• Latino
  • Mi fate queste 2 versioni?

    closed post best answer
♥Coky♥
♥Coky♥ - Bannato - 2712 Punti
Salva
Queste sono le versioni:
De beneficis Nili inundationibus
Nilum,nobilissimus amnium,natura ita diposuit,ut Aegyptum eo tempore inundet,quo terram maximus aestatis ardor urit et tantam aquae copiam in siccas harenas trahat,ut succitati totius anni sufficiat. Nam in ea parte Africae,quae in Aethiopiam vergit,aut nulli imbres sunt aut rari. Ideo Aegyptus in Nilo unnam suam spem habet:annus enim sterilis aut fertilis est prout(secondo che) Nilus magnus influit aut parcior. Nemo aratorum respicit caelum pluvias exspectans,sed flumine tantum confidit(confida solamente nel fiume). Quantum crevit nilus,tanta spes in annum est. nec computation fallit agricolam:nam ad mensuram fluminis terra respondet,quam fertilem facit Nilus. Adeo mira igitur est natura fluminis ut cum ceteri amnes abluant terras et eviscerent. Nilus,qui tanto maior est ceteris,nihil ex humo exedat nec abradat,sed contra vires terries adiciat:harenas enim limo saturat,debetque illi Aegyptus regionum suarum fertilitatem. Aegypti facies pulcherrima est cum iam se in agros Nilus ingessit:latent campi opertaeque sunt valles,oppida insularum more(come le/alle maniere delle isole) exsant,nec ullum mediterraneis incolis nisi per navigia commercium est.

Britanni ex essedis pugnant
Apud Britannos genus hoc est ex essedis pugnae. Primo essedarii per omnes aciei partes perequitant et tela coniciunt atque ipso terroreequorum et strepitu rotarum ordines plerumque pertubant,et cum se inter equitum turmas insinuaverint,ex essedis desiliunt ac pedibus pugnant. Eorum aurigae interim paulatim ex proemio excedunt atque ita currus haud procul conlocant ut,cum hostium multitudo eos premat,pugnantes expeditum ad suos receptum habere possint. Ita mobilitatem et velocitatem uquitum,stabilitatem peditum in proeliis praestant,ac tantum usu cotidiano et exercitatione efficiunt,ut quamvis in declivi ac precipiti loco incitatos equos sustinere et moderari ac flectere et per temonem ipsi percorrere et in iugo insistere et se inde in currus mitissime recidere consueverint.
ShattereDreams
ShattereDreams - VIP - 99865 Punti
Salva
Sulle benefiche inondazioni del Nilo

La natura ha disposto il Nilo, il più celebre tra i fiumi, in modo tale che inondi l'Egitto in quel periodo dell'anno in cui il calore dell'estate brucia la terra e che trasporti sugli aridi terreni una tanto grande abbondanza d'acqua da bastare per la siccità di un anno intero. Infatti in quella parte dell'Africa, che volge verso l'Etiopia, o non ci sono piogge o sono rare. Perciò l'Egitto ha la sua unica speranza nel Nilo: infatti l'anno è sterile o fertile secondo che il Nilo scorra abbondante o scarso. Nessuno degli aratori osserva il cielo aspettando le piogge, ma confida solamente nel fiume. Quanto è cresciuto il Nilo, tanta è la speranza per un anno. Né il calcolo sfugge al contadino: infatti la terra, che il Nilo rende fertile, corrisponde al livello del fiume. Dunque a tal punto è straordinaria la natura del fiume che, mentre gli altri fiumi portano via e sventrano le terre, il Nilo, che è tanto più grande degli altri, non porta via né raschia niente dal terreno, ma, al contrario, aggiunge vigore alle terre: infatti colma i terreni aridi con il limo, e a quello (cioè al limo) l'Egitto deve la fertilità delle sue terre. L'aspetto dell'Egitto è bellissimo quando il Nilo si è ormai gettato sui terreni: i campi sono nascosti e le valli coperte, le città emergono alla maniera delle isole, né agli abitanti dell'entroterra è alcun commercio se non per mezzo di imbarcazioni.


I Britanni combattono dai carri

Presso i Britanni è questo il genere di battaglia dai carri. Innanzitutto gli essedari (cioè i soldati che sono sul carro) cavalcano per tutte le parti del campo di battaglia e lanciano giavellotti e, con il terrore stesso dei cavalli e con il rumore delle ruote, scompigliano per lo più le file, e, dopo essersi insinuati tra le torme dei cavalieri, scendono dai carri e combattono a piedi. Nel frattempo i loro aurighi si allontanano un po' dal combattimento e collocano i carri non lontano così che, quando la moltitudine di nemici li incalza, coloro che combattono possano avere un'agevole ritirata presso i loro. Così nei combattimenti superano la mobilità dei cavalieri, la stabilità dei fanti e con la pratica e l'esercizio quotidiano riescono tanto, che sono abituati a frenare i cavalli al galoppo in un luogo in pendio e scosceso e controllare e piegare e correre su per il timone e fermarsi sul giogo e ritirarsi molto velocemente sui carri.




:hi
♥Coky♥
♥Coky♥ - Bannato - 2712 Punti
Salva
Sei un grande ti amo!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 281 Punti

Comm. Leader
Registrati via email