entrambi voi avete vissuto un incubo alle medie, e mi dispiace un sacco. E non so come facciate a scriverne e parlarne apertamente.
Io ormai, come dicevo ieri ad una persona, ho dimenticato quel periodo. L'ho chiuso in un cassetto del cervello ed e` la` a prendere polvere da due anni ormai. E non ho intenzione di ricordare quel periodo, sia perche` ormai e` passato, sia perche` non voglio riportare in vita quei momenti che non sono stati dei migliori.:incastrato
Anzi, vi posso anche dire che ormai certe cose le ho pure dimenticate! Ho fatto del mio meglio per mandare via quelle memorie, e oggi posso finalmente dire che la maggior parte se ne sono andate!
L'unica cosa che vi posso dire e` che mi sono rifugiata nei libri, e ho vissuto in un mondo tutto mio fino all'estate scorsa. Poi e` arrivata Jane Eyre, che affronto` la realta`, e io ho combattuto con lei. Lei osservava cio` che la circondava, ed io iniziai a fare lo stesso.
Cosi` ho iniziato a tornare nel presente dopo il primo anno di liceo, ho preso esempio da Jane.
Come ho detto in un altro thread: con lei ho combattuto per me stessa.
TH3 CH3M1ST
TH3 CH3M1ST - Mito - 36503 Punti
Rispondi Cita Salva
Qualer: E la professoressa di greco lo ha capito. Grande donna.
EXAQUOTO

comunque il nocciolo del mio inutile, ma costruttivo e quotato discorso (e quindi non inutile) è di prendere la vita di petto, e combattere, migliorarsi, costruirsi una propria idea e non una propria jimmynick(sarebbe un personaggio), maturare consapevolmente

Ck-28
Marty#27
Marty#27 - Genius - 2093 Punti
Rispondi Cita Salva
sei un grande...hai passato l'inferno ma hai ancora il coraggio e la voglia di andare avanti, farti una vita tua e affrontare tutto ciò che si imbatterà nel tuo cammino a testa alta perchè tu si che sai cosa vuol dire stare male...ti stimo...a volte vorrei anch'io essere capace di costruirmi uno stile di vita mio personale, fregandosene, quanto basta, degli altri...
TH3 CH3M1ST
TH3 CH3M1ST - Mito - 36503 Punti
Rispondi Cita Salva
Marty#27: sei un grande...hai passato l'inferno ma hai ancora il coraggio e la voglia di andare avanti, farti una vita tua e affrontare tutto ciò che si imbatterà nel tuo cammino a testa alta perchè tu si che sai cosa vuol dire stare male...ti stimo...a volte vorrei anch'io essere capace di costruirmi uno stile di vita mio personale, fregandosene, quanto basta, degli altri...
grazie, è precisamente il mio motto, stand up, don't give up, and always fight

Ck-28
Marty#27
Marty#27 - Genius - 2093 Punti
Rispondi Cita Salva
non c'è di che...nonostante abbiamo idee politiche diverse, anche perchè veniamo da situazioni diverse, penso comunque che tu sia un grande...e comunque scusa se ti ho attaccato brutalmente col discorso della lega ma è che è un periodo in cui ho mille cose per la testa e non riesco a far ordine...non mi sto giustificando...lo penso davvero quello che ti ho detto ma non serviva venire a discuterne con te perchè comunque non so neanche chi sei...avevo solo bisogno di sfogarmi e la prima persona che mi è capitata a tiro sei tu...forse perchè mi ricordi tanto una persona a cui ho leccato tanto il culo e che ho amato alla follia ma che lui non mi ha mai voluto...spero che accetterai le mie scuse...SORRY

:thx:thx:thx:thx
serejuve90
serejuve90 - Genius - 13597 Punti
Rispondi Cita Salva
vi capisco gente.. anke x me le medie nn è k sn state bellissime.. xò è un pò diverso il mio caso dal vostro xk cmq eravamo quasi maschi contro femmine e cmq nn tutti contro di me e basta.. e anke xk era più diciamo una lotta fisica.. nel senso ci prendevamo a calci spintoni ecc ma nn a livello psicologico.. e noi eravamo in 3 in particolare k alla fine ci siamo alleate e ce ne siamo anke fregate degli altri.. poi c'era la nostra prof d'italiano k era troppo brava :angel c'ha aiutato tantissimo.. :yes
norve
norve - Genius - 40681 Punti
Rispondi Cita Salva
bravo maritino mio così ti voglio!!!!
TH3 CH3M1ST
TH3 CH3M1ST - Mito - 36503 Punti
Rispondi Cita Salva
Marty#27: non c'è di che...nonostante abbiamo idee politiche diverse, anche perchè veniamo da situazioni diverse, penso comunque che tu sia un grande...e comunque scusa se ti ho attaccato brutalmente col discorso della lega ma è che è un periodo in cui ho mille cose per la testa e non riesco a far ordine...non mi sto giustificando...lo penso davvero quello che ti ho detto ma non serviva venire a discuterne con te perchè comunque non so neanche chi sei...avevo solo bisogno di sfogarmi e la prima persona che mi è capitata a tiro sei tu...forse perchè mi ricordi tanto una persona a cui ho leccato tanto il culo e che ho amato alla follia ma che lui non mi ha mai voluto...spero che accetterai le mie scuse...SORRY

:thx:thx:thx:thx

Scuse accettate, grazie Marty

Ck-28
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 281 Punti

Comm. Leader
Registrati via email