Secchione95
Secchione95 - Erectus - 94 Punti
Salva
Ciao a tutti.
Mi scuso per il disturbo, ma avrei bisogno la traduzione di questa versione di Seneca.
Ecco il testo:


Caius Caesar, qui Caligula appellatus est, filium Pastoris, splendidi equitis Romani, cum
in custodia habuisset, munditiis et cultioribus eius capillis offensus, rogante patre ut salu-
tem filii sibi concederet, quasi de supplicio eius admonitus esset (fosse stato richiamato
al pensiero), duci ad supplicium protinus iussit. Ne tamen omnia inhumane faceret, ad
cenam illum eo die invitavit. Venit Pastor, vultu nihil exprobrante. Propinavit illi Caesar
heminam vini et posuit illi custodem: perduravit (sopportò) miser non aliter ac si filii
sanguinem biberet. Unguentum et coronas Caesar misit et observare iussit an sumeret:
sumpsit. Erat forte ille dies natalis filii, cum pater miser iacebat inter laetos convivas,
quasi diem festum ageret. Interim tamen non lacrimas emisit, non dolorem aliquo signo
erumpere passus est: cenavit tamquam pro filio exorasset (avesse ottenuto la grazia).
Quaeris quare? Habebat alterum filium, qui perisset non aliter ac prior, si carnifici pater non placuisset.

nell'attesa di una risposta vi ringrazio anticipatamente .
ShattereDreams
ShattereDreams - VIP - 99865 Punti
Salva
Ecco a te la versione :)


Gaio Cesare, che fu chiamato Caligola, avendo tenuto in prigione il figlio di Pastore, illustre cavaliere Romano, offeso dalla sua (si riferisce al figlio di Pastore) eleganza e dalla capigliatura alquanto ricercata, supplicandolo il padre affinché gli concedesse la salvezza del figlio, quasi fosse stato richiamato al pensiero dell'esecuzione, ordinò che venisse immediatamente condotto a morte. Tuttavia, per non fare tutte le cose in modo disumano, quel giorno lo invitò a cena. Pastore giunse, con un'espressione che non rimproverava niente. Cesare gli offrì un'emina (è un'unità di misura per liquidi) di vino e gli pose accanto un sorvegliante: l'infelice sopportò non diversamente che se bevesse il sangue del figlio. Cesare fece portare unguento e corone e ordinò di osservare se le prendesse: le prese. Era (Sembrava) quasi il giorno della nascita del figlio, dal momento che (=poiché) l'infelice padre stava sdraiato tra allegri commensali, come se festeggiasse un giorno lieto. Tuttavia nel frattempo non versò lacrime, non lasciò che il dolore si manifestasse con alcun segno: cenò come se avesse ottenuto la grazia per il figlio. (Mi) chiedi per quale motivo? Aveva un altro figlio, che sarebbe morto non diversamente dal primo, se il padre non fosse piaciuto al carnefice.



:hi
Secchione95
Secchione95 - Erectus - 94 Punti
Salva
Grazie tante!!
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 208 Punti

Comm. Leader
Pinchbeck

Pinchbeck Moderatore 2689 Punti

VIP
Registrati via email