• Latino
  • latino versione da tradure entro oggi

    closed post best answer
miki0426
miki0426 - Ominide - 9 Punti
Salva
mi potete tradure questa versione please?
fabri scaphas extruebant et naviculae celeriter undas sulcabant .nautae et in diurnis et in nocturnis horis naigabant.noctu enim nautae magno studio astra observabant:sic cursum diligenter tenebant. ex sicilia multi nautae in africae oras aut in graeciae emporia procedebant. piratae nautis inimici erant:nautarum scaphas saepe occupabant et nautarum cibum ,aquam pecuniam armaque captabant.viros necabant et flammis naviculas delebant . etiam syracusarum incolae piratas timebant: saepe viri armis familias divitiasque defendebant et matronae pretiosas gemmas in amphoris condebant.



grazie in anticipo <3
ShattereDreams
ShattereDreams - VIP - 100036 Punti
Salva
Gli artigiani costruivano le barche e le piccole imbarcazioni velocemente solcavano le onde. I marinai navigavano sia nelle ore diurne che notturne. Di notte, infatti, i marinai osservavano con grande attenzione le stelle: così mantenevano con cura la rotta. Molti marinai si dirigevano dalla Sicilia verso le coste dell'Africa o verso gli empori della Grecia. I pirati erano nemici dei marinai: spesso si impadronivano delle barche dei marinai e prendevano il cibo, l'acqua, il denaro e le armi dei marinai, uccidevano gli uomini e distruggevano le piccole imbarcazioni con le fiamme. Anche gli abitanti di Siracusa temevano i pirati: spesso gli uomini difendevano con le armi le famiglie e la ricchezza e le matrone nascondevano le pietre preziose nelle anfore.


:hi


Cristina
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di luglio
Vincitori di luglio

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Pinchbeck

Pinchbeck Moderatore 4900 Punti

VIP
Registrati via email