• Latino
  • versione...un aiuto ...grz mille

    closed post
tauch92
tauch92 - Genius - 2125 Punti
Rispondi Cita Salva
mi aiutate in questa versione per favore non riesco a tradurla ci sono kose ke nn conosco...ho cercato anke su internet ma nn è uguale a questa

<il filosofo è il vero ricco>
Diogenes philophus Athenis angustiorem cupam pro domicilio habebat.Catinum ligneum tantum in cupa philosophus possidebat.Quin etiam idem cum puerulum vidit qui manibus aquam hauriebat,statim et catinum longius abiecit.Olim Alexander Magnus rex ad philosophum venit eique dixit:<<Macedoniae,Graeciae et Asiae dominus ego sum:ergo totius orbis terrarum rex potenitissimus sum.Quoniam maximas divitias ac infinitam potestatem habeo ,pro Diogene omnia faciam,si ipse petiverit>>.Cui statim philosophus:<<hoc unum peto -inquit-;locum istum paulum muta,quia solem videre non possum>>.Tunc,perturbatus,Alexander discessit atque comitibus:<<Diogenes philosophus-inquit-,quia veram sapientiam possidet,divitior ec felicior quam Alexander rex profecto est>>
SuperGaara
SuperGaara - Mito - 120308 Punti
Rispondi Cita Salva
Hai provato a tradurla? Se sì, posta la tua traduzione che provo a correggerla ;)
tauch92
tauch92 - Genius - 2125 Punti
Rispondi Cita Salva
no nn ciò provato perkè nn conosco molte cose per favore potresti tradurla tu...se si mi faresti un grande favore...io intanto gg provvedo a tradurmi le altre versione ke sicuramente so fare...grz per l'aiuto...:thx per favore non conosco un sacco di cose veramente nn lo dicoo solo per farmi fare la versione altrimenti avrei postato le altre...per favore...grz
SuperGaara
SuperGaara - Mito - 120308 Punti
Rispondi Cita Salva
L'ho tradotta:

Diogenes philophus Athenis angustiorem cupam pro domicilio habebat.Catinum ligneum tantum in cupa philosophus possidebat.Quin etiam idem cum puerulum vidit qui manibus aquam hauriebat,statim et catinum longius abiecit.Olim Alexander Magnus rex ad philosophum venit eique dixit:<<Macedoniae,Graeciae et Asiae dominus ego sum:ergo totius orbis terrarum rex potenitissimus sum.Quoniam maximas divitias ac infinitam potestatem habeo ,pro Diogene omnia faciam,si ipse petiverit>>.Cui statim philosophus:<<hoc unum peto -inquit-;locum istum paulum muta,quia solem videre non possum>>.Tunc,perturbatus,Alexander discessit atque comitibus:<<Diogenes philosophus-inquit-,quia veram sapientiam possidet,divitior ec felicior quam Alexander rex profecto est>>

Ad Atene il filosofo Diogene aveva come casa una capanna molto angusta. Nella capanna il filosofo possedeva solo un catino di legno. Anzi lui stesso quando vide un giovinetto che sprecava l’acqua con le mani, gettò subito il catino più lontano. Una volta il re Alessandro Magno giunse dal filosofo e gli disse: “Io sono il signore della Macedonia, della Grecia e dell’Asia: quindi sono re potentissimo di tutto il mondo. Poiché ho grandissime ricchezze e infinito potere, per Diogene farei di tutto, se lui stesso [lo] chiedesse”. A questo il filosofo disse subito: ”Chiedo solo questo: cambia un po’ questo luogo, poiché non posso vedere il sole”. Allora, turbato, Alessandro se ne andò e disse ai compagni: “Il filosofo Diogene, dal momento che possiede la vera sapienza, è certamente più ricco e più felice del re Alessandro”.
paraskeuazo
paraskeuazo - Genius - 74901 Punti
Rispondi Cita Salva
Immaginavo che la stavi traducendo, meno male che mi sn fermato in tempo :lol
SuperGaara
SuperGaara - Mito - 120308 Punti
Rispondi Cita Salva
Ehehe...si scusa non avevo scritto che la stavo facendo :lol

Vabbè chiudo il topic :hi
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Gloongo

Gloongo Geek 3656 Punti

VIP
Registrati via email