• Latino
  • Traducete entro oggi? Pleaseeee! Grazie xoxo

    closed post best answer
RosyAbate2
RosyAbate2 - Ominide - 27 Punti
Salva
Milites Romani in Gallia saepe fame et siti laboraverunt

In Capitolium ad Iois aedem P.Cornelius Scipio saepe ascendebat deorumque patrem interrogabat

Pulchrae fores erant in aedibus Caesaris

Canes in campo leporem viderunt et prehendere cupiverunt

Magno cum studio Caius linguam Latinam discit

Prae frigore domi mansimus

Ebrietate Marcus senator in Curiam non venit

Cicer, orator Romanus, disertus et doctus vir fuit

Noctium tenebrae gratae semper fuerunt furibus fraudiumque perpetratoris

Cives probi vectigalia pensitant tranqu8illo cum animo

Sub noctem Carthaginiensium milites ad moenia urbis accesserunt
ShattereDreams
ShattereDreams - VIP - 99862 Punti
Salva
- I soldati Romani spesso in Gallia soffrirono la fame e la sete.

- P. Cornelio Scipione spesso saliva sul Campidoglio, presso il tempio di Giove, e interrogava il padre degli dei.

- Nel palazzo di Cesare c'erano belle porte.

- I cani nel campo videro la lepre e vollero prenderla.

- Gaio impara la lingua Latina con grande impegno.

- Restammo a casa per il freddo.

- Il senatore Marco non andò nella Curia per l'ubriachezza.

- Cicerone, oratore Romano, fu un uomo dotto ed eloquente.

- Le tenebre delle notti furono sempre gradite ai ladri e agli autori di frodi (o delitti)

- I cittadini onesti pagano le tasse con animo tranquillo.

- Verso sera i soldati dei Cartaginesi si avvicinarono alle mura della città.


:hi
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email