• Latino
  • Scipione e il poeta Ennio

daddo--093
daddo--093 - Genius - 2711 Punti
Rispondi Cita Salva
Olim ad poetam Ennium venit Scipio Nasica et ab ostio eum appellavit;ancilla dixit dominum domi non esse;Nasica sensit illam ea verba domini issu dixisse et illum intus esse.
Post paucos dies ad Nasicam venit Ennius et eum ad ianuam vocavit;tum Nasica exclamavit se domi non esse.Tum Ennius:<<Quid,ego non cognosco vocem tuam?>>.Huic Nasica:<<Homo es imprudens.Ego,cum te appellavi,ancillae tuae credidi(da credo)te domi non esse,tu mihi non credis ipsi?>>

Ragazzi traducetemi al più presto per piacere questa versione please!!!..grz mille!
Scoppio
Scoppio - Mito - 26022 Punti
Rispondi Cita Salva
Una volta Scipione Nasica venne dal poeta Ennio e lo chiamò fuori dalla porta; una ragazza disse che il padrone non era a casa; Nasica capì che lei aveva detto quelle parole su ordine del padrone e che lui era dentro. dopo pochi giorni Ennio andò da Nasica e lo chiamò alla porta; allora Nasica esclamò che lui non era a casa. Allora Ennio: "Sei un uomo imprudente. Io, quando ti chiamai, credetti alla tua ancella, che tu non fossi a casa, tu non credi a me stesso?"

:hi
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

ifabio

ifabio Admin 1334 Punti

VIP
Registrati via email