• Off-topic
  • Sempre a parlare di società corrotta

Qualer
Qualer - Mito - 65039 Punti
Rispondi Cita Salva
... e questa è la terza volta che firefox mi resetta la pagina!
Voglio continuare la discussione, poichè mentre voi parlavate io stavo a fare Toro-Napoli :asd :asd :asd

Dorothy: Ma hai tutte le ragioni di esserlo!
Spero tu non abbia frainteso i miei posts,che erano personali critiche a questa società dalla quale ci si vorrebbe sentire estraniati,ma ammettendo così una sconfitta ben più grande.
Ripeto: hai tutto le ragioni per essere deluso,e capisco che tu non lo sia solo da questa ragazza,ma ho l'impressione che tu lo sia dall'animo umano.
Perchè è difficile, quanto deludente e aberrante,aggiungerei, capacitarsi di quanto egoismo possa contenere un uomo; di quanta noncuranza e menefreghismo nei confronti di un'altra vita, ma più in generale di un'altra persona, possano essere partoriti da colui che è allo stesso tempo in grado di amare e proteggere.
Ripeto: aberrante.
Però, se c'è una cosa che ho imparato in questo ultimo periodo,è che per quanto siamo tutti,oramai,nichilisti, non ha alcun senso continuare a profetizzarlo e a viverlo come se fossimo impotenti a noi stessi e a questa condizione in cui siamo costretti.
Perchè (ed è una nota positiva che riemerge dopo tanto,credimi)siamo noi gli artefici di tutto questo,e come tali possiamo cambiarlo.
No,smettiamola di nasconderci: non ne siamo le vittime.
Oh, stavo leggendo il sermone e mi è venuto un moto di rabbia che stavo per buttare il pc appresso a tutti e due!
"ormai", "ormai" "ormai... Ah, se non fosse stato per la tua frase finale, avrei veramente detto "ma siamo impazziti?"
è bello fare l' analisi di un mondo. Non saremo differenti da chi si siede su una poltrona e se ne frega del posto in cui vive.
Tra il fregarsene altamente nell' ignoranza e la consapevolezza senza far niente, non cambia nulla.
Ecco, nella vita serve il pensiero. Serve l' analisi, tutto quello che ci permette di capire una situazione.
Ma fino a quando saremo fatti di carne e ossa, saranno le azioni a parlare.
E quindi mi chiedo, sputiamo sputiamo nel piatto in cui mangiamo, ma cosa facciamo per renderlo più gradevole?
Io vedo solo chi scappa da questa realtà sorreggendo ideali troppo piccoli per resistere, chi si uniforma rassegnato e chi critica.

Capisco, anche io rimango indignato per cose simili: sono rimasto indignato per azioni assurde compiute da gente che prima agisce, poi pensa.
A volte mi viene da pensare: è vero, il bambino è morto, ma se fosse nato, che mondo avrebbe trovato?
Una madre che lo rifiuta? Un padre che sarebbe sicuramente scomparso? Una famiglia di nonni, praticamente?
Ditemi come può essere cresciuto un bambino in queste condizioni.

L' adozione?
Mia zia per venti anni ha provato ad adottare un bambino in Italia.
Ci è riuscita solo all' estero, proprio due anni fa.
Dopo un corso di un anno dallo psicologo e dal sociologo. Dopo anni di incartamenti che non ti dico nemmeno.
Si trasferiscono per un mese in ucraina, in una topaia da piangere. Tutto per l' amore per questo bambino.
All' orfanotrofio vorrebbero adottarne un altro che si era affezionato a loro.
Che succede? Mandano la domanda, la risposta dall' italia è "dovete ripetere la procedura: voi avete chiesto UN bambino".
Nemmeno fosse un mobile dell' ikea.
E così lo hanno condannato. O almeno avrà aspettato mesi e mesi per trovare un'altra famiglia.
E mi chiedo, a questo punto, è questo il mondo in cui voleva far nascere il bambino?

All' infuori dei problemi della ragazza che sono ben diversi, se lei lo avesse fatto nascere rispettando la morale della vita o del più debole o roba simile, che sarebbe successo?
Certo, il punto è che l' errore è stato fatto in principio.
Mi viene da pensare un vecchio proverbio latino: "Dopo il sesso, gli animali sono tristi".

Quindi, ok, parliamo della legge del più forte, ci scandalizziamo per le ingiustizie, soffriamo per delle leggi che sembrano lontane dalla nostra bontà.
Purtroppo, dall' alto tutto sembra piccolo.
E allora provate un attimo a non giudicare dall' esterno, ma provate a pensare come penserebbe una persona non in grado di creare tutti questi concetti come credete.
Il fatto è che nella crescita, nell' essere sempre più evoluti, nel riuscire a creare una immensità di possibilità in questo mondo, l' uomo ha perso sè stesso.
Siamo nati come animali, siamo nati per mangiare, far figli e crepare con la consapevolezza di aver messo altra carne al mondo. Vogliamo vederla crudamente? Questa è la missione dell' uomo.
La vita ci ha dato il modo di evolverci senza una meta. Noi non sappiamo cosa ci aspetta, nè perchè noi ci stiamo evolvendo. Tantomeno sappiamo il modo in cui ci evolveremo. Hai voglia a cercare motivazioni: il mondo è brutto, la vita è bella, ci salviamo, non ci salviamo... Non lo sappiamo.
La religione in tutto questo? Io sono profondamente credente. Non c'entra nulla la religione nel discorso.
L' uomo in tutto questo luccichio è riuscito a procurarsi una sorta di "eterna giovinezza", come se volesse sempre giocare e soddisfare i suoi piaceri nel modo più infantile possibile.

Bene, vedetela nell' ottica del bambino, perchè i più grandi eccessi sono creati dai più grandi bambini.

Ecco quindi il discorso del sesso. L' impulso, la voglia di farlo senza pensare a cautelarsi è infantile.
Ecco, pensiamo tutto sto menefreghismo e cattiveria che dite voi.
Ma il bambino che fa? Non è cattivo. Vede solo sè stesso al centro del mondo.
Io penso che in fondo, l' uomo non voglia crescere.
Forse mi direte che sto facendo anche io l' analisi senza aggiungere nè togliere altro.
Beh, la risposta è quanto più semplice possa esserci: correggerci.
Riprendendo proprio il discorso iniziale, non conviene sputare nel piatto in cui mangiamo. Proviamo almeno a renderlo migliore.
Purtroppo, se dovessimo piangere per ogni ingiustizia o atto vergognoso, riempiremmo l' oceano pacifico.
Quindi, nel nostro piccolo proviamo a rendere questo bel mondo un posto vivibile. Almeno per noi.
Forse vi ricorderete il mio messaggio che non è mai cambiato: il bene. Si, volere il bene è il modo migliore per migliorare questo mondo. (no, non ho scritto a caso questa frase :asd. Mi piace il modo in cui suona :asd).
Ed è assurdo: a volte mi meraviglio per il sorriso che mi fanno quando lascio passare le persone alle strisce pedonali, ma anche quando lascio una mancia, quando faccio un piacere, ascolto qualcuno, dò un consiglio, è sempre ben accetto.
Mai aspettarsi qualcosa indietro, questa è la regola. Il punto è che se non si possono evitare certe cose, è meglio limitarle.
Il cervello esiste per renderci conto di cosa facciamo, non per criticare e fare analisi passivamente.
Insomma, nessuno cambierà il mondo se non cambiamo prima noi dentro.

E questo vale anche per il discorso dell' aborto.
(...vale...)
(...vale...) - Genius - 69100 Punti
Rispondi Cita Salva
Mi avevi già fatto questo ragionamento non ricordo in merito a cosa. E come l'altra volta ti do ragione. Però credo che sia una polemica un pò inutile,perchè Dorothy ha fatto solo un` osservazione e ha detto la verità. Ora,come mi dicesti, non puoi cambiare il mondo,ma basta fare un opera buona,regalare senza ricevere, nel nostro piccolo. Insieme potremo migliorare la società.
Dorothy ha esposto il problema, tu hai dato la soluzione. Il vostro è un sermone complementare, uno completa l'altro.
Qualer
Qualer - Mito - 65039 Punti
Rispondi Cita Salva
No, non è una polemica :asd.
E' un sermone che si unisce ad una discussione in cui mia moglie e succodifrutta (ormai ti sei trovato il nome ace :asd :asd) stavano a parlare di quanto fossero indignati per la società.
(...vale...)
(...vale...) - Genius - 69100 Punti
Rispondi Cita Salva
Tu sembravi sconcertato da ciò che diceva Dorothy...
avrò capito male.
Comunque il pensiero è quello.
Qualer
Qualer - Mito - 65039 Punti
Rispondi Cita Salva
Ero sconcertato per il fatto che stessero solo criticando senza dare vie di uscita al problema.
(...vale...)
(...vale...) - Genius - 69100 Punti
Rispondi Cita Salva
...e da bravo marito l'hai trovata tu!
e fin quando esisteranno persone così il mondo andrà male si, ma non andrà MAI a rotoli.
Per quanto riguarda l'aborto non so, mi ci devo trovare nella situazione, non è facile giudicare.
Sarebbe dura qualsiasi cosa scelga.
Bella94
Bella94 - Genius - 50666 Punti
Rispondi Cita Salva
Qualer post più lunghi no eh? :lol

Scusate OT.
Miyuki
Miyuki - Genius - 9449 Punti
Rispondi Cita Salva
O_O oh mio dio!! scusate ma come Bella94 mi sono cascate le braccia guardando questo post a dir poco...ehm...lungo?? xD cmq quoto qualer.. (si si ho avuto la forza di leggere tutto ^^ )
Qualer
Qualer - Mito - 65039 Punti
Rispondi Cita Salva
Bella94: Qualer post più lunghi no eh? :lol

Scusate OT.
Hai ragione, lo standard si è abbassato :asd.
Ricordi i sermoni di 5-6 pagine? Forse non eri ancora iscritta :asd :asd :asd

@miyuki
eh, questo è minisermone :asd
paraskeuazo
paraskeuazo - Genius - 74901 Punti
Rispondi Cita Salva
Miyuki: O_O oh mio dio!! scusate ma come Bella94 mi sono cascate le braccia guardando questo post a dir poco...ehm...lungo?? xD cmq quoto qualer.. (si si ho avuto la forza di leggere tutto ^^ )

Ragazzi miei, voi non conoscete Qualer :lol
sid_vicious
sid_vicious - Genius - 35489 Punti
Rispondi Cita Salva
giàgià...
nessuno gli tiene testa...
in questo sito ci siamo io lui fabry dorothy e jane che tiriamo giù di quei sermoni U_U
ma lui è il migliore.
senza dubbio...

ps tutto skuola!
pensate a chemist e fate il tifo per lui!
(...vale...)
(...vale...) - Genius - 69100 Punti
Rispondi Cita Salva
chimico tifiamo per te;)
Jane Eyre
Jane Eyre - Genius - 19911 Punti
Rispondi Cita Salva
Scusate, ma non capito il punto di partenza. Di cosa si parlava all'inizio? Della societa` in generale, o qualcosa in particolare?
Qualer
Qualer - Mito - 65039 Punti
Rispondi Cita Salva
Oh, jane! Aspettavo un tuo parere.

Il punto di partenza? Ace aveva parlato di una persona che avrebbe abortito perchè non aveva usato le precauzioni e non voleva tenersi il figlio.
Da lì, è nata la disquisizione su quanto faccia schifo la società moderna.
Jane Eyre
Jane Eyre - Genius - 19911 Punti
Rispondi Cita Salva
Ah, ok, grazie. Adesso inizio a capirci qualcosa.

Beh, riguardo l'aborto, sapete gia` tutti come la penso. E` la scelta di una donna e nessuno si puo` mettere nei panni degli altri. Perche` se qualcuno fisicamente non regge, allora non posso giudicare. E non credo sia il caso a sedici anni di mettermi a dire che non abortirei mai, perche` non sono nelle condizioni di poter dar torto a qualcuno.
Pero` mia zia si e` ritrovata in questa stessa situazione. Ancora non sposata, e le e` capitato di ritrovarsi incinta. Non ha abortito. E ha fatto piu` che bene. Cosa n'e` nato? Una bellissima bambina, vivace intelligente!, che fa ridere tutti e mette subito di buon umore. E mia zia e` una madre meravigliosa, premurosa, ed ama alla follia la sua bambina. E lo stesso vale per il padre. Sono una bellissima famiglia. E hanno fatto un gesto unico a tenere quella bambina, che e` il frutto del loro amore, non di un errore.
Se una persona fisicamente puo` reggere una gravidanza, credo sia giusto tenere il bambino. Trovo l'aborto una via d'uscita facile, come sbarazzarsi delle proprie responsabilita`. Ci sono mille modi per poter dare al bimbo una vita, non dovendosi occupare personalmente di esso. Come darlo in adozione, oppure affidarlo ai nonni.
E poi...dico io, santo cielo, oggi solo una stupida rimane incinta. Se preferisci non avere figli, va bene, ma almeno proteggiti. Bah. Comunque, in merito all'aborto questa e` la mia opinione. Ho visto vivere questa situazione, e so che se quella bellissima bimba non fosse nata, mia zia-oltre a vivere una vita chiedendosi perche` ha lasciato andare una delle creature piu` meravigliose di questa terra-non avrebbe avuto la gioia di diventare madre.

Ad ogni modo, per collegarmi al discorso sulla societa`, credo che bisogna guardarla in modo diverso. Come diceva qualer, bisogna sorridere e voler bene a tutto cio` che ci sta intorno.
Certo, ci sono problemi, e anche piu` che ovvi. Con tutto quello che sta succedendo ultimamente...non riesco nemmeno a guardare il telegiornale. Infatti non so piu` quello che mi succede intorno da mesi, proprio perche` non voglio. Ma ricordiamo che il telegiornale tende a riportare solo notizie scioccanti e negative. Non si riporta il ragazzo che ha salvato la vita alla vecchietta, ma il ragazzo che ha ucciso la nonnina. =.="
Quindi, non faccio del falso buonismo, perche` un fondo di verita` in quello che dicono dorothy e ace c'e`. Ed e` anche evidente.
Pero` cerchiamo di guardare i lati positivi. Se si dice che l'ottimismo e` il profumo della vita, forse lo e`. Io inizio ad amare dove vivo proprio perche` guardo ogni lato positivo! Se vogliamo essere negativi, beh, non vivremo mai!
Proprio ieri(o l'altro giorno?) ho finito di leggere "I Dolori del Giovane Werther". Certo, un libro bellissimo, ma finisce con il protagonista che si abbandona, che decide di suicidarsi solo perche` non riesce piu` a prendere in mano la propria vita. Cosa e` nato da questo libro? E` diventata una grande moda. Thomas Mann scrisse "Ogni giovane desidero` di amare cosi`, e ogni fanciulla di essere cosi` amata." . Infatti in quel periodo parecchi ragazzi si uccisero in onore del loro eroe(o meglio, antieroe) Werther. Quindi,il succo del discorso e` che se cominciamo, uno alla volta, a poco a poco, a diventare ottimisti e guardare la vita sorridendo, tanti altri comincieranno a fare la stessa cosa!
Io non voglio iniziare ad essere una persona infelice nel guardare la sofferenza del mondo in cui vive. Non mi chiamo Leopardi e non mi chiamo Montale. E non ho intenzione di seguire il loro esempio!
Quindi, io inizio a sorridere alla vita. Adesso tocca a voi.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email