• Latino
  • "la vera amicizia secondo seneca"

    closed post
Stress
Stress - Genius - 2255 Punti
Rispondi Cita Salva
Ciao, mi servirebbe questa versione
LA VERA AMICIZIA SECONDO SENECA : inizio: Nonnulli quae tantum amicis committenda sunt...
Fine: illa dicet tibi et diem fecisse se et noctem
paraskeuazo
paraskeuazo - Genius - 74901 Punti
Rispondi Cita Salva
Ho trovato qsta:


Quidam quae tantum amicis committenda sunt obviis narrant, et in quaslibet aures quidquid illos urit exonerant; quidam rursus etiam carissimorum conscientiam reformidant et, si possent, ne sibi quidem credituri interius premunt omne secretum. Neutrum faciendum est; utrumque enim vitium est, et omnibus credere et nulli, sed alterum honestius dixerim vitium, alterum tutius. [5] Sic utrosque reprehendas, et eos qui semper inquieti sunt, et eos qui semper quiescunt. Nam illa tumultu gaudens non est industria sed exagitatae mentis concursatio, et haec non est quies quae motum omnem molestiam iudicat, sed dissolutio et languor. [6] Itaque hoc quod apud Pomponium legi animo mandabitur: 'quidam adeo in latebras refugerunt ut putent in turbido esse quidquid in luce est'. Inter se ista miscenda sunt: et quiescenti agendum et agenti quiescendum est. Cum rerum natura delibera: illa dicet tibi et diem fecisse se et noctem. Vale.
Alcuni raccontano ai passanti di cose che è bene riservare solo agli amici e confidano alle orecchie di chiunque le proprie preoccupazioni. D’altra parte ci sono alcuni invece che temono anche la coscienza dei piú cari, e si cacciano sempre piú dentro ogni segreto, riluttanti come sono a concederli persino a loro stessi. È bene stare nel mezzo. Entrambe le cose sono da evitare: sia dar fiducia a tutti, sia non darla a nessuno. Anche se il primo lo direi un vizio piú onesto e il secondo piú cauto. [5] Tieniti dunque a egual distanza da entrambi, sia da quelli che sono sempre troppo inquieti, sia da quelli mai brillanti. L’operosità infatti non gode di disordine, come invece l’irrequietezza di una mente troppo vivace. Analogamente però non si tratta di quiete quando ogni movimento è considerato un fastidio, ma flemma e dissoluzione. [6] Ti verrà affidata questa frase che ho letto sfogliando Pomponio: “vi son quelli che tanto rifuggono sotterra che ritengono turpe tutto ciò che sta sotto il sole”. Bisogna saper confondere queste due tendenze, ed è bene che il flemmatico prenda iniziative e che chi è sempre in attività sappia apprezzare la quiete. Consigliati con la natura, ti dirà di aver creato sia il giorno sia la notte. Sta’ bene.
Stress
Stress - Genius - 2255 Punti
Rispondi Cita Salva
Ok grazie mille!:thx
Mario
Mario - Genius - 37169 Punti
Rispondi Cita Salva
chiudo
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

ifabio

ifabio Admin 1333 Punti

VIP
Registrati via email