• Latino
  • Versione di Latino - La volpe e la cicogna

piera-1
piera-1 - Erectus - 100 Punti
Rispondi Cita Salva
Vi prego cercate di tradurla letteralmente così ci capisco di +!


Nullinocendum est:si quis vero laeserit, haec fabella admonet eum simili iure multandum esse. Vulpes ad cenam dicitur ciconiam prior invitasse et illi in patina liquidam posuisse sorbitionem,quam nullo modo gustare, quamvis esuriens, potuerit ciconia. Quae vulpem cum revocasset, intrito cibo plenam lagonam apposuit: huic rostrum inserens satiatur ipsa et torquet conviva fame. Quae cum lagonae collum frustra lamberet, accepimus peregrinam volucrem sic locutam esse:"Sua quisqe exempla debet aequo animo pati".


GRAZIE.

Questa risposta è stata cambiata da Scoppio (11-03-09 14:44, 7 anni 9 mesi 4 giorni )
terryp
terryp - Sapiens - 465 Punti
Rispondi Cita Salva
Non si deve nuocere a nessuno. Questa storiella ammonisce che chi ha fatto del male deve essere punito con la stessa pena. si dice che una volpe invitò per prima a cena una cicogna e le mise una bevanda liquida in un piatto che lei non poteva in nessun modo bere, sebbene fosse assetata. Avendo lei invitato la volpe, pose una brocca piena di cibo non tagliato: essa introducendovi il becco si sazia, a l'invitata si contorce per la fame . mentre la volpe lambisce invano il collo della brocca, sappiamo che il volatile disse così : " ognuno deve sopportare la propria punizione di buon animo"
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 208 Punti

Comm. Leader
Antonio-P

Antonio-P Blogger 1954 Punti

VIP
Registrati via email