• Latino
  • Versione urgentissima..giuro che nn ci riesco,nn è per pigrizia:'(

daddo--093
daddo--093 - Genius - 2711 Punti
Rispondi Cita Salva
VI PREGO..TRADUCETEMI QUESTA VERSIONE..NON CI RIESCO..BOH..NON HO CAPITO PROPRIO NULLA..
:(:(
Unguentarios lacedaemonii urbe expulerunt illosque propere excedere e finibus suis iusserunt, dicentes hos homines oleum disperdere et mollitiem ac luxum Lacedaemonem inferre. Idem sensisse Vespasianus imperatur videtur. Cum enim quidam iuvenis, flagrans unguento ad imperatorem accessisset ut ei gratias ob acceptum beneficium ageret, ille, ne ullam occasionem mores corrigendi praetermitteret, eum, severo vultu intuens, ita crepuit: “Pudeat te feminas imitari. Suavius oleres, si alium oleres”. Agesilaus, Lacedaemoniorum rex, omnibus anni temporibus una semper induebatur veste et, cum in castris vitam agebat, lectum non molliorem militum lectis habere eum non pigebat. Dicere enim solebat principem decere non mollitie vel deliciis, sed temperantia et fortitudine, privatis hominibus praestare. Idem vitae institutum etiam senex adhibuit et cuidam, percontanti cur acerrimo hiemis tempore solo pallio indutus ambularet: “Principem-inquit-decet iuvenes temperatiam docere."
morPhine
morPhine - Genius - 3866 Punti
Rispondi Cita Salva
Gli spartani allontanarono dalla città i profumieri e ordinarono che quelli si allontanassero velocemente dai confini poichè dicevano che questi dissipavano l'olio e che spingevano gli spartani verso l'effemminatezza e la lussuria. Sembra che anche l'imperatore Vespasiano avesse pensato la stessa cosa. Quando infatti un certo giovane si era presentato all'imperatore profumato da un olezzo (profumo) per avere (inseguire) da lui i favori per un beneficio (per avere un privilegio) egli per non lasciarsi alcuna occasione per correggere i cattivi costumi, oscuro (severo) in volto si rivolse verso di lui guardandolo attentamente (e) strepitò in questo modo: "Vergognati di imitare le femmine, è piacevole che tu mandi un odore (che tu profumi) (ma solo) se tu profumi di aglio. Agesilao re degli spartani in tutte le stagioni (anni temporibus) si ricopriva con (la solita) veste e quando (conduceva la vita) viveva in accampamento non gli dispiaceva avere il letto non più morbido del letto dei soldati. Soleva dire infatti che il capo doveva dimostrare ai propri uomini (di essere superiore) non con la debolezza o con i lussi ma con l'equilibrio e la resistenza. La stessa regola di vita dimostrò anche da vecchio e a qualcuno che gli domandava prchè anche con il cattivo tempo invernale andasse vestito con un mantello solo, rispondeva (lett:rispose): "è bene insegnare ai giovani la moderazione".
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

eleo

eleo Moderatore 18210 Punti

VIP
Registrati via email