Dart Fener
Dart Fener - Genius - 2936 Punti
Rispondi Cita Salva
Certe volte è come se ho la senzazione di essere strano e diverso dagli altri! Forse perchè mi piace studiare,farmi il mazzo cosi dalla mattina alla sera e esco poco....per questo ho la strana senzazione di essere escluso da tutti, o sembra che le persone facciano finta di volermi bene,ma in realtà gli sto sui coglioni e fanno una messa in scena come nel film "truman show".... a voi vi è mai capitato di avere questa strana senzazione?
Jane Eyre
Jane Eyre - Genius - 19911 Punti
Rispondi Cita Salva
Mmm...bella domanda.
Ma guarda, diciamo che ogni tanto mi capita di sentirmi "non parte del branco". Non so, magari e` l'adolescenza, non saprei.
Sono abbastanza simile a te. Mi piace leggere, ho sempre un libro nella borsa just in case; studio molto durante l'anno scolastico e non esco molto spesso con le mie amiche( pero` esco quasi ogni giorno con la mia sorellina!!!).
Ma la cosa che dico io e`: Questa sono io. Prendere o lasciare, perche` io proprio non cambiero` per nessuno. C'e` gente con cui proprio non ho nulla in comune e altra con cui proprio quest'anno inizio a legare.
La cosa importante e` rimanere sempre onesti con se stessi. Se io andassi in giro con persone con cui non ho niente in comune e mi comportassi come gli "importanti" del paese sarei me stessa? Non credo. Quindi io rimango come sono io e non cambio.

Se una persona poi decide di parlare male dietro le spalle, questo e` affar suo. Significa che non e` una persona con cui vale la pena essere amico. Non ti devi preoccupare che semmai e` lui che deve preoccuparsi, non tu!!:lol E ricordati che se le persone ti prendono in giro, significa che stai facendo qualcosa di giusto!!!:lol Parole della mitica Amy Lee!!!
Cmq il film che dici tu, the truman show, e` stato interessante proprio perche` in un modo divertente, fa pensare a tante cose. Ad esempio, non sempre la gente e` come ce la aspettiamo. E` una cosa che sappiamo tutti questa.
blood
blood - Genius - 24239 Punti
Rispondi Cita Salva
Jane Eyre: Mmm...bella domanda.
Ma guarda, diciamo che ogni tanto mi capita di sentirmi "non parte del branco". Non so, magari e` l'adolescenza, non saprei.
Sono abbastanza simile a te. Mi piace leggere, ho sempre un libro nella borsa just in case; studio molto durante l'anno scolastico e non esco molto spesso con le mie amiche( pero` esco quasi ogni giorno con la mia sorellina!!!).
Ma la cosa che dico io e`: Questa sono io. Prendere o lasciare, perche` io proprio non cambiero` per nessuno. C'e` gente con cui proprio non ho nulla in comune e altra con cui proprio quest'anno inizio a legare.
La cosa importante e` rimanere sempre onesti con se stessi. Se io andassi in giro con persone con cui non ho niente in comune e mi comportassi come gli "importanti" del paese sarei me stessa? Non credo. Quindi io rimango come sono io e non cambio.

Se una persona poi decide di parlare male dietro le spalle, questo e` affar suo. Significa che non e` una persona con cui vale la pena essere amico. Non ti devi preoccupare che semmai e` lui che deve preoccuparsi, non tu!!:lol E ricordati che se le persone ti prendono in giro, significa che stai facendo qualcosa di giusto!!!:lol Parole della mitica Amy Lee!!!
Cmq il film che dici tu, the truman show, e` stato interessante proprio perche` in un modo divertente, fa pensare a tante cose. Ad esempio, non sempre la gente e` come ce la aspettiamo. E` una cosa che sappiamo tutti questa.
mamma mia che discorso!!!!!:clap:clap:clap:clap:clap:clap:clap:clap:clap:lol
kia_marty
kia_marty - Habilis - 160 Punti
Rispondi Cita Salva
Ciao! Certo magari capita delle volte d nn sentirsi parte d un qualcosa e d provare la sensazione d essere esclusi...ma scommetto k i tuoi veri amici t stanno vicino xchè t vogliono bene sul serio e t apprezzano così cme 6! E ricorda k t criticheranno sempre sarà difficile trovare una persona k nn t criticherà...ma l'importante è d rimanere sempre se stessi nn cambiare mai x gli altri..xchè k nn t apprezza nn t merita!!:hi
sciuz92
sciuz92 - Genius - 48927 Punti
Rispondi Cita Salva
almeno non sei uguale alla massa
non bisogna essere standard :]
Jane Eyre
Jane Eyre - Genius - 19911 Punti
Rispondi Cita Salva
leggendo questi ultimi commenti mi vengono in mente le parole di Chaplin:
"Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sara` difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei. Vivi come credi, fai cosa ti dice il cuore, cio` che vuoi...Una vita e` un'opera di teatro che non ha prove iniziali.
Quindi: canta, ridi, balla, ama e vivi intensamente ogni momento della tua vita vita, prima che cali il sipario e l'opera finisca senza applausi."
Vivi la vita come meglio credi, e chi non condivide le tue idee si puo` tranquillamente girare dall'altra parte!
klok
klok - Genius - 50567 Punti
Rispondi Cita Salva
sciuz92: almeno non sei uguale alla massa
non bisogna essere standard :]


bravooooooooo concordo
Cartolibreria93
Cartolibreria93 - Genius - 3500 Punti
Rispondi Cita Salva
Dart Fener: Certe volte è come se ho la senzazione di essere strano e diverso dagli altri! Forse perchè mi piace studiare,farmi il mazzo cosi dalla mattina alla sera e esco poco....per questo ho la strana senzazione di essere escluso da tutti, o sembra che le persone facciano finta di volermi bene,ma in realtà gli sto sui coglioni e fanno una messa in scena come nel film "truman show".... a voi vi è mai capitato di avere questa strana senzazione?

certo, è una sensazione molto frequente!!

Però lo sai che c'è? FREGATENE!!!
Diverso è meglio!!
Qualer
Qualer - Mito - 65039 Punti
Rispondi Cita Salva
Allora, a parte quotare jane che ormai è diventata il mio quote quotidiano (notare lo squallido gioco di parole :asd), quoto anche sciuz. (finalmente anche io ho il piacere di quotare chi arriva prima di me :asd).

Caro compatriota :asd, sinceramente mi sento anche io spesso solo. E devo dire che nemmeno mi sento: spesso lo sono.
Non perchè le occasioni mi manchino: mi basterebbe alzare il telefono per dire "usciamo?" e avrei sicuramente qualche invito. No, assolutamente non per questo.

Però è il semplice fatto che io spesso non riesco ad adattarmi agli altri. Non riesco nè a fare il "virile playboy" e farmi ammirare dagli altri, nè tantomeno mi riesce naturale il "facile approccio" con tutti.

Guarda, alle medie ci ho sofferto e me l'hanno fatto pesare non poco. Là avevo la tua stessa sensazione: un pessimismo totale, una autostima crollata.
Adesso, no.
E' anche vero che mi basta guardare negli occhi una persona per capire le intenzioni, il carattere o una bugia, ma non serve questa abilità (sviluppata autonomamente come autodifesa, dopo anni) per capire che essere sè stessi è bello.

Adesso, con i ragazzi che vedono tutto bianco e tutto nero, non troverai persone come te. In futuro, vedrai che tutto andrà meglio.

Anche io mi trovo in una situazione simile, a grandi linee: molte tue paure e insicurezze non le ho più, questo è vero. Ma sento parecchie mancanze di presenze reali, fisiche come le vorrei io. Una persona da chiamare e dire "x, y e z". Perchè più si cresce, più il proprio animo si sviluppa, più servono molti "punti di conforto\confronto" (altro squallido gioco di lettere :asd). Ed i parenti, le persone più consolidate non sono più abbastanza.
Quindi, si. La virtual mi ha fatto trovare tante persone grandi come jane, appunto, mnemozina, dorothy, kira\ryuk (non c'è nulla da fare, per me rimani kira :asd), para, nikyripy, mitra, norve, trau, ipplala... :asd non la finirei più. (e non sono tutti! L'ho detto: non mi piacciono gli elenchi per questo: alla fine ti affatichi e non inserisci tutti).

Dicevo, la virtual mi ha fatto conoscere tutte queste persone! Persone che, oltre ad essere lontane e che non avrei al 99% conosciuto mai nella real, mi hanno riempito di storie, opinioni, pareri, persone che insomma hanno colmato gran parte della mia "parte nascosta", sempre rimasta in solitudine. Perchè purtroppo, nella real posso solo parlare dei soliti argomenti. Divertenti, si. D'altronde, ognuno vuole anche la parte leggera della vita. Ma se monopolizzano i discorsi di tutto l' anno senza mai cambiare, esci pazzo.

Questa grande parentesi, per dirti che non ti devi sentir solo.
Se star solo è una tua scelta, allora va bene. Ma se la senti come oppressione, sappi che ci sono tante persone meravigliose in giro... online. E anche nella real. Pure se cerchi un ago in un pagliaio, alla fine l' ago lo trovi. Passa tempo, ma lo trovi.

Fino a quando la virtual non si fonde con la vita e fino a quando la vita stessa non è la virtual, sappi che non sarai mai solo. Perchè poi andare solo con la strada "facile", quella della virtual, porta solo ad un isolamento nella vita reale. E non è assolutamente bello.

Parlando di vita reale, embè, purtroppo lì non c'è niente da fare. Ho sentito dire in questi casi "o cacci le palle o rimani fregato": se vuoi una amicizia che non sia solo quella superficiale e incompatibile con il vero te, allora te la devi andare a cercare.
Se "pecchi" di timidezza come me, sono 2 mazzate in testa (più che altro, una sega circolare che ti taglia a metà come un formaggino è più fedele alla realtà): trova la situazione, a volte basta una parola durante lo sport, oppure durante una attività dopo scuola, oppure ancora per qualcosa che hai, come fece jane! Un pretesto per trovare un interesse comune, un campo dove ti senti forte. Se cominci con il campo che ti dà forza, parti alla grande!

Uno, dieci, cento tentativi, alla fine sicuramente troverai un amico compatibile con i tuoi interessi. Non è facile nè semplice.


Comunque, non prendertela come handicap, diversità o malattia. Tutte le persone con un cervello si sentono così, te lo assicuro.
A volte il mio cervello lo vorrei andare a buttare e cuocere come fanno in marocco con i cervelli di capra. Almeno non avrei problemi. Sarei una persona standard.

E invece viene sempre la "spia" del mio ego: ricorda: non sarebbe un peccato omologarsi. Sarebbe un INSULTO. Prima a te stesso, poi al tuo mondo. E' come se uno scienziato che ha lavorato per 10 anni ad un progetto, decide di diventare un pecoraio. (stasera ho la vena dei paragoni squallidi :asd)

Tu, le tue sensazioni, le tue passioni, tutto quello che hai è quasi SACRO. Perchè nessun altro proverà questo.
E' come quando esce la "special edition" di qualche prodotto. La si compra perchè si ha qualcosa di unico. Distinguibile dal resto. Altrimenti non avrebbe modo di chiamarsi "special".

Ecco: ogni momento della tua vita, ogni passione, ogni parte della tua storia, apprezzala. Questa è la chiave.

Vedrai che automaticamente le persone che ti sembrano false, se lo sono davvero, si dimostreranno tali. Non fa nulla. Perdonale.
Molti tuoi timori, spariranno.
Non con la solita boiata dell' "affrontali". E' come se andassi in un cimitero a gridare "SVEGLIATI!!!" a un cadavere. Se sei timido, sicuramente non andrai mai da un giorno all' altro in mezzo ad un gruppo a scherzare e fare battute.(se non hai una forza di volontà titanica!)

Come conclusione, segui te stesso.

La mia linea di pensiero è più morbida rispetto a quella di jane: lei dice "così sono ed accettate a scatola chiusa, no matter what".
Io invece, dico "così sono, così rimarrò. Inutile discutere. Ma voglio averti come amico, se mi rispetti".

Perchè purtroppo, oltre alla persona della propria vita e a qualche amico veramente unico, non troverai MAI nessuno che riuscirà a darti tutto quello che vorresti. Stanne certo.
Ed ecco perchè si deve prendere quello che di buono c'è in ogni persona. Perchè ricordo sempre una frase del libro "non perderti in un bicchier d'acqua" (una bibbia): pensa che tutti possono insegnarti qualcosa. Anche la cosa più ovvia, anche involontariamente. Basta pensarci un attimo: "cosa ha da darmi questa persona?".

E poi, ovviamente, se nella pratica si è incompatibili, si conclude tutto con un "arrivederci e grazie" :asd.

EDIT:
Riletto tutto in 9 minuti tondi. Non si accettano lamentele :asd. Altrimenti si stampa e si legge :asd :asd.

Premio al primo che ce la fa a leggere tutto!
Jane Eyre
Jane Eyre - Genius - 19911 Punti
Rispondi Cita Salva
Qualer: La mia linea di pensiero è più morbida rispetto a quella di jane: lei dice "così sono ed accettate a scatola chiusa, no matter what".
Io invece, dico "così sono, così rimarrò. Inutile discutere. Ma voglio averti come amico, se mi rispetti".
Ma guarda diciamo che sono un mix delle nostre idee. Uno la puo` pensare diversamente da me su tante cose, pero` puo` sempre essere un mio amico. Basta che non debba cambiare ne` niente. Ho un sacco di amiche diverse da me, quest'e` vero.
Pero` sul fatto che tendo ad essere una specie di "scatola chiusa", hai un po` ragione. Tendo a non farmi scoprire facilmente, o forse meglio a non riuscire ad affezionarmi a qualcuno in particolare (Forse e` a causa di due trasferimenti. Il primo dagli stati uniti in italia, il secondo dopo 7 mesi da novara in calabria!!!xD Non saprei).
Una mia amica e` stata capace di dirmi che soffro di philophobia!!!
Ma ho sviluppato una specie di scudo cosi`...forse e` proprio perche` la maggior parte delle amiche che ho avuto mi hanno solo usata...non so...
Pero` anche io ho trovato due amiche veramente speciali. Una non l'ho mai incontrata. Siamo amiche di penna(approfitto per consigliare a Dart che anche gli amici di penna sono belli da avere. Non devono per forza abitare dove sei tu). La seconda e` molto simile a me, e solo quest'anno ci siamo conosciute. Scusate il piccolo OT
Quindi non arrenderti. Magari hai davanti un amico perfetto e non te ne accorgi nemmeno. Guardati bene intorno, di gente ce n'e` tanta. E sicuramente ci sara` qualcuno adatto a te. Poi non vale la pena fare amicizia con chi ti esclude. Ricorda che molte volte e` proprio l'insicurezza a farli fare questo. Sii sicuro di te stesso e segui la tua strada.
Tieni a mente che se credi in te stesso puoi avere tutto.
Quindi se vuoi trovare un amico, lo troverai. Basta avere pazienza e molta cautela.
Tutti ci sentiamo soli, fa parte dell'adolescenza.
The Princess of Dreams
The Princess of Dreams - Genius - 16730 Punti
Rispondi Cita Salva
Mi piace distinguermi dal branco. Gli amici li ho e ci sto volentieri. Vado d'accordo con tutti. Odio studiare,ma mi piace leggere e scrivere. Ho sempre un libro dietro per ogni eventualità,e per gli altri vado bene così come sono. E se non gli andasse bene,beh,pazienza,come dicono i Finley: PRENDIMI COSì OPPURE LASCIA PERDERE!

Io mi piaccio per quello che sono: per i miei momenti di isolamento,per i miei momenti di iper attività e bella compagnia. Non vedo perchè dovrei cambiare per qualcuno.

SIATE VOI STESSI SEMPRE E COMUNQUE,SE VI PIACETE COSì COME SIETE. Sennò,cambiate,ma fatelo per voi stessi...non per gli altri!:love
trau8
trau8 - Genius - 16733 Punti
Rispondi Cita Salva
Qualer: ...Quindi, si. La virtual mi ha fatto trovare tante persone grandi come jane, appunto, mnemozina, dorothy, kira\ryuk (non c'è nulla da fare, per me rimani kira :asd), para, nikyripy, mitra, norve, trau, ipplala... :asd non la finirei più. (e non sono tutti! L'ho detto: non mi piacciono gli elenchi per questo: alla fine ti affatichi e non inserisci tutti)...

scusate faccio un micro-off-topic, non me ne vogliate:
Federì, due cose ho da dirti:
- ryuk e kiraarmstrong sono la stessa persona?!?! :O_o cazzus, ancora non mi era chiaro!!! credevo che msn avesse fatto casini quella sera là in cui invitaste anche me..... ma kira, carissima, ma perché questo cambio inutile? dai, suvvia, che poi mi confondo!!!
- hai messo anche meeee?????? :O_o ma sei matto?! ma io sono un'umile serva dell'Imperatore Salmone, avvenga di me quel che vuoi, ma non dirmi ke sono "una persona grande"!!!! :thx te ne prego!!

fine dell':ot, la pianto :D
Qualer
Qualer - Mito - 65039 Punti
Rispondi Cita Salva
@trau
vedi, è per questo che odio gli elenchi :asd. Non l'avresti saputo che ti stimavo più di quanto pensassi :D:D.

@jane

anche io ho una difesa simile. Per motivazioni ben diverse: io ero solito dare tutto il mio animo, in una amicizia. Mi bastava considerare quella persona come amico ed automaticamente conosceva tutto di me. Ho sempre sentito la mancanza di una persona come confidente speciale. E quindi ne ero alla disperata ricerca.
Ed alle medie, con la gente "standard" che tra gli 11 e i 14 anni sviluppa praticamente tutta la parte cattiva, se non per pochi casi, ha preso questa mia apertura massima come debolezza. E mi hanno veramente distrutto. Tabula rasa.

E da allora, sono completamente cambiato: molto più chiuso, a "strati". Maggiore la confidenza, maggiore la mia apertura.

Non stiamo andando OT, questa volta. Stiamo solo raccontando le nostre esperienze.
A mio avviso, parlare, conoscere il più possibile, fa benissimo. Aiuta a crescere in una maniera enorme.
Sicuramente con le parole cresci più lentamente che con le botte (vivere situazioni critiche ti fa fare un "level up" notevole). Ma è più appagante e più indolore :D:D.
Jane Eyre
Jane Eyre - Genius - 19911 Punti
Rispondi Cita Salva
Allora a quanto pare abbiamo avuto un'esperienza abbastanza simile. Io ho avuto questa del dare troppa confidenza anche alle medie, pero` assieme ad altre cose.
Pero` dopotutto prima o poi avrei scoperto come stanno le cose nel mondo reale. Adesso non mi affeziono piu` in un modo cosi` facile alle persone. Non riesco a dimostrare tanto i sentimenti con chi non conosco ancora. Ti dico che solo con quelle due amiche riesco a dire ti voglio bene facilmente. E questo mese si e` aggiunta mnemy!!
Quindi si`, per certi versi sono un po` philophobica xD
Evviva! Stavolta non siamo andati off topic!!!
Qualer
Qualer - Mito - 65039 Punti
Rispondi Cita Salva
Jane Eyre: Allora a quanto pare abbiamo avuto un'esperienza abbastanza simile. Io ho avuto questa del dare troppa confidenza anche alle medie, pero` assieme ad altre cose.
Pero` dopotutto prima o poi avrei scoperto come stanno le cose nel mondo reale. Adesso non mi affeziono piu` in un modo cosi` facile alle persone. Non riesco a dimostrare tanto i sentimenti con chi non conosco ancora. Ti dico che solo con quelle due amiche riesco a dire ti voglio bene facilmente. E questo mese si e` aggiunta mnemy!!
Quindi si`, per certi versi sono un po` philophobica xD
Evviva! Stavolta non siamo andati off topic!!!
:asd, tu almeno dici "ti voglio bene". Io con i complimenti sono proprio negato. Mi ricordo che un giorno, feci un complimento ad un mio amico, dicendogli "sai, ti apprezzo molto".
Subito dopo, quello mi guardò strano (stavo forse nel mio ultimo gruppo di amici conosciuti a scuola). Tutti mi guardarono strano. Poi "GAY! FROC*O ! COJONE!!! E via dicendo. Questo perchè ringraziai un amico dopo avermi offerto non ricordo cosa: avevo dimenticato i soldi.
Quei quattro idioti che erano, stavano offendendo il mio amico, perchè aveva fatto una gentilezza ad un altro uomo (giustamente tra maschi la gentilezza massima è picchiarsi oppure scambiarsi qualche parola in oranghese). Ma me la presi più io che lui.
Da allora sinceramente sono anche stato restio ad uscire con gruppi di amici. Vero, al liceo è tutto cambiato, gente nuova, gente con un cervello in testa, gente intelligente. Occasioni sprecate. Ma i ricordi non se ne vanno.
Quell' episodio mi è rimasto talmente impresso, che ho quasi paura a fare un complimento.
Anche quando la gente mi saluta. Non capisco più quando mi saluta veramente o per sfottere: sempre alle medie, quando ero "famoso" tra quei cani, mi salutavano. Ma per farmi girare e sfottere.
Chi era mio amico mi salutava e io lo prendevo per il "solito idiota", senza rendermi conto di fare la figura idiota io.

Quindi proprio filofobico lo sono più io di te, mi sa :asd.

Pagine: 12

Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

.anonimus.

.anonimus. Tutor 43843 Punti

VIP
Registrati via email