• Latino
  • versione latino : La libertà non ha prezzo

davidominus
davidominus - Sapiens Sapiens - 844 Punti
Rispondi Cita Salva
Titolo: La libertà non ha prezzo
Autore: Fedro

Lupus fame afflictus cani perpasto forte occurrit: << Quare – ait lupus – sic, quaeso, nites? Quomodo corpus tuum tam pingue fecisti? Ego, autem, quamquam fortis et ferox, fame pereo>>. Canis simpliciter respondet: <<Commoda vero est condicio mea, quia domino officium meum praesto>>. <<Quod (= quale) officium?>> inquit canis. <<Ego custos sum, domini mei villam a furibus noctu custodio. Quapropter dominus ultro de mensa sua panem et ossa mihi dat et sine labore ventrem meum sic impleo. Si par officium praestabis, tu quoque a domino beneficia accipies>>. Cui lupus: <<Ego vero paratus sum: nunc in silvis asperam vitam ago quia nives, imbres famemque tolerare debeo. Facile est sub tecto vivere et in otio largum cibum accipere!>> <<Veni ergo mecum>>. Dum procedunt, lupus aspicit canis collum catena detritum. <<Cur, amice, pilum colli tam tritum habes?>> <<Nugae sunt. Nam luce clara et nocte domini servi collum meum catena vinciunt, crepuscolo autem, catena solutus, discurro>>. Tum lupus: << Commoda tua serva, amice; ego vero libertatem meam cum bona fortuna tua non commutabo!>>

Questa risposta è stata cambiata da paraskeuazo (21-03-08 12:57, 8 anni 8 mesi 23 giorni )
paraskeuazo
paraskeuazo - Genius - 74901 Punti
Rispondi Cita Salva
Ok aspetta che te la traduco ;)
davidominus
davidominus - Sapiens Sapiens - 844 Punti
Rispondi Cita Salva
grazie paraskeuazo
paraskeuazo
paraskeuazo - Genius - 74901 Punti
Rispondi Cita Salva
Ecco fatto:

Un lupo affilitto dalla fame si imbattè per caso in un cane ben nutrito: << Perchè, di grazia – disse il lupo – sei così ben pasciuto? In che modo hai reso il tuo corpo così tanto grasso? Io, invece, sebbene forte e feroce, muoio di fame>>. Il cane rispose semplicemente << è veramente vantaggiosa la mia condizione, poichè presto servizio al mio padrone>>. <<Quale servizio? >> e il cane disse: <<Io sono il custode, della villa del mio padrone, la proteggo dai ladri di notte. Per questo il padrone mi da spontaneamente dalla sua tavola il pane e le ossa e senza faticare rimepio così la mia pancia. Se presterai pari servizio, anche tu riceverai benefici dal padrone>>. E il lupo a quello: <<Io sono davvero pronto: ora vivo nelle foreste e devo tollerare le nevi, le pioggie e la fame. E' facile invece vivere sotto un tetto e ricevere in ozio abbondante cibo!>> <<Vieni allora con me>>. Mentre camminavano, il lupo vide al collo del cane una catena. <<Perché, amico, hai al collo un bastone tanto logoro>> <<Ah non è niente di che, infatti di notte i servi del padrone legano il mio collo alla catena, e all'alba poi, scorrazzo sciolto dalla catena>>. Allora il lupo:
<< è vantaggiosa la tua vita da schiavo mio caro; io però non scambierò la mia libertà con la tua buona sorte!>>
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email