• Latino
  • VERSIONE PER DOMANI... (21364)

Manuele
Manuele - Sapiens - 328 Punti
Rispondi Cita Salva
La versione è questa :

Cum Pompeius aedem Victoriae dedicaturus esset, cuius gradus vicem theatri essent, nomenque eius et honores inscriberentur, quaeri coeptum est, utrum "consul tertio" inscribendum esset an "tertium". Eam rem Pompeius exquisitissime rettulit ad doctissimos civitatis, cumque dissentiretur et pars "tertio", alii "tertium" scribendum contenderent, rogavit Ciceronem Pompeius, ut, quod ei rectius videretur, scribi iuberet." Tum Ciceronem iudicare de viris doctis veritum esse, ne, quorum opinionem inprobasset, ipsos videretur inprobasse. "Persuasit igitur Pompeio, ut neque "tertium" neque "tertio" scriberetur, sed ad secundum usque "t" fierent litterae, ut verbo non perscripto res quidem demonstraretur, sed dictio tamen ambigua verbi lateret.

Gellio

Grazie mille.
silmagister
silmagister - Genius - 25278 Punti
Rispondi Cita Salva
Cum Pompeius aedem Victoriae dedicaturus esset, cuius gradus vicem theatri essent, nomenque eius et honores inscriberentur, quaeri coeptum est, utrum "consul tertio" inscribendum esset an "tertium". Eam rem Pompeius exquisitissime rettulit ad doctissimos civitatis, cumque dissentiretur et pars "tertio", alii "tertium" scribendum contenderent, rogavit Ciceronem Pompeius, ut, quod ei rectius videretur, scribi iuberet." Tum Ciceronem iudicare de viris doctis veritum esse, ne, quorum opinionem inprobasset, ipsos videretur inprobasse. "Persuasit igitur Pompeio, ut neque "tertium" neque "tertio" scriberetur, sed ad secundum usque "t" fierent litterae, ut verbo non perscripto res quidem demonstraretur, sed dictio tamen ambigua verbi lateret.

Mentre Pompeo stava per consacrare alla Vittoria un tempio , i cui gradini erano come quelli di un teatro, e vi venivano iscritti il suo nome e gli onori, ci si cominciò a chiedere, se doveva essere scritto « console "tertio" ( per la terza volta) » o « "tertium" ». Pompeo con grande ricercatezza riferì il fatto ai più colti della città, e, poichè si era in disaccordo e litigavano parte dicendo che dovesse essere scritto « tertio » , altri « tertium » , Pompeo chiese a Cicerone che ordinasse che fosse scritto ciò che ( quod ) gli sembrava più opportuno.
Allora Cicerone pensava che lui avesse temuto di aver disapprovato le persone stesse, la cui opinione avesse disapprovato. Convinse dunque Pompeo , che non fosse scritto né
« tertium » né « tertio », ma che lettere fossero incise ( fierent ) fino alla seconda " t " , affinchè il fatto fosse descritto da una parola non scritta per esteso, ma tuttavia vi si celasse una dicitura di significato ambiguo.


ciao Manuele :hi
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

ellis.ant.1

ellis.ant.1 Geek 121 Punti

VIP
Registrati via email