• Latino
  • versione - la guerra civile fra cesare e pompeo!! help!!!!

ooOO Nicole OOoo
ooOO Nicole OOoo - Sapiens - 570 Punti
Rispondi Cita Salva
la versione si chiama la guerra civile fra Cesare e Pompeo di Eutropio
ho già guardato in giro ma questa non l'ho trovata e non riesco a tradurla
mi date una mano?? help!! :cry :cry

Caesare auctore, bellum civile exsecrandum et lacrimabile ortum est, quo praeter calamitates, quae in proeliis acciderunt, etiam populi Romani fortuna mutata est. Caesar enim, rediens ex Gallia victor, coepit poscere alterum consolatum atque ita au ei deferretur sine ulla dubitstione. Marcellus consul, Pompeius, Cato ei obstiterunt et senatus iussit eum, dimissis exercitibus, Romam redire.
Sed Caesar senatui parere noluit et Arimino, ubi milites congregatos habebat, arma contra patriam intulit. Cum omnibus constaret Caesaris milites validissimos et fortissimos esse, consules cum Pompeio senatusque omnis atque universa nobilitas Roma fugerunt et in Graesiam transierunt ad bellum parandum. Nam apud Epirum, Maceniam, Achaiam, Pompeio duce, senatus magnas copias contrahere coepit.
Caesar, vacuam urbem ingressus, dictatorem se fecit; inde in Hispaniam contendit, ubi tres Pompei exercitus superavit. Cum postea in Graeciam transisset, advesus Pompeius sequi noluit. Caesar eius consilium reprehendit: " Pompeius - inquit - fortis vir bonusque imperator est, sed vincere nescit." Deinde in Thessalia apud Pharsalum pugnatum est: Pompeius victus fugatusque in Aegyptum contendit, a rege Ptolemaeo auxilia petitum.


GRAZIE MILLE IN ANTICIPO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! :thx :thx :thx
silmagister
silmagister - Genius - 25278 Punti
Rispondi Cita Salva
Caesare auctore, bellum civile exsecrandum et lacrimabile ortum est, quo praeter calamitates, quae in proeliis acciderunt, etiam populi Romani fortuna mutata est. Caesar enim, rediens ex Gallia victor, coepit poscere alterum consolatum atque ita ut ei deferretur sine ulla dubitstione. Marcellus consul, Pompeius, Cato ei obstiterunt et senatus iussit eum, dimissis exercitibus, Romam redire.
Sed Caesar senatui parere noluit et Arimino, ubi milites congregatos habebat, arma contra patriam intulit. Cum omnibus constaret Caesaris milites validissimos et fortissimos esse, consules cum Pompeio senatusque omnis atque universa nobilitas Roma fugerunt et in Graeciam transierunt ad bellum parandum. Nam apud Epirum, Macedoniam, Achaiam, Pompeio duce, senatus magnas copias contrahere coepit.
Caesar, vacuam urbem ingressus, dictatorem se fecit; inde in Hispaniam contendit, ubi tres Pompei exercitus superavit. Cum postea in Graeciam transisset, advesus Pompeius sequi noluit. Caesar eius consilium reprehendit: " Pompeius - inquit - fortis vir bonusque imperator est, sed vincere nescit." Deinde in Thessalia apud Pharsalum pugnatum est: Pompeius victus fugatusque in Aegyptum contendit, a rege Ptolemaeo auxilia petitum.

su iniziativa di Cesare, scoppiò una guerra civile esecrabile e dolorosa, dalla quale, oltre alle sciagure, che accaddero nelle battaglie, anche la sorte del popolo romano fu cambiata. Cesare infatti, tornando vincitore dalla Gallia, cominciò a chiedere un altro consolato e ad un punto tale che gli venne concesso senza alcuna esitazione. Il console Marcello, Pompeo e Catone gli si opposero e il senato ordinò che lui, congedati gli eserciti, tornasse a Roma. Ma Cesare non volle obbedire al senato e da Rimini, dove teneva radunati i soldati, portò le armi contro la patria. Poichè era noto a tutti che i soldati di Cesare erano fortissimi e coraggiosissimi, i consoli, assieme a Pompeo, l'intero senato e tutta la nobiltà fuggirono da Roma e si trasferirono in Grecia per preparare la guerra. Infatti nei pressi dell'Epiro, della Macedonia e dell'Acaia il senato iniziò ad arruolare ingenti truppe, sotto la guida di Pompeo.
Cesare, entrato nella città vuota, si creò dittatore; poi si diresse in Spagna, dove sconfisse tre eserciti di Pompeo. Dopo essersi trasferito in Grecia, di contro Pompeo non lo volle inseguire. Cesare rimproverò la sua decisione: «Pompeo - disse - è un uomo coraggioso e un bravo generale, ma non sa vincere». Poi si combattè in Tessaglia presso Farsalo: Pompeo, sconfitto e messo in fuga, si diresse in Egitto, per chiedere truppe di sostegno al re Tolomeo.


ciao ooOO Nicole OOoo :hi
ooOO Nicole OOoo
ooOO Nicole OOoo - Sapiens - 570 Punti
Rispondi Cita Salva
GRAZIE DAVVEROOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!! :thx :thx :thx :thx
_.e.l.e._
_.e.l.e._ - Erectus - 56 Punti
Rispondi Cita Salva
Mi serve l'analisi di questa versione per favore domani ho l'interrogazione .. qualcuno può aiutarmi ??
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Blue Angel

Blue Angel Blogger 13141 Punti

VIP
Registrati via email