• Latino
  • Versione di Latino di Igino (28628)

ronaldinho
ronaldinho - Erectus - 140 Punti
Rispondi Cita Salva
Ulisse segue le indicazioni di Circe

Inde pervenit ad lacum Avernum,ad inferos descendit ,ibique invenit Elpenorem socium suum , quem ad Circen reliquerat,interrogavitque eum : <<Quomodo ad inferos pervenisti?>> ; cui Elpenor respondit :<<Ebrius per scalam cecidi et cervices fregi;nunc te oro : si ad superos reverteris,me sepulturae trades eh mihi in tumulo gubernaculum pones>>.Ibi et cum matre Anticlia verba fecit de fine errationis suae.Deinde ad superos revertit et Elpenorem sepelivit et gubernaculum in tumulo ei fixit.Tum ad Sirenas,Melpomenes Musae et Acheloi filias,venit,quae partem superiorem femineam habebant,inferiorem autem gallinaceam.Qui earum vocum sonum audiverant,non superabant earum scopulos.Ulixes , qui monitus erat a Circe,Solis filia,sociis cera aures obturavit seque ad arborem mali constrixit et sic Sirenarum scopulos superavit.Inde ad Scyllam Typhonis filiam venit,quae superiorem corporis partem femineam ,inferiorem ad inguine piscis,et sex canes habebat;eaque sex socios Ulixis consumpsit.

valebella
valebella - Genius - 4711 Punti
Rispondi Cita Salva
Quindi giunse al lago Averno, discese agli Inferi e vi trovò il suo compagno Elpenore, che aveva lasciato da Circe; e gli chiese : "come sei giunto agli inferi?" Elpenore gli rispose che," ubriaco, sono caduto da una scala e mi sono rotto la testa; ti prego: quando tornerai tra i vivi, dammi sepoltura e piantami un timone sulla mia tomba." Mentre era laggiù, parlò anche con sua madre Anticlea a proposito della fine delle sue peregrinazioni.In seguito, una volta tornato tra i mortali, seppellì Elpenore e piantò sulla sua tomba un timone, come egli aveva chiesto. Poi arrivò presso le Sirene, figlie della Musa Melpomene e di Acheloo, che erano donne nella parte superiore del corpo e uccelli in quella inferiore; il loro Destino era di vivere finché qualche mortale, udendole cantare, fosse riuscito a proseguire il suo cammino. Ulisse, per consiglio di Circe, figlia di Sole, turò le orecchie ai compagni con tappi di cera, ordinò che lo legassero all’albero maestro e così passò lo scoglio delle Sirene. In seguito giunse da Scilla, figlia di Tifone, che era donna nella parte superiore del corpo e pesce dall’inguine in giù e aveva sei cani; e questo (mostro) sei dei compagni di Ulisse divorò.
ricontrolla
Scoppio
Scoppio - Mito - 26022 Punti
Rispondi Cita Salva
Ricordo che è vietato cancellare un thread precedente per aprirne uno nuovo uguale.

:hi
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email