• Latino
  • urgente bisogno..di qsta versione tradotta...HelpppPppPp

    closed post
*Dbk*
*Dbk* - Sapiens - 390 Punti
Rispondi Cita Salva
Cum ad eundem rivum lupus et agnus sitientes convenissent, in eodem loco se non collocaverant; nam supra stabat lupus, infra et longe agnus. Cum autem improbus latro se cibo farcire hunc vorando cuperet, iurgii causam invenit. <<Tu>> inquit (=disse),<<turbulentam aquam mihi bibenti fecisti>>. Cum agnus timide respondisset: <<Non facere possum quod deploras, lupe; a te enim ad meas fauces aqua decurrit >>, ille infestum animum non deposuit: <<Ante hos sex menses>>, inquit,<<maledicus in me fuisti>>. Tum agnus: <<Equidem in vitam nondum veneram>>. Lupus, cum exclamavisset: <<Pater, hercule, tuus in me maledicus fuit>>, in misellum agnum prosiluit, eum corripuit et iniustis dentibus sceleste laniavit.
Haec fabella illos homines damnat qui fallacibus causis innocentes opprimunt.


x piacere postate la traduzione di qsta favola..ke io nn riesco a trovare...vi ringrazio in anticipo...

p.s:grazie supegaara x le frasi..ho preso 7...;):move

se potete entro stasera la traduzione..grazieeee
Mario
Mario - Genius - 37169 Punti
Rispondi Cita Salva
Cum ad eundem rivum lupus et agnus sitientes convenissent, in eodem loco se non collocaverant; nam supra stabat lupus, infra et longe agnus. Cum autem improbus latro se cibo farcire hunc vorando cuperet, iurgii causam invenit. <<Tu>> inquit (=disse),<<turbulentam aquam mihi bibenti fecisti>>. Cum agnus timide respondisset: <<Non facere possum quod deploras, lupe; a te enim ad meas fauces aqua decurrit >>, ille infestum animum non deposuit: <<Ante hos sex menses>>, inquit,<<maledicus in me fuisti>>. Tum agnus: <<Equidem in vitam nondum veneram>>. Lupus, cum exclamavisset: <<Pater, hercule, tuus in me maledicus fuit>>, in misellum agnum prosiluit, eum corripuit et iniustis dentibus sceleste laniavit.
Haec fabella illos homines damnat qui fallacibus causis innocentes opprimunt.

Allo stesso rivo erano giunti il lupo e l'agnello spinti dalla sete; in alto stava il lupo e molto più in basso l'agnello. Ed ecco che il predone, stimolato dalla sua gola maledetta, tirò fuori un pretesto per litigare. «Perché», disse, «mi hai intorbidato l'acqua proprio mentre bevevo?». E il batuffolo di lana, pieno di paura, risponde: «Scusa, lupo, come posso fare quello che recrimini? È da te che scorre giù l'acqua fino alle mie labbra». Respinto dalla forza della verità, il lupo esclama: «Sei mesi fa hai sparlato di me». L'agnello ribatte: «Io? Io non ero ancora nato».«Perdio», lui dice, «è stato tuo padre a sparlare di me». E così lo abbranca e lo sbrana, uccidendolo ingiustamente. Questa favola è scritta per quegli uomini che opprimono gli innocenti con false accuse.
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 281 Punti

Comm. Leader
sbardy

sbardy Admin 22784 Punti

VIP
Registrati via email