• Latino
  • VERSIONE PATROCLO COTIDIE LEGERE ECCO IL TESTO.. VI PREGO!

krono
krono - Erectus - 50 Punti
Rispondi Cita Salva
ne ho 3 x domani aiutatemi con questa!!

aiuto importantissimo versione latino patroclo 10 punti..ecco il testo!?
Tradunt Achillem, cuius virtus in bello Graecis maxime profuerat,a proeliis afuisse od iniuriam Agamemnonis,qui omnibus Graecis praeerat graviterque eius animum offenderat.Neque Ulixis eloquantia,neque preces amicorum, neque pretiosissima Agamemnonis dona Achillis iram placare potuerant.Itaque
huius auxilium Achivis deerat,quod, eis maxime oderat. Nam Hector, Troianorum dux, cum cognovit Achillem proeliis iam non interesse,magnum hostium caedem edidit eosque ad summam desperationem aduxit . Tum Patroclus,Achillis amicissimus,cum ad bellum eum revocare non potuisset,ad eo imperavit ut ipse cum armis Achillis pugnae contra Teucros interesset.Achilles amicum admonuit ne hostium telis nimis obnoxius procederat. Notus est Patrocum, immemorem consiliorum ac spe victoriae incensum,Hectorem provocavisse, cui nec virtus deerat nrc Apollinis auxilium, miseraeque morti ocubuisse

ne ho troppo bisogno vi prego!!
giu92d
giu92d - Genius - 7167 Punti
Rispondi Cita Salva
Ecco a Te:

Tradunt Achillem, cuius virtus in bello Graecis maxime profuerat,a proeliis afuisse od iniuriam Agamemnonis,qui omnibus Graecis praeerat graviterque eius animum offenderat.Neque Ulixis eloquantia,neque preces amicorum, neque pretiosissima Agamemnonis dona Achillis iram placare potuerant.Itaque
huius auxilium Achivis deerat,quod, eis maxime oderat. Nam Hector, Troianorum dux, cum cognovit Achillem proeliis iam non interesse,magnum hostium caedem edidit eosque ad summam desperationem aduxit . Tum Patroclus,Achillis amicissimus,cum ad bellum eum revocare non potuisset,ad eo imperavit ut ipse cum armis Achillis pugnae contra Teucros interesset.Achilles amicum admonuit ne hostium telis nimis obnoxius procederat. Notus est Patrocum, immemorem consiliorum ac spe victoriae incensum,Hectorem provocavisse, cui nec virtus deerat nrc Apollinis auxilium, miseraeque morti ocubuisse.

Narrano che Achille,il cui valore in guerra aveva grandemente giovato ai Greci,si fosse ritirato dai combattimenti per l'offesa di Agamennone, che era a capo di tutti i Greci e aveva offeso il suo animo pesantemente. Nè l'eloquenza di Ulisse, nè le preghiere degli amici, nè i preziosissimi doni di Agamennone avevano potuto placare l'ira di Achille. Perciò agli Achei veniva meno il suo sostegno, che a loro nuoceva moltissimo.
Allora Ettore, capo dei Troiani, quando seppe che Achille non prendeva più parte alle battaglie, fece grande strage di nemici e li spinse ad un'estrema disperazione. Allora Patroclo, molto amico di Achille,non avendo potuto riportarlo alla guerra,ottenne da lui di esser presente alla battaglia contro i Troiani con le armi di Achille. Achille ammonì l'amico a non avanzare in modo troppo esposto ai dardi dei nemici.
E' noto che Patroclo, dimentico dei consigli e acceso dalla speranza della vittoria, provocò Ettore, al quale non mancava nè il valore nè l'aiuto di Apollo, e incontrò una misera morte.


Ciao krono
:hi
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Suzy90

Suzy90 Moderatore 8655 Punti

VIP
Registrati via email