• Latino
  • versione per favore aiuto

    closed post
saratest
saratest - Sapiens - 521 Punti
Rispondi Cita Salva
Hasdrubal Carthaginiensis, Hannibal frater, dux fuit strenuo peritusque. Bello Punico secundo, ingenti in Hispania exercitu comparato, Pyrenaeis montibus alpibusque superatis, in Italiam descendit adiuturus Hannibalem cum Romanis dimicantem. Sed, cum coniuunturus erat copias suas cum fra tris exercitu,Romanorum senatu duos(due) exercitus consulares contra eum misit. Apud Metaurum lumen Hasdrubal cum consulibus Livio Salinature et Claudio Nerone conflixit: Carthaginiensium dux, acie in planitie contra Romanos instructa, proelii signum dedit atque in hostium agmina elephantos immisit. Iam Romani, ignotarum beluarum specie perterriti, in castra recessuri erant,cum repente Claudius consul a dextero cornu cum equitatu in Charthaginienses impetum fecit et brevi tempore proelii exitum mutavit. Hasdrubal, milites suos cedentes videns, exemplo ac verbis eorum animos confirmavit, fugientes revocavit et compluribus locis pugnam restituit. Sed postremo, graviter vulneratus atque ab hostibus undique circumdatus, strenue pugnans cecidit

Potete aiutarmi ho qualche difficoltà in più punti
Grazie
Mario
Mario - Genius - 37169 Punti
Rispondi Cita Salva
Hasdrubal Carthaginiensis, Hannibal frater, dux fuit strenuo peritusque. Bello Punico secundo, ingenti in Hispania exercitu comparato, Pyrenaeis montibus alpibusque superatis, in Italiam descendit adiuturus Hannibalem cum Romanis dimicantem. Sed, cum coniuunturus erat copias suas cum fra tris exercitu,Romanorum senatu duos(due) exercitus consulares contra eum misit. Apud Metaurum lumen Hasdrubal cum consulibus Livio Salinature et Claudio Nerone conflixit: Carthaginiensium dux, acie in planitie contra Romanos instructa, proelii signum dedit atque in hostium agmina elephantos immisit. Iam Romani, ignotarum beluarum specie perterriti, in castra recessuri erant,cum repente Claudius consul a dextero cornu cum equitatu in Charthaginienses impetum fecit et brevi tempore proelii exitum mutavit. Hasdrubal, milites suos cedentes videns, exemplo ac verbis eorum animos confirmavit, fugientes revocavit et compluribus locis pugnam restituit. Sed postremo, graviter vulneratus atque ab hostibus undique circumdatus, strenue pugnans cecidit.

Asdrubale il cartaginese, fratello di Annibale, fu comandante strenue e esperto. Nella seconda guerra punica, preparato un esercito ingente in Spagna, superati monto Pirenei e le Alpi, si diresse in Italia per aiutare Annibale che lottava contro i romani. Ma quando stava per unire le sue truppe con l'esercito del fratello, il senato dei romani mandò contro quello due eserciti consolari. Presso il Metauro Asdrubale lottò con i consoli Livio Salinatore e Claudio Nerone: il comandante dei cartaginesi, allestita la schiera in pianura contro i romani, diede il segnale della battaglia e mandò contro lo scontro dei nemici degli elefanti. Già i Romani, atterriti dalla sconosciuta razza degli animali, stavano per ritirarsi nell'accampamento, quando all'improvviso il console Claudio fece impeto contro i cartaginesi dal destro corno con la cavalleria e in breve tempo mutò l'esito dello scontro. Asdrubale, vedendo che i suoi soldati cadevano, rafforzò i loro animi con l'esempio e le parole, richiamò quelli che fuggivano e restituì la battaglia in molti luoghi. Ma alla fine, ferito gravemente e circondato da ogni parte dai nemici, combattendo strenuamente morì.
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email