• Latino
  • versione latino: << l'età dell'oro>> aiutatemi!!!!!

marty_stefa
marty_stefa - Erectus - 50 Punti
Rispondi Cita Salva
veteres poetae de prima generis humani aetate mira et incredibilia scripserunt.
nam deus Saturnus pricis hominibus vitam beatam sine curis ac laboribus,sine morbis doloribusquemuneri dedit.
itaque heac(nom.=<<questa>>;)felix aetas appelata est <<aetas aunum impetum (acc.=<<la violenza>>;) neque caeli fulmina homines cognoscebant,sed ver perenne erat: terra inarata fruges
ferebat, arbores sponte(avv.) dulcia poma praebebant, omni tempore viridia prata multitudine fragrantium florum ornata erant.
inter animalia nullae erant inimicitiae: mites greges rapacium luporum insidias non timebant, feroces leones cum timidis cervis cibum communicabant.
homines omni cura et labore liberi vitam agebant: nondum atrocibus sceleribus, nondum acribus armis, nondum cruentis bellis omniummentes animique perturbabantur.

ringrazio tutti quelli che risponderanno!!!!!!!
dj142
dj142 - Genius - 12048 Punti
Rispondi Cita Salva
Gli antichi poeti scrissero molte cose mirabili e incredibili sulla prima età del genere umano. Infatti il dio Saturno, allora re degli dei e degli uomini, diede in dono agli uomini primitivi, una vita beata senza affanni e fatiche, senza malattie e dolori, senza timore della morte. Questà felice età era chiamata "età dell'oro". Infatti allora gli uomini non conoscevano la forza delle tempeste, la violenza dei mari e dei fiumi, nè i fulmini del cielo, ma il clima era sempre mite e salubre, perchè era perennemente primavera. La terra inarata portava copiosi frutti, gli alberi offrivano spontaneamente dolci frutti, in ogni tempo i verdi prati erano ornati da una moltitudine di fiori profumati. Tra gli animali non c'erano inamicizie: i mansueti greggi non temevano non temevano le insidie dei lupi voraci, i feroci leoni dividevano il cibo con i timidi cervi. Ugualmente gli uomini, liberi da ogni affanno e fatica, vivevano concordi in pace: non temevano gli atroci delitti, le armi mortali, le atroci guerre, gli animi e le menti.
marty_stefa
marty_stefa - Erectus - 50 Punti
Rispondi Cita Salva
dj142: Gli antichi poeti scrissero molte cose mirabili e incredibili sulla prima età del genere umano. Infatti il dio Saturno, allora re degli dei e degli uomini, diede in dono agli uomini primitivi, una vita beata senza affanni e fatiche, senza malattie e dolori, senza timore della morte. Questà felice età era chiamata "età dell'oro". Infatti allora gli uomini non conoscevano la forza delle tempeste, la violenza dei mari e dei fiumi, nè i fulmini del cielo, ma il clima era sempre mite e salubre, perchè era perennemente primavera. La terra inarata portava copiosi frutti, gli alberi offrivano spontaneamente dolci frutti, in ogni tempo i verdi prati erano ornati da una moltitudine di fiori profumati. Tra gli animali non c'erano inamicizie: i mansueti greggi non temevano non temevano le insidie dei lupi voraci, i feroci leoni dividevano il cibo con i timidi cervi. Ugualmente gli uomini, liberi da ogni affanno e fatica, vivevano concordi in pace: non temevano gli atroci delitti, le armi mortali, le atroci guerre, gli animi e le menti.

ti ringrazio x avermi risposto!!!!!!!!!!!!
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 248 Punti

Comm. Leader
Registrati via email