• Latino
  • Versione di latino: una cagna subdola e prepotente

nadia.san93
nadia.san93 - Erectus - 50 Punti
Rispondi Cita Salva
Per favore è urgente è per domani! Mi serve fino alla partola: DISTULIT. SE la fate tutta è meglio xò! grz in anticipo!

TITOLO: Una cagna subdola e prepotente

Saepe novimus homines malos insidias blanditiis miscere et vim iuri ateferre et hoc modo probos ad eis maleficio affici.De hoc (a questo proposito) memini phaedrum poetamfabellam rettulisse.Cnis gravida, cum partus appropinquaret neque ullum haberet cubile, alteram canem rogavit ut sibi liceret catulos suos transferre in cubiculum eius. Id facile impetrate quivit. Ubi autem altera canis locum suum reposcere coepit, cum ipsa rem differre vellet, maximis precibus tempus breve exoravit ut catuli sui crescerent et firmiores fierent.Hoc iterum impetrate potuit et rursus rem distulit. Cum postremo catuli firmiores facti essent et altea canis coepisset denuo cubiculum suum flagitare, e loco excedere noluit, sed :<Sid par eris -inquit- mihi et natis meis, atque ad cubile nostrum adire audebis, veni. Tunc ires nostras conferemus(metteremo a confronto) et qui victor exstiterit,cubiculum possidebit>
silmagister
silmagister - Genius - 25278 Punti
Rispondi Cita Salva
TITOLO: Una cagna subdola e prepotente

Saepe novimus homines malos insidias blanditiis miscere et vim iuri anteferre et hoc modo probos ad ab eis maleficio affici.De hoc (a questo proposito) memini phaedrum poetam fabellam rettulisse.Canis gravida, cum partus appropinquaret neque ullum haberet cubile, alteram canem rogavit ut sibi liceret catulos suos transferre in cubiculum eius. Id facile impetrate quivit. Ubi autem altera canis locum suum reposcere coepit, cum ipsa rem differre vellet, maximis precibus tempus breve exoravit ut catuli sui crescerent et firmiores fierent.Hoc iterum impetrate potuit et rursus rem distulit. Cum postremo catuli firmiores facti essent et altea canis coepisset denuo cubiculum suum flagitare, e loco excedere noluit, sed :<Sid par eris -inquit- mihi et natis meis, atque ad cubile nostrum adire audebis, veni. Tunc ires ( forse è "iras" ? ) nostras conferemus(metteremo a confronto) et qui victor exstiterit,cubiculum possidebit>

sappiamo che spesso gli uomini malvagi mischiano insidie alle lusinghe , antepongono la violenza al diritto e in questo modo gli onesti sono da loro danneggiati . Mi ricordo che il poeta Fedro ha riportato una piccola favola a questo proposito. Una cagna gravida, poichè il parto si avvicinava e non aveva alcun giaciglio, chiese ad un'altra cagna che le fosse permesso di trasferire i suoi cuccioli nella sua tana. Riuscì facilmente ad ottenere ciò. Ma quando l'altra cagna cominciò a reclamare il proprio posto, volendo essa rinviare la cosa, con grandi preghiere (le) chiese un piccolo lasso di tempo affinchè i suoi cuccioli crescessero e diventassero più robusti. Riuscì un'altra volta ad ottenere ciò e di nuovo rinviò la cosa. Essendo infine i cuccioli diventati più forti e avendo l'altra cagna cominciato nuovamente a richiedere la sua tana, non volle spostarsi da quel luogo, ma disse : « Se sarai allo stesso livello ( par ) di me e dei miei figli, e oserai avvicinarti alla nostra tana, vieni (pure). Allora metteremo a confronto le nostre manifestazioni di collera e chi sarà risultato vincitore, avrà il possesso ( possiederà il ) del giaciglio.

ciao nadia.san93 :hi
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 208 Punti

Comm. Leader
Registrati via email