• Latino
  • Latino - versione - Battute Mordaci

kikko93_madonna
kikko93_madonna - Habilis - 158 Punti
Rispondi Cita Salva
Siculus quidam vicinum suum, qui falce ramos arboris percutiebat, vidit. Ad quem cum accessisset, interrogavit cur tam male miseram arborem mulcaret. <<Pessima - inquit ille - arbor est. Velim eam incendere vel ex radicibus evellere. Utinam dii eam deperdant, aestatis ardor eam torreat vel hiemis frigus exsiccet neve ei venti parcant! Nam de ramis eius se suspendit uxor mea>>. Tunc Siculus, cui mala femina erat, statim exclamavit: <<Utinam talem arborem ipse habeam! Da mihi, quaeso, ex arbore ista surculos, ut eos in agro meo seram>>.
Diogenes philosophus, cum interrogatus esset num lodos Olympicos spectavisset, respondit: Spectavi, et velim veros homines vidisse, sed paucos et ineptos inveni. Stultum est enim athletas, qui non ingenii vires, sed corporis tantum habeant, veros homines aestimare>>.

Questa risposta è stata cambiata da BIT5 (03-06-09 17:53, 7 anni 6 mesi 7 giorni )
silmagister
silmagister - Genius - 25278 Punti
Rispondi Cita Salva
Siculus quidam vicinum suum, qui falce ramos arboris percutiebat, vidit. Ad quem cum accessisset, interrogavit cur tam male miseram arborem mulcaret. <<Pessima - inquit ille - arbor est. Velim eam incendere vel ex radicibus evellere. Utinam dii eam deperdant, aestatis ardor eam torreat vel hiemis frigus exsiccet neve ei venti parcant! Nam de ramis eius se suspendit uxor mea>>. Tunc Siculus, cui mala femina erat, statim exclamavit: <<Utinam talem arborem ipse habeam! Da mihi, quaeso, ex arbore ista surculos, ut eos in agro meo seram>>.
Diogenes philosophus, cum interrogatus esset num lodos Olympicos spectavisset, respondit: Spectavi, et velim veros homines vidisse, sed paucos et ineptos inveni. Stultum est enim athletas, qui non ingenii vires, sed corporis tantum habeant, veros homines aestimare>>.

un Siciliano vide il suo vicino, che colpiva con la falce i rami di un albero. Ed essendosi avvicinato a lui, gli chiese, perchè maltrattasse tanto il misero albero. « E' un pessimo albero » - disse. « Vorrei bruciarlo o strapparlo dalle radici. Oh, voglia il cielo che gli dei lo annientino, che il calore dell'estate lo faccia arrostire o il freddo dell'inverno lo faccia seccare e che neppure i venti lo risparmino ! Infatti ai suoi rami si è impiccata la mia sposa ». Allora il Siciliano, che aveva una donna malvagia. esclamò subito : « Magari avessi io un tale albero ! Dammi, ti prego, questi germogli (semi) dall'albero, affinchè io lo pianti nel mio campo ». il filosofo Diogene, essendogli stato chiesto se avesse visto i giochi di Olimpia, rispose : « Li ho visti, e vorrei aver visto degli uomini veri, ma ne ho trovati pochi e inetti. E' sciocco infatti considerare veri uomini gli atleti, che non hanno le forze della mente, ma soltanto quelle del corpo ».

ciao kikko93_madonna :hi
kikko93_madonna
kikko93_madonna - Habilis - 158 Punti
Rispondi Cita Salva
GRAZIE 1000... infinitamente!!!
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email