• Latino
  • traduzione di due versioni URGENTEE

    closed post best answer
shineonmehoran
shineonmehoran - Sapiens - 314 Punti
Salva

mi traducete queste due versioni? GRAZIEEE :hi
1. Apium societas ub severis legibus vitam agit.Hiemis memores, apes aestate laborant. Aliae victum parant in agris florum nectare; aliae favum mira cum peritia aedificant, aliae purum mel stipant in cellis, aliae ad (presso) favi portas, tamquam sollertes custodes sine metu, nubes caeli observant et onera remeantium (di quelle che ritornano) accipiunt. Apes etiam bellicosum exercitum parant, parvam manum ad favi defensionem. Mane omnes sine mora e portis ruunt; vespere tantum campos relinquunt et alveare petunt.

2.Postquam hanc fabulam attente audiveritis- dicit magister discipulis suis-, Herculis res gestas cognoscetis! Hercules Iovis et Alcmenae filius fuit. Infas iacebat in cunabulis, cum Iuno, Alcmenae infesa, ad pueram duos serpentes horribiles misit; sed divinus puer intrepide fera animalia comprehendit suffocavitque. Postea puer adolevit et miri viri speciem cepit. Tum horrenda et crudelia monstra Graeciam terrebant vexabantque. Hercules incredibili vi et magno animo regionem liberavit et sic sempiternas posteritatis laudes meruit. Graeci enim omnibus temporibus viri res gestas celebraverunt: in oculis mentibusque omnium Hercules insigne exemplum viri fortis et benefici in humanum genus fuit.

ShattereDreams
ShattereDreams - VIP - 100027 Punti
Salva
1. La colonia delle api passa la vita sotto leggi severe. Memori dell'inverno, le api lavorano d'estate. Alcune procurano il cibo nei campi con il nettare dei fiori; altre costruiscono il favo con straordinaria perizia, altre stipano il miele puro nelle celle, altre presso gli ingressi dell'alveare, come solerti custodi senza paura, osservano le nubi del cielo e accolgono i prodotti di quelle che ritornano. Le api approntano anche un esercito bellicoso, un piccolo drappello per la difesa dell'alveare. Di mattina tutte escono senza indugio dagli ingressi; solo di sera lasciano i campi e raggiungono l'alveare.

2. "Dopo che avrete ascoltato attentamente questa favola - dice il maestro ai suoi discepoli - conoscerete le imprese di Ercole! Ercole fu figlio di Giove e Alcmena. Giaceva infante nella culla, quando Giunone, ostile ad Alcmena, mise accanto al bimbo due orribili serpenti; ma il bambino divino afferrò senza paura i feroci animali e li soffocò. In seguito, il bambino crebbe e assunse l'aspetto di un uomo straordinario. Allora orribili e crudeli esseri mostruosi atterrivano e vessavano la Grecia. Ercole, con incredibile forza e grande coraggio, liberò la regione e così si guadagnò le lodi eterne della posterità. Infatti i Greci in ogni tempo celebrarono le gesta dell'eroe: negli occhi e nella mente di tutti, Ercole fu l'esempio insigne di eroe forte e benefico nei confronti del genere umano".
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di giugno
Vincitori di giugno

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

vale30787

vale30787 Geek 108 Punti

VIP
Registrati via email