erikuzza91
erikuzza91 - Sapiens - 400 Punti
Rispondi Cita Salva
Ciao mi servirebbe la traduzione di questa versione...non so ki sia l'autore...il titolo è
QUEL MISTERO DEI SOGNI
Apud veteres somnia plerumque putabantur rerum futurarum veridica praesagia esse.Mater Phalaridis crudelissimi tyranni, traditur vidisse in somnis simulacra deorum:ex iis Mercurius e patera, quam dextera manu tenebat,visus est sanguinem fundere; qui cum terram attigisset refervescere videbatur, sic ut tota domus sanguine redundaret.Hoc matris somnium immanis crudelitas filii comprobavit.Traditur autem Simonides poeta vidisse ignotum quendam mortuum atque eum pie humavisse. Cum autem in animo haberetproximo die navem conscendere,sibi visus est per somnium moneri ne id facere ab eo quem pie humaverat.Itaque Simonides in terra remansit.Qui autem navem conscenderant, fluctibus et procellis obruti sunt; ipse laetatus est quod vitam suam somnio quam navi committere maluerat.

Grazie in anticipo
SuperGaara
SuperGaara - Mito - 120308 Punti
Rispondi Cita Salva
La seguente versione è quasi uguale alla tua. Sistemala un po' ;)

Apud antiquos somnia putabantur veridica nuntia rerum futurarum. Mater Phalaridis, crudelissimi tyranni, traditur vidisse in somnis simulacra deorum: ex iis Mercurius e pat6ra, quam dextera manu tenebat, visus est sanguinem fundere; qui, cum terram attigisset, refervescere videbatur, sic ut tota domus sanguine redundaret. Hoc matris somnium immanis crudelitas filii comprobavit. Traditur autem Simonides poeta vidisse ignoturn quendam mortuum atque eum pie humavisse. Cum autem in animo haberet proximo die navem conscendere, sibi visus est per somnium moneri ne id faceret ab eo quem pie humaverat. Itaque Simonides in terra remansit. Qui autem navem conscenderant, fluctibus et procellis obruti sunt; ipse laetatus est quod vitam suam somnio quam navi committere maluerat.

Presso gli antichi, i sogni erano ritenuti profetici [veridica nuntia rerum futurarum; lett. messaggi veritieri di cose future]. Si tramanda che la madre del crudelissimo tiranno Falaride avesse visto in sogno [lett. pl.] immagini di dèi. Tra questi [partitivo], Mercurio fu sognato [lett. visto] (dalla donna) far sgorgare sangue dalla patera [coppa per sacrifici] che aveva nella destra; il quale (sangue), una volta toccato il suolo, dava l’impressione come di ribollire, tal che (in breve) l’intera abitazione grondava sangue. (E) la brutale crudeltà del (proprio) figlio comprovò (appunto) il sogno materno. Si tramanda, inoltre, che il poeta Simonide – scorto un cadavere lasciato insepolto [ignotum] – lo avesse seppellito con gli onori religiosi [lett. “pie”, in modo pio, religioso]. Avendo deciso [cum… haberet in animo] d’imbarcarsi [conscendere navem] l‘indomani [proximo die], (quella notte) sognò che l’uomo ch’egli aveva piamente seppellito gli consigliasse di non farlo. E così, Simonide rimase sulla terraferma. Quelli che s’erano imbarcati, invece, furono travolti dal mare in tempesta [fluctibus et procellis; leghiamo l’endiadi]; egli (allora) si compiacque d’aver preferito affidare la propria vita ad un sogno piuttosto che alla/ad una nave.
silmagister
silmagister - Genius - 25278 Punti
Rispondi Cita Salva
ciao erikuzza91

QUEL MISTERO DEI SOGNI
Apud veteres somnia plerumque putabantur rerum futurarum veridica praesagia esse.Mater Phalaridis crudelissimi tyranni, traditur vidisse in somnis simulacra deorum:ex iis Mercurius e patera, quam dextera manu tenebat,visus est sanguinem fundere; qui cum terram attigisset refervescere videbatur, sic ut tota domus sanguine redundaret.Hoc matris somnium immanis crudelitas filii comprobavit.Traditur autem Simonides poeta vidisse ignotum quendam mortuum atque eum pie humavisse. Cum autem in animo haberetproximo die navem conscendere,sibi visus est per somnium moneri ne id facere ab eo quem pie humaverat.Itaque Simonides in terra remansit.Qui autem navem conscenderant, fluctibus et procellis obruti sunt; ipse laetatus est quod vitam suam somnio quam navi committere maluerat.

Presso gli antichi i sogni erano per lo più considerati presagi veritieri del futuro. Si racconta ( "traditur" ) che la madre del crudelissimo tiranno Falaride, avesse visto in sogno statue di dei : tra queste sembroò che un mercurio spargesse sangue da un piattino, che teneva con la mano destra; e dopo che questo ( "qui" nesso relativo ) toccò terra, sembrava ribollire, al punto che tutta la casa traboccava di sangue.
L'immane crudeltà del figlio comprovò questo sogno della madre. Si tramanda poi che il poeta Simonide avesse visto un morto sconosciuto e lo avesse umanamente sepolto. Avendo in animo il giorno successivo di imbarcarsi su una nave, gli sembrò attraverso un sogno di essere avvisato da colui che aveva seppellito umanamente, di non fare ciò. Perciò Simonide rimase a terra. Quelli che invece erano saliti sulla nave, furono sopraffatti dai flutti e dalle tempeste, egli stesso gioì, poichè aveva preferito affidare la sua vita al sogno piuttosto che alla nave.

STUDIA BENE "VIDEOR"
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email