• Latino
  • "Parole di Curione ai soldati"

Alex656
Alex656 - Erectus - 50 Punti
Rispondi Cita Salva
"Caesar me, quem habuit sibi carissimum, et provinciam Siciliam atque Africam vestrae fidei commisit. At inimici eius vos incitant ut illum prodatis et me sine armorum vestrorum tutela relinquatis. Quid enim est illis optatius quam ut (che) uno tempore (avverbio), et me interficiatis et ipsi tanto scelere vos obstringant! Isti nefarii, qui omnium vestrum internecionem exoptant, quid gravius de vobis cogitant, nisi ut in eorum potestatem veniatis? Quot victorias Caesar in Hispania obtinuerit non audivistis? Quantas hostium copias ille deleverit ignoratis? Me, vero, ducem vestrum, quorum scelerum sontem accusatis? Quae nefaria ego contra vos, contra exercitum, contra Caesarem patravi? In utrorum manibus huius pugnae fortuna est? In vestris an in manibus hostium? Si me et Caesarem repudiatis, paratus ego sum me meapte manu interficere; si vero in armis spem totam et integram habetis, mecum sitis, milites, et fortuna nos adiuvet!":D PLS è X DOMANI
silmagister
silmagister - Genius - 25278 Punti
Rispondi Cita Salva
"Caesar me, quem habuit sibi carissimum, et provinciam Siciliam atque Africam vestrae fidei commisit. At inimici eius vos incitant ut illum prodatis et me sine armorum vestrorum tutela relinquatis. Quid enim est illis optatius quam ut (che) uno tempore (avverbio), et me interficiatis et ipsi tanto scelere vos obstringant! Isti nefarii, qui omnium vestrum internecionem exoptant, quid gravius de vobis cogitant, nisi ut in eorum potestatem veniatis? Quot victorias Caesar in Hispania obtinuerit non audivistis? Quantas hostium copias ille deleverit ignoratis? Me, vero, ducem vestrum, quorum scelerum sontem accusatis? Quae nefaria ego contra vos, contra exercitum, contra Caesarem patravi? In utrorum manibus huius pugnae fortuna est? In vestris an in manibus hostium? Si me et Caesarem repudiatis, paratus ego sum me meapte manu interficere; si vero in armis spem totam et integram habetis, mecum sitis, milites, et fortuna nos adiuvet!"

« Cesare ha sottoposto me, che ha sempre avuto come persona a lui carissima, e la provincia di Sicilia e l'Africa alla vostra fiducia. Ma i suoi avversari vi spingono a tradirlo e a lasciare me senza la protezione delle vostre armi. Che cosa infatti è preferibile per loro che in un sol momento uccidiate me e vi leghino ad un misfatto così grande ! Codesti scellerati, che si augurano la strage di tutti voi, che cosa di più grave pensano di voi se non che vi sottomettiate a loro ? non avete sentito quante vittorie Cesare abbia ottenuto in Spagna ? ignorate quante milizie nemiche egli abbia distrutto ? Di quali misfatti colpevole accusate me, vostro comandante ? Quali azioni scellerate ho compiuto io contro di voi, contro l'esercito, contro Cesare ? Nelle mani di quale delle due parti sta la sorte di questa battaglia ? Se rifiutate me e Cesare sono pronto ad uccidermi con le mie stesse mani ; se invece avente una speranza totale e intatta nelle armi, siate con me, soldati, e la sorte ci aiuti ! »

ciao Alex656 ..benvenuto :hi
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email