• Latino
  • Versione di latino non d'autore

Karina
Karina - Erectus - 60 Punti
Rispondi Cita Salva
Scusate qualcuno può aiutarmi con questa versione? Non è d'autore, quindi non saprei dirvi di chi sia. Mi servirebbe per domani, se qualcuno può tradurla, grazie 1000.

Un giusto maltrattato dai concittadini.
Non semper in hominibus benevolentia erga cives suos inest. In Aristide, qui cognomine Iustus a Graecis appellatus est, maxima abstinentia et iustitia inerant. Athenienses tamen ob invidiam obtrectatorum eum exilio decem annorum multaverunt. Quare ille iustissimus vir a patria abesse debuit. Exilium brevius quam damnatio fuit. Nam,postquam Xerse in Europam cum infinita copiarum multitudine venit, Athenienses Aristidem in patriam revocaverunt. Interfuit igitur pugnae navali apud Salamina, exercitui Athenarum praefuit apud Plataeas, in quo proelio Graeci Persas profligaverunt. Omnibus bellis suae aetatis interfuit et omnibus modis patriae suae profuit. Cum(Benchè) tantis rebus praefuisset, in tanta paupertate decessit ut eius filiabus deessent eae opes, quae in nuptiis ad necessariae sunt.
silmagister
silmagister - Genius - 25278 Punti
Rispondi Cita Salva
ciao Karina benvenuta :hi

Un giusto maltrattato dai concittadini.

Non semper in hominibus benevolentia erga cives suos inest. In Aristide, qui( relativa ) cognomine Iustus a Graecis appellatus est, maxima abstinentia et iustitia inerant. Athenienses tamen ob invidiam obtrectatorum eum exilio ( complemento di pena ) decem annorum multaverunt. Quare ille iustissimus vir a patria abesse debuit. Exilium brevius ( comparativo ) quam damnatio fuit. Nam, postquam ( temporale )Xerse in Europam cum infinita copiarum multitudine venit, // Athenienses Aristidem in patriam revocaverunt. Interfuit igitur pugnae navali apud Salamina, exercitui Athenarum praefuit apud Plataeas, in quo proelio ( relativa ) Graeci Persas profligaverunt. Omnibus bellis suae aetatis interfuit et omnibus modis patriae suae profuit. Cum(Benchè) tantis rebus praefuisset, in tanta paupertate decessit ut ( consecutiva ) eius filiabus deessent eae opes, quae ( relativa ) in nuptiis ad necessariae sunt.

Non sempre è innata ( inest ) negli uomini l'affetto ( la benevolenza ) verso i propri concittadini. In Aristide, che fu chiamato col soprannome di "Giusto" dai Greci, erano insite una grandissima integrità morale e senso di giustizia. Gli Ateniesi tuttavia, per la malevolenza degli avversari lo condannarono a dieci anni di esilio ( letteralm. : all'esilio di dieci anni ). Perciò quell'uomo giustissimo dovette assentarsi ( stare lontano ) dalla patria. L'esilio fu più breve della condanna. Infatti, dopo che Serse venne in Europa con un'enorme moltitudine di milizie, gli Ateniesi richiamarono in patria Aristide. Partecipò dunque alla battaglia navale presso Salamina, fu a capo dell'esercito di Atene presso Platea, battaglia nella quale ( letteralm. : nella quale battaglia ) i Greci sconfissero i Persiani. Partecipò a tutte le guerre del suo tempo e in tutti i modi giovò alla sua patria. Benchè fosse stato a capo di tante azioni, morì in così grande povertà che alle sue figlie mancarono quelle doti, che sono necessarie..?... nelle nozze.

Karina, ripassa i "composti di sum"
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 341 Punti

Comm. Leader
Pinchbeck

Pinchbeck Moderatore 2692 Punti

VIP
Registrati via email