lorynzo2
lorynzo2 - Sapiens Sapiens - 1524 Punti
Rispondi Cita Salva
Mi potete dare per favore la traduzione di questa versione:

TITOLO: Il sacrificio di Ifigenìa.

AUTORE: Sconosciuto.

INIZIO: In Aulide Graecorum classis ad discessum ad Troiam parata erat. Sed naves ventis adversis impediebantur; itaque Agamemnon, omnium Graecorum dux, vatem Calchantem interrogavit. Calchas sic respondit: "Gravissimum facinus commisisti, quia Dianae numen impie violavisti [...]

FINE: [...] alba cerva apparuit et pro virgine iussu divino immolata est. Sic innocens Iphigenia a dea servata est. :hi:(:thx

GRAZIE ANTICIPATAMENTE.
freddytvb
freddytvb - Genius - 10322 Punti
Rispondi Cita Salva
In Aulide Graecorum naves paratae ad profectionem erant sed classis continenter ventis adversis detinebatur.Tum Graecorum principes Agamemnoni,belli contra Troiam duci,vatem Calchantem interrogare suaserunt.Calchas ita respondit: "Tu,Agamemnon,impium facinus in deam Dianam commisisti,quia cervam deae sacram necavisti.Solum filiae tuae Iphigeniae sacrificio Dianae ira placari poterit: tum demum dea tibi ignoscet atque venti ad navigationem secundi rursus flabunt". Agamemnon primum infanfum scelus recusavit, sed tandem, precibus aliorum principum Graecorum commotus, deae voluntati paruit. cum virgo Iphigenia fatum suum cognovit, amore patri patriaeque impulsa,aequo animo sacrificio adnuit. Iam sacerdos ferrum ad Iphigeniae sacrificium parabat, cum ex improviso, Dianae voluntate, cerva apparuit et pro virgine immolata est. Iphigenia a dea in Taurorum terram translata est, ubi sacerdos in Dianae templo facta est.
Le navi dei Greci in Aulide erano pronte per partire (lett. "alla partenza";), ma la flotta veniva ininterrottamente trattenuta da venti contrari. Allora i più influenti dei greci convinsero Agamennone, condottiero della spedizione contro Tro.ia, ad interrogare l'indovino Calcante. Calcante diede questa risposta: "Tu, Agamennone, hai commesso un'azione empia contro la Dea Diana, poiché hai ucciso una cerva sacra alla Dea. L'ira di Diana potrà essere placata soltanto dal sacrificio di tua figlia Ifigenia: allora finalmente la Dea ti perdonerà e i venti soffieranno favorevoli alla navigazione." Agamennone dapprima rifiutò il nefando delitto, ma alla fine, mosso dalle suppliche di altri capi greci, ubbidì al volere della dea. Quando la vergine Ifigenia conobbe il proprio destino, spinta dall'amore per il padre e per la patria, acconsentì di buon animo al sacrificio. Il sacerdote preparava ormai l'arma per il sacrificio di Ifigenia quando all'improvviso, per volontà di Diana, apparve una cerva e venne immolata al posto della vergine. Ifigenia fu trasportata dalla Dea nella terra dei Tauri, dove divenne sacerdotessa nel tempio di Diana.
Uguale non la trovo...
lorynzo2
lorynzo2 - Sapiens Sapiens - 1524 Punti
Rispondi Cita Salva
Grazie lo stesso. ;):hi:clap
Mario
Mario - Genius - 37169 Punti
Rispondi Cita Salva
Quando i Danai arrivarono in Aulide dalla Grecia, Agamennone uccise senza saperlo la cerva di Diana; allora la Dea, adirata, fece cadere ogni alito di vento, per cui essi non potevano salpare. Inoltre furono colpiti da un’epidemia; consultarono perciò l’oracolo, il quale rispose che Agamennone doveva placare col sangue l’ira di Diana. E dunque Ifigenia venne condotta in Aulide da Ulisse con il pretesto delle nozze, per esservi invece sacrificata; ma la dea ne ebbe pietà e la sottrasse alla morte, sostituendo una cerva alla fanciulla, che fu trasportata in Tauride, alla città del re Toante, dove diventò sacerdotessa di Diana Dittinna. Mentre stava per placare la divinità con sangue umano, secondo l’usanza stabilita, riconobbe il fratello Oreste, diretto verso la Colchide assieme all’amico Pilade, dopo aver consultato l’oracolo per far cessare la persecuzione delle Furie. Dopo aver ucciso con loro Toante, presero la statua e la trasportarono ad Ariccia nascosta in una fascina di legna (motivo per cui è detta anche fascelis, non soltanto per la fiaccola con la quale è rappresentata, per cui è detta anche lucifera, cioè portatrice di luce). Ma poiche in seguito la crudeltà dei sacrifici divenne sgradita ai Romani, benché si immolassero degli schiavi, Diana fu trasportata a Sparta, dove si manteneva l’usanza del sacrificio, mediante fustigazione, di adolescenti che chiamavano Bomoniche, perche facevano a gara, sull’altare, a sopportare il maggior numero di frustate possibile. Le ossa di Oreste furono portate da Ariccia a Roma e sepolte davanti al tempio di Saturno, che è situato di fronte al colle del Campidoglio, accanto al tempio di Concordia.
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

nRT

nRT Moderatore 2703 Punti

VIP
Registrati via email