Incognita X
Incognita X - Sapiens Sapiens - 1643 Punti
Rispondi Cita Salva
Buongiorno.

Ho preso alcuni appunti durante una lezioni di matematica. Il problema è sorto quando ho provato a rileggere i miei appunti...

Nel quaderno ho scritto:

PRODUTTORIA

[math]\prod_{i=1}^{n}a_i = a_1\cdot a_2\cdot a_3\cdot ... \cdot a_n[/math]

(Fin qui nessun problema)

Un polinomio può essere scritto nella forma
[math]P_n(x) = a_nx^n+a_{n-1}x^{n-1}+ ... + a_1x + a_0[/math]

Pensiamo di conoscere gli zeri del polinomio
(
[math]P_n(x) : P_n(\overline{x}) | P_n(\overline{x_1})=0, \forall i \in N_0[/math]
).
[math]P_n(x) = x_n(x \cdot \overline{x_1}) \cdot (x \cdot \overline{x_2}) \cdot ... \cdot x_n(x \cdot \overline{x_n})[/math]

[math]\Rightarrow P_n(x) = a_n \cdot \prod_{i=1}^{n}(x-\overline{x_i})[/math]


La velocità con la quale devo scrivere gli appunti non mi permette di ragionar molto su quello che scrivo, così succede che se prendo gli appunti non capisco mentre se provo a seguire il professore in un primo momento capisco, ma appena ritorno a casa dimentico... aiuto!

Mi potreste gentilmente spiegare i passaggi, magari con un esempio "numerico"? Non ho ben capito come poter descrivere un polinomio con una produttoria (anche se il concetto di produttoria l'ho afferrato).

Vi ringrazio
xico87
xico87 - Mito - 28236 Punti
Rispondi Cita Salva
una produttoria è un prodotto, come una sommatoria è una somma: cambia solo il modo in cui le scrivi.

per fare un esempio considera un polinomio di 2° grado, di cui è possibile determinare le soluzioni con la solita formula di risoluzione delle eq di secondo grado.

x^2 - 3x + 2 = 0

le soluzioni sono x1 = 1 e x2 = 2.
dire "soluzione" significa che se sostituisco x1 e x2 all'interno dell'eq al posto della x, l'uguaglianza è verificata.
ora, tu sai che affinchè il prodotto a*b*c*... = 0 è sufficiente che uno solo dei fattori sia = 0. il trucco che si usa per scomporre in fattori un polinomio è proprio questo, quindi riconsidera l'equazione di prima:

x^2 - 3x + 2 = 0 se x = 1 oppure 2

noti che pure

1*(x-1)(x-2) = 0 se x = 1 oppure x = 2

dove l'1 davanti ai due fattori è il coefficiente della x di grado maggiore
Incognita X
Incognita X - Sapiens Sapiens - 1643 Punti
Rispondi Cita Salva
Ti ringrazio. Mi hai fatto afferrare il concetto. Sò che cosa è una produttoria, solo che non avendo ben chiara la scomposizione di un polinomio non potevo capire di coseguenza la formuletta fornitami dal professore.

Seguendo il tuo esempio, potrei quindi scrivere:

[math]a_2 \prod_{i=1}^{2}(x - \overline{x}) = \prod_{i=1}^{2}(x-\overline{x}) = (x - \overline{x_1}) \cdot (x-\overline{x_2}) = (x - 1) \cdot (x - 2)[/math]

Un polinomio di terzo grado immagino si scomponga nel modo seguente:

[math]a_3 \cdot (x - \overline{x_1}) \cdot (x - \overline{x_2}) \cdot (x - \overline{x_3})[/math]

Giusto?

P.S: Ma per scomporre un polinomio di ennesimo grado esiste una formula (oltre la regola di Ruffini)? Perché trovare gli zeri di una equazione di terzo grado è già molto complesso...
xico87
xico87 - Mito - 28236 Punti
Rispondi Cita Salva
si può dimostrare (ma non chiedermi come) che oltre al grado 4 non ci sono formule risolutive per così dire "sistematiche".. quindi devi andare per tentativi (ruffini).
sì, la tua scomposizione del polinomio di grado 3 è corretta
Incognita X
Incognita X - Sapiens Sapiens - 1643 Punti
Rispondi Cita Salva
Ah perfetto! Almeno non rischio che il professore mi faccia risolvere un'equazione di grado superiore al terzo. La regola di Ruffini l'ho sempre detestata, perché non è proprio "matematica" e, come hai giustamente detto, bisogna procedere per tentativi... e se l'equazione fosse di ventesimo grado... due settimane dopo: Professore! Ho risolto!

Grazie ancora per le risposte!
xico87
xico87 - Mito - 28236 Punti
Rispondi Cita Salva
bhè, ti consiglio una risoluzione per via grafica a quel punto. però dubito che una calcolatrice che disegni il grafico delle funzioni passi inosservata
Incognita X
Incognita X - Sapiens Sapiens - 1643 Punti
Rispondi Cita Salva
No, a me interessa capire come veramente funzionano le cose. E poi le calcolatrici grafiche non risolvono nulla... se la matematica non si conosce, oltre al grafico non si può andare... si capirebbe subito che il grafico è stato ricavato da un calcolatore... basta fare qualche domandina sull'equazione.

Per i grafici comunque utilizzo MATLAB, ma lo uso solo per equazioni complesse.
xico87
xico87 - Mito - 28236 Punti
Rispondi Cita Salva
sì ma era per dire che nessuno si metterebbe a risolvere un'equazione troppo complessa.. è solo una perdita di tempo se posso arrivare a un risultato approssimato per via grafica (basta guardare all'incirca dove stanno gli zeri)
Incognita X
Incognita X - Sapiens Sapiens - 1643 Punti
Rispondi Cita Salva
Ottimo
ciampax
ciampax - Tutor - 29109 Punti
Rispondi Cita Salva
Incognita X: Ah perfetto! Almeno non rischio che il professore mi faccia risolvere un'equazione di grado superiore al terzo. La regola di Ruffini l'ho sempre detestata, perché non è proprio "matematica" e, come hai giustamente detto, bisogna procedere per tentativi... e se l'equazione fosse di ventesimo grado... due settimane dopo: Professore! Ho risolto!

Grazie ancora per le risposte!

La regola di Ruffini non è matematica? Bisogna procedere per tentativi? ma che cavolo stai a dire?

Regola di Ruffini: Sia
[math]p(x)=a_n x^n+\ldots+a_0[/math]
un polinomio di grado
[math]n[/math]
a coefficienti razionali (frazioni). Allora esiste un polinomio monico equivalente associato
[math]P(x)=x^n+A_{n-1} x^{n-1}+\ldots+A_0[/math]
che si ottiene dal precedente prendendo il minimo comune multiplo dei coefficienti e raccogliendo il coefficiente del termine di grado massimo tale che
i) se
[math]b\in\mathbb{Z}[/math]
è tale che
[math]P(b)=[/math]
allora
[math]P(x)=(x-b)\cdot Q(x)[/math]
dove
[math]Q(x)[/math]
è ancora monico di grado
[math]n-1[/math]
.
[math]b[/math]
si dice radice di
[math]P(x)[/math]
;
ii) indicati con
[math]b_j[/math]
i divisori del termine noto
[math]A_0[/math]
di
[math]P(x)[/math]
, allora le possibili radici intere di tale polinomio si ricercano all'interno di tali valori.
Come vedi la regola è un teorema elegantemente enunciato, dimostrabile, e la ricerca delle radici non si fa "a caso", ma si segue uno schema preciso!

Non sparate cazzate sulla matematica, per favore!
Incognita X
Incognita X - Sapiens Sapiens - 1643 Punti
Rispondi Cita Salva
ciampax: Non sparate cazzate sulla matematica, per favore!

Un po' di rispetto sarebbe gradito. Grazie.
xico87
xico87 - Mito - 28236 Punti
Rispondi Cita Salva
pure io sono sempre andato per tentativi, non mi avevano mai spiegato che fosse così
:lol:lol:lol
Incognita X
Incognita X - Sapiens Sapiens - 1643 Punti
Rispondi Cita Salva
xico87: pure io sono sempre andato per tentativi, non mi avevano mai spiegato che fosse così
:lol:lol:lol
E' vero. Ringrazio Ciampax per la spiegazione, però qualche sedativo ci vorrebbe.
ciampax
ciampax - Tutor - 29109 Punti
Rispondi Cita Salva
Non mi pare di averti offeso! Ho detto solo di non sparare cazzate!
Anche perché, dal mio punto di vista, il primo ad offendere dicendo che la Regola di Ruffini è una cavolata (tra parentesi) sei stato tu! :asd
Incognita X
Incognita X - Sapiens Sapiens - 1643 Punti
Rispondi Cita Salva
ciampax: Non mi pare di averti offeso! Ho detto solo di non sparare cazzate!
Anche perché, dal mio punto di vista, il primo ad offendere dicendo che la Regola di Ruffini è una cavolata (tra parentesi) sei stato tu! :asd
Ok, ho male interpretato, chiedo scusa. Solo non mi aspettavo una risposta troppo "schietta". :lol

Non ritenevo la regola di Ruffini una cavolata. I professori delle medie inferiori/superiori spiegano che è necessario fare qualche tentativo per trovare un "numeretto" (che annulla il polinomio se sostituito all'incognita) da inserire in basso a sinistra della tabella di Ruffini, per svolgere i calcoli. Uno studente, a meno di una super conoscenza della matematica, difficilmente metterà in dubbio le parole dei professori. Così gli studenti sono convinti che la regola di Ruffini non è proprio scientifica. Nessuno prima d'ora mi aveva spiegato la regola di Ruffini in modo formale.

Gentilmente, potresti farmi un esempio numerico prendendo un polinomio qualsiasi. Perché non avendo una mentalità matematica, le lettere in una formula mi turbano non poco.

Pagine: 12

Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 248 Punti

Comm. Leader
Antonio-P

Antonio-P Blogger 1954 Punti

VIP
Registrati via email