• Latino
  • versione latino semplice...

    closed post best answer
Tizianobruno
Tizianobruno - Erectus - 86 Punti
Salva
potreste tradurmi questo testo:
In Creta Daedalus et filius Icarus captivi erant. Magnum desiderium patriae Daedalo erat, sed rex Minos vias terrae et pelagi claudit; itaque vias caeli temptat:pinnis alas parat, cera(con la "a" lunga) ligat et suis humeris aptat. Deinde filio quoque alas aptat sed ita eum("lo";) admonet:-Fili mi, prudenter vola et flammas Phoebi vita!-. Dat oscula filio et evolant. Sed Icarus improvidus Daedali praeceptis non obtemperat; altius("troppo in alto";) volat et Phoebi flamma ceram alarum solvit. Tum miser puer frustra brachia sine alis agitat et, dum Daedalum vocat; animam exhalat in pelago quod("che" acc.neutro) nunc Icarium vocamus.
ShattereDreams
ShattereDreams - VIP - 99865 Punti
Salva
A Creta Dedalo e il figlio Icaro erano prigionieri. Dedalo aveva grande nostalgia della patria, ma il re Minosse chiude le vie di terra e di mare; pertanto tenta le vie del cielo: prepara ali e penne, le unisce con la cera e le adatta alle sue spalle. Poi adatta le ali anche al figlio ma lo esorta così: "Figlio mio, vola con prudenza ed evita le fiamme di Febo (ovvero del sole)!". Da baci al figlio e volano via. Ma l'imprudente Icaro non obbedisce ai precetti di Dedalo; vola troppo in alto e il calore del Sole scioglie la cera delle ali. Allora l'infelice giovane agita invano le braccia senza ali e, mentre chiama Dedalo, spira (cioè muore) nel mare che ora chiamiamo di Icaro.


:hi


Cristina
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 281 Punti

Comm. Leader
Max

Max Geek 692 Punti

VIP
Registrati via email