matteo28
matteo28 - Sapiens - 325 Punti
Salva
ciao a tutti mi potete spiegare questo problema? grazie 1000 :D
Ali Q
Ali Q - Mito - 23939 Punti
Salva
Questo problema, per poter essere risolto, si basa sul PRIMO TEOREMA DI EUICLIDE.
Secondo questo teorema "in un triangolo rettangolo il quadrato costruito su un cateto e' equivalente ad un rettangolo avente per lati l'ipotenusa e la proiezione del cateto sull'ipotenusa".

Nel nostro caso, dunque, il primo calcolo consiste nell'applicare questo teorema per determinare il cateto b.
b^2 = b2 x c = 8 x 18 = 144 cm
Quindi b = √144 = 12 cm

La proiezione del cateto a sull'ipotenusa (chiamomola a2) è presto determinata:
a2 = c -b2 = 18 -8 = 10 cm
Il secondo calcolo consiste dunque o nell'applicare nuovamente qil teorema di Euclide per determinare il cateto a, oppure nel determinare il cateto a grazie al teorema di Pitagora.
a^2 = a2 x c = 10 x 18 = 180 cm
Quindi b = √180 = 6√5 cm
a = √(c^2 -b^2) = √(18^2 -12^2) = √(324 -144) = √180 = 6√5

Il terzo calcolo permette, attraverso il coseno, di determinare l'ampiezza dell'angolo tra b e c.
Chiamo 1 l'angolo tra b e c.
cos (1) = b/c = 2/3 = 0,6666666
arcos(2/3) = 48,18° circa


Il quarto calcolo è una sottrazione: sapendo che in un triangolo rettangolo la somma dei due angoli acuti è pari a 90°....
Chiamo 2 l'angolo tra a e c:
2 = 90° - 1 = 90° -48,18° = 41,82° (circa)

Fine. Ciao!
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di giugno
Vincitori di giugno

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Mikisidori

Mikisidori Geek 42 Punti

VIP
Registrati via email