• Latino
  • Vi prego versione di latino urgenteeeeee

    closed post best answer
milito1000
milito1000 - Habilis - 186 Punti
Salva
Aiutatemi non riesco a tradurre questa versione, che si trova nel libro lingua e cultura latina 1 pag. 382 n°65, grazie della disponibilità!!!

Imperatoris Augusti aetate Roma maxime floruit. Augustus enim Romano imperio multas regiones adiecit:Aegyptum, Cantabriam, Dalmatiam, Pannoniam, quitaniam, Illyricum, Raetiamque; populo Romano praetera Vindelici quoque et Salassi oboediebant, gentes ferae et indomitae, quae in Alpibus habitabant, et multae Asiae Minoris maritimae civitates. Ab Augusti ducibus Daci Germanique victi sunt et trans Rhenum summoti (sunt). Persae, gens admodum Romanis infesta, Augusto non solum obsides dederunt sed etiam reddiderunt signa, quae post Romanorum cladem apud Carras Crasso ademerant. Scythae et Indi per legatos magnam auri copiam Augusto imperatori dono miserunt. Is Romam splendidis aedificiis ornavit, semper non suae sed populi utilitati rem publicam administravit nec ulli umquam invidiae fuit; post mortem a senatu Divus appellatus est. Apud Vergilium poetam, qui sub Augusto vixit, sic de Romanorum imperio legimus:<<Romanorum officium est regere populos, imponere morem(una norma) paci, parcere victis, debellare superbos>>.

Grazie mille anticipatamente!!!!!
ShattereDreams
ShattereDreams - VIP - 99865 Punti
Salva
Roma fiorì soprattutto nell'età dell'imperatore Augusto. Augusto infatti aggiunse all'impero romano molte regioni: l'Egitto, la Cantabria, la Dalmazia, la Pannonia, l'Aquitania, l'Illirico, la Rezia; al popolo Romano inoltre obbedivano anche i Vandali e i Salassi, popoli feroci e indomiti, che abitavano sulle Alpi, e molte città marittime in Asia Minore. Inoltre dai comandanti di Augusto furono sconfitti i Daci e i Germani e spinti oltre il fiume Reno. I Persiani, popolo molto ostile ai Romani, non solo si consegnarono ad Augusto come ostaggi ma restituirono anche le insegne, che dopo la sconfitta dei Romani avevano sottratto a Crasso presso Carre. Gli Sciti e gli Indi tramite i luogotenenti inviarono a Roma una gran quantità d'oro in dono all'imperatore Augusto. Egli ornò Roma con splendidi edifici, amministrò sempre lo stato non per l'utilità sua ma del popolo e non ci fu mai invidia; dopo la morte fu chiamato dal senato "Divo". Presso il poeta Virgilio, che visse sotto Augusto, così leggiamo dell'impero Romano: «È compito dei Romani governare i popoli, imporre una norma di pace, risparmiare i vinti, sconfiggere i superbi».



:hi
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 341 Punti

Comm. Leader
ifabio

ifabio Admin 1334 Punti

VIP
Registrati via email