Lunapazza95
Lunapazza95 - Erectus - 134 Punti
Salva
Quid dicam p.scipionis moribus facillimis?de pietate in matrem,liberalitate in sorores,bonitate in suos,iustitia in omnes ? nota sunt vobis. Quam autem civitati carus fuerit,maerore funeris iudicatum est. Quid igiturhunc paucorum annorum accessio iuvare potuisset? Senectis enim,quamvis non sit gravis,tamen aufert eam viriditatem,in qua etiam nunc erat Scipio. Quamobrem vita quidem talis fuit,vel fortuna,vel gloria ,ut nihil posset accedete. Moriendi autem sensum celeritas abstulit. Hoc tamen vere licet dicere ,p.scipioni ex multis diebus ,quos in vita celebberimos laetissimosque viderit,illum diem clarissimum fuisse,cum,senatu dimisso,domum redectus ad vesperum est a patribus conscriptis , pridie quam excessit e vita ;ut ex tam alto dignitatis gradu ad superos videatur deos,potius quam ad inferos,pervenisse.
Carmelantonio Zolfo
Carmelantonio Zolfo - Sapiens - 653 Punti
Salva
ciao, per avere una traduzione più rapidamente, la prossima volta che ti servirà potresti provare a scrivere una frase della versione nella nostra barra di ricerca in alto alla pagina e a cliccare sulla lente d'ingrandimento. Io ho inserito la prima frase (con scipionis anzicché p.scipionis) ed ho ottenuto questo risultato:
http://www.skuola.net/ricerca/Quid+dicam+scipionis+moribus+facillimis

Qui puoi trovare la versione: Cicerone - Laelius de amicitia - paragrafo 11
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

anny=)

anny=) Moderatore 30557 Punti

VIP
Registrati via email