nashira93
nashira93 - Genius - 1804 Punti
Rispondi Cita Salva
Ciao ragazzi... sikkome ho dovuto leggere bene 2 libri.. e ora mi rimane uno degli ultimi che non ho comprato e non comprero'... percho devo leggerne un altro...
vi chiederei un favore enorme...mi servirebbe un semplice riassunto e un semplice commento del libro "IL GIORNO DELLA CIVETTA"...
PER FAVORE... GRAZIEEE!
apona88
apona88 - Genius - 37906 Punti
Rispondi Cita Salva
ciao, allora questo è il riassunto e questo è il commento:

“Il Giorno Della Civetta” è un’opera con personaggi e luoghi del tutto inventati ambientata in un piccolo borgo siciliano nel periodo del secondo dopoguerra. La trama della storia nasce da un omicidio di un certo signor Colasberna nei pressi di una strada molto trafficata. Da qui scattano le indagini da cui poi verrà messa in evidenza la professionalità di chi conduce le indagini e l’omertà dei siciliani che vivono ogni giorno a contatto con la Mafia, che è un fenomeno diffuso a cui però non si da voce, non lo si affronta ma lo si vive passivamente con tutti i suoi lati negativi (a questo punto l’opera da romanzo giallo diventa una descrizione realistica sull’antimafia).
I personaggi della storia, come viene evidenziato dallo scrittore, possono essere divisi in tre categorie principali: gli uomini, i mezzi uomini e i quaquaraquà. Come “uomo” possiamo prendere in analisi il personaggio del Capitano Bellodi che viene descritto come un uomo come tutti gli altri che possiede dentro di se il grande desiderio di svolgere con professionalità il suo lavoro, al fine di far comprendere agli uomini il vero significato che la Mafia ha per l’Italia e soprattutto per la Sicilia, dove la gente è ancora convinta che la malavita e il fascismo siano elementi di sviluppo per la propria terra. Bellodi è un uomo professionale e determinato ma che comunque da peso ai suoi sentimenti che lasciano intravedere la sua emotività come si può vedere nelle pagine trattanti l’uccisione del confidente e il ritorno a Parma (sua città d’origine)
I così detti “mezzi uomini” sono coloro che possiamo identificare nella figura del confidente. Egli è un Siciliano del popolo che cerca però di emergere dal fenomeno dell’omertà , collaborando con la giustizia anche se internamente è tormentato dal fatto che il prezzo delle sue azioni saranno pagate con la sua stessa vita per mezzo degli uomini di Mafia che l’autore definisce quaquaraqua cioè individui che non rappresentano nemmeno la metà di quello che è un uomo, vivendo nell’ombra della malavita per paura di affrontare il mondo guardando in faccia i problemi che si affrontan nella vita come avviene con i personaggi di Pizzuco e Don Mariano Arena.
Ne “Il Giorno Della Civetta”si ha di conseguenza una mescolanza di questi tre generi di individui che vorrebbero dominare chi uni sugli altri
La problematica più forte che si viene quindi a creare è l’obiettivo da parte di Bellodi di salvare la situazione apparendo un uomo comune e non come uomo di legge venuto dal nord per rovesciare la politica in Sicilia.

L’opera si presenta abbastanza interessante anche se spesso viene posto un freno alle vicende narrate. Con questo fattore però Sciascia cerca di dare uno sprono per annullare questo problema.
nashira93
nashira93 - Genius - 1804 Punti
Rispondi Cita Salva
ma una cOsa + corta?? per favore!
apona88
apona88 - Genius - 37906 Punti
Rispondi Cita Salva
questo??

Leonardo Sciascia pubblicò questo romanzo nel 1961. Allora, nelle parole dell'autore stesso, "sulla mafia esistevano degli studi, studi molto interessanti, classici addirittura: esisteva una commedia di un autore siciliano che era un'apologia della mafia e nessuno che avesse messo l'accento su questo problema in un'opera narrativa di largo consumo". La stessa parola 'mafia' era usata con tutte le cautele e quasi di malavoglia. Eppure noi sappiamo che proprio in quegli anni avveniva la radicale trasformazione che spostò la mafia dal mondo agrario a quello degli appalti, delle commesse e di altre realtà 'cittadine', non più regionali ma nazionali e internazionali.
Lo scrittore Sciascia irrompe dunque in questa realtà come nominandola per la prima volta. Basta leggere la pagina iniziale de "Il giorno della civetta" per capire che essa finalmente cominciava a esistere nella parola. Sciascia sottopose il testo a un delicato lavoro di limatura, riducendolo ai tratti essenziali con l'arte del 'cavare': e, visto a distanza di anni, tale lavoro si rivela più che mai un'astuzia dell'arte.

estratto dal sito: http://www.bol.it/libri/scheda/ea978884591675.html
nashira93
nashira93 - Genius - 1804 Punti
Rispondi Cita Salva
questo è il riassunto?? o commento<?
apona88
apona88 - Genius - 37906 Punti
Rispondi Cita Salva
questo è il commento...il riassunto è questo:
http://it.wikipedia.org/wiki/Il_giorno_della_civetta
nashira93
nashira93 - Genius - 1804 Punti
Rispondi Cita Salva
ok grazie
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 248 Punti

Comm. Leader
ellis.ant.1

ellis.ant.1 Geek 121 Punti

VIP
Registrati via email