HDMI
HDMI - Sapiens Sapiens - 1434 Punti
Rispondi Cita Salva
salve a tutti , mi servirebbe l'analisi copmpleta con la traduzione di questa versione . per favore grazie in anticipo



Philippus, Macedonum rex, cum assiduis bellis distringeretur, iustitiae munera neglegebat. Olim mulier quaedam, quae gravem controversiam de re familiari cum fratribus habebat, eum adiit ac diu multumque exoravit ut litem suam diiudicaret:<< Te mei misereat, rex, inquit: nisi me adiuveris, omnes fortunas meas desperabo: ulciscere iniurias fratrum; hoc unum te rogo>>. At regem, qui assiduis bellis gravioribusque negotiis distringebatur, civiles controversias dirimre taedebat; quare eam inauditam his verbis dimisit.<< Tempus me deficit; cum potero, te audiam>>. Mulier vero, cum ter quaterve depulsa esset, tandem:<< Iustitiam neglegere, exclamavit, hoc sane regem dedecet; regem enim magis iudicia tueri quam bella facere decet>>. Quibus verbis permotum, Philippum suae neglegentiae puduit, ac statim mulieris litem iudicavit
silmagister
silmagister - Genius - 25278 Punti
Rispondi Cita Salva
Philippus, Macedonum rex, cum assiduis bellis distringeretur, iustitiae munera neglegebat. Olim mulier quaedam, quae gravem controversiam de re familiari cum fratribus habebat, eum adiit ac diu multumque exoravit ut litem suam diiudicaret

cum narrativo contemporaneo
principale
relativa
completiva volitiva

Filippo, re dei Macedoni, essendo oppresso da continue guerre, trascurava i doveri della giustizia. Una volta una donna, che aveva una grave controversia sul patrimonio familiare con i fratelli, si presentò da lui e lo pregò fortemente che dirimesse la sua controversia :


:<< Te mei misereat, rex, inquit: nisi me adiuveris, omnes fortunas meas desperabo: ulciscere iniurias fratrum; hoc unum te rogo>>. At regem, qui assiduis bellis gravioribusque negotiis distringebatur, civiles controversias dirimre taedebat; quare eam inauditam his verbis dimisit.

principale --> cong. esortativo
principale
relativa
ipotetica realtà
principale --> imperativo
participio perfetto congiunto a "eam"

« Abbì pietà , o re, di me , disse : se non mi aiuterai, perderò ogni speranza per i miei beni : vendica le offese dei ( miei ) fratelli ; di questo solo ti prego ». Ma il re, che era incalzato da continue guerre e da impegni più gravi, provava fastidio a dirimere le controversie civili ; perciò la congedò non ascoltata ( senza averla ascoltata ) con queste parole :

<< Tempus me deficit; cum potero, te audiam>>. Mulier vero, cum ter quaterve depulsa esset, tandem:<< Iustitiam neglegere, exclamavit, hoc sane regem dedecet; regem enim magis iudicia tueri quam bella facere decet>>. Quibus verbis permotum , Philippum suae neglegentiae puduit, ac statim mulieris litem iudicavit

principale
temporale
cum narrativo anteriore
infinitiva
comparativa
nesso relativo
participio congiunto a "Philippum"

« Mi manca il tempo ; quando potrò, ti ascolterò ». La donna, essendo stata respinta tre o quattro volte, esclamò : « Certamente non si addice ad un re ciò , trascurare la giustizia ; infatti ad un re spetta più vigilare sui processi che fare guerre ». Scosso da queste parole, Filippo si vergognò della sua trascuratezza e subito giudicò la controversia della donna

ciao Albert :hi
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

kunvasquero

kunvasquero Geek 347 Punti

VIP
Registrati via email