• Latino
  • versione urgente di latino!!

miticoranda
miticoranda - Sapiens - 346 Punti
Rispondi Cita Salva
ciao mi servirebbe un aiuto per tradurre questa versione...è molto importante!!aiutatemi vi pregoo...

Contra Afros bellum susceptum est primum Ap.Claudio Q.Fulvio consulibus. In Sicilia contra eos pugnatum est et Ap.Claudius de Afris et rege Siciliae Hierone triumphavit. Insequenti anno Valerio Marco et Octacilio Crasso consulibus in Sicilia a Romanis res magnae gestae sunt, quinquaginta civitates in fidem acceptae sunt. Tertio anno in Sicilia contra Hieronem, regem Siculorum, bellum paratum est. Afri in Sicilia victi sunt et de his secundo Romae triumphatum est. Quinto anno Punici belli, quod contra Afros gerebatur, primum Romani C. Duilio et Cn. Cornelio consulibus in mari dimicaverunt, paratis navibus rostratis, quas Liburnas vocant. Duilius, commisso proelio, Carthaginiensium ducem vicit, triginta et unam naves cepit, quattuordecim mersit, septem milia hostium cepit, tria milia occidit. Neque ulla victoria Romanis gratior fuit, quod invicti terra iam etiam mari plurimum poterant. C.Aquilo Floro L.Scipione consulibus Scipio Corsicam et Sardiniam vastavit, multa milia inde captivorum adduxit, triumphum egit.
SuperGaara
SuperGaara - Mito - 120308 Punti
Rispondi Cita Salva
Contra Afros bellum susceptum est primum Ap. Claudio Q. Fulvio consulibus. In Sicilia contra eos pugnatum est et Ap. Claudius de Afris et rege Siciliae Hierone triumphavit. Insequenti anno Valerio Marco et Otacilio Crasso consulibus in Sicilia a Romanis res magnae gestae sunt. Tauromenitani, Catinenses et praeterea quinquaginta civitates in fidem acceptae. Tertio anno in Sicilia contra Hieronem, regem Siculorum, bellum paratum est. Is cum omni nobilitate Syracusanorum pacem a Romanis impetravit deditque argenti ducenta talenta. Afri in Sicilia victi sunt et de his secundo Romae triumphatum est. Quinto anno Punici belli, quod contra Afros gerebatur, primum Romani C. Duillio et Cn. Cornelio Asina consulibus in mari dimicaverunt paratis navibus rostratis, quas Liburnas vocant. Consul Cornelius fraude deceptus est. Duillius commisso proelio Carthaginiensium ducem vicit, triginta et unam naves cepit, quattuordecim mersit, septem milia hostium cepit, tria milia occidit. Neque ulla victoria Romanis gratior fuit, quod invicti terra iam etiam mari plurimum possent. C. Aquilio Floro L. Scipione consulibus Scipio Corsicam et Sardiniam vastavit, multa milia inde captivorum adduxit, triumphum egit.

Contro gli Africani fu intrapresa la guerra essendo consoli A. Claudio per la prima volta e Q. Fulvio. Fu combattuto contro di loro in Sicilia e Ap. Claudio celebrò il trionfo sugli Africani e sul re di Sicilia Gerone. L'anno dopo essendo consoli Valerio Marco e Otacilio Crasso furono compiute grandi cose dai Romani in Sicilia. I Tauramenitani, i Catinesi ed altre cinquanta città furono accolte in protezione. Il terz'anno in Sicilia si preparò la guerra contro Gerone, re Siciliano. Egli con tutta la nobiltà dei Siracusani ottenne dai Romani la pace e diede duecento talenti d'argento. Gli Africani in Sicilia furono vinti e per loro a Roma si celebrò il trionfo un'altra volta. Nel quint'anno della prima guerra che si faceva contro gli Africani, essendo consoli C. Duilio e Cn. Cornelio Asina, per la prima volta i Romani combatterono per mare apprestando le navi rostrate che chiamano Liburne. Il console Cornelio fu sorpreso in un agguato. Duilio, attaccata battaglia, vinse il duce Cartaginese, prese trentuna nave, ne affondò quattordici, catturò settemila nemici, tremila ne uccise. Nè alcuna vittoria fu più grata ai Romani, giacchè inviti in terra ormai avevano pure gran potenza sul mare. Essendo consoli C. Aquilio Floro e L. Scipione, Scipione devastò la Corsica e la Sardegna, ne trasse molte migliaia di prigionieri, celebrò il trionfo.
Noel
Noel - Eliminato - 36674 Punti
Rispondi Cita Salva
Ho trovato solo un pezzo:

Quinto anno Punici belli, quod contra Afros gerebatur, primum Romani C. Duilio et Cn. Cornelio consulibus in mari dimicaverunt, paratis navibus rostratis, quas Liburnas vocant. Duilius, commisso proelio, Carthaginiensium ducem vicit, triginta et unam naves cepit, quattuordecim mersit, septem milia hostium cepit, tria milia occidit. Neque ulla victoria Romanis gratior fuit, quod invicti terra iam etiam mari plurimum poterant.C.Aquilo Floro L.Scipione consulibus Scipio Corsicam et Sardiniam vastavit, multa milia inde captivorum adduxit, triumphum egit.

Durante il quinto anno della guerra punica, che continuava contro gli Africani, i Romani combatterono per la prima volta sul mare. Nel consolato di Caio Duilio e di Cneo Cornelio Asina si fornirono di vascelli rostrati che vengono dette liburne. Il console Cornelio cadde vittima di un tranello. Duilio, si unì alla battaglia, sconfisse il comandante dei cartaginesi, catturò trentuno delle loro navi, affondandne quattordici, prese settemila prigionieri nemici e ucciendone tremila;Nessun'altra vittoria riuscì mai ai Romani più gradita di questa, dato che ora erano non soltanto invincibili per terra, ma anche potenti in mareSotto il consolato di C. Aquilio Floro e L. Scipione, Scipione devastò la Corsica e la Sardegna, ne trasse molte migliaia di prigionieri, celebrò il trionfo.
jerichocane
jerichocane - Erectus - 51 Punti
Rispondi Cita Salva
vorrei specificare che, per rendere in una forma migliore, frasi come "essendo consoli Valerio Marco e Otacilio Crasso" possono essere tradotte in forma nominale, cioè :"sotto il consolato di Valeri0 Marco e Otacilio Crasso"

____________________________________________________________________________

grazie a tutti X le utilissime versioni!!!!!!!!!!!!1

...era l' agente Ronald Taverner, un tipo cazzuto, e i tipi cazzuti nn si tolgono la vita....W Southland Tales e W Richard Kelly!!!
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email