• Latino
  • L'apologo di Menenio Agrippa

Mack
Mack - Habilis - 160 Punti
Rispondi Cita Salva
Anno sexto decimo post exactos reges.plebs.aere alieno oppressa,seditionem fecit er relicta urbe,in sacrum montem,qui trans Anienem est,secessit,ubi per aliquot dies quieta sed armata se tenuit.
Pavor ingens patres invasit metuque mutuo in urbe omnia suspensa erant.
Placuit tandem mittere ad plebem Menenium Agrippam,virum facundum et plebi carum,ut quaereret ex plebe quid putaret.Is,intromissus in castra,hoc narravit."olim brachia ,crura,os,dentes,omnia denique corporis membra,ira in ventrem incensa,quem videbant quietum frui(godere) voluptatibus ipsorum labore paratis,in eum conspiraverunt nec amplius laborare voluerunt.Sed dum ventrem fame domare volunt,non solum enter sed totum corpus ad extremam tabem venit.Inde ventris quoque magnum apparuit ministerium,qui non magis alitur quam alit,reddens in omnes partes corporis cibum a ceteris membris acceptum
Comparando intestinam corporis seditionem irae plebis in patres,Menenius flexit hominum mentes
silmagister
silmagister - Genius - 25278 Punti
Rispondi Cita Salva
Anno sexto decimo post exactos reges.plebs.aere alieno oppressa,seditionem fecit er relicta urbe,in sacrum montem,qui trans Anienem est,secessit,ubi per aliquot dies quieta sed armata se tenuit.
Pavor ingens patres invasit metuque mutuo in urbe omnia suspensa erant.
Placuit tandem mittere ad plebem Menenium Agrippam,virum facundum et plebi carum,ut quaereret ex plebe quid putaret.Is,intromissus in castra,hoc narravit."olim brachia ,crura,os,dentes,omnia denique corporis membra,ira in ventrem incensa,quem videbant quietum frui(godere) voluptatibus ipsorum labore paratis,in eum conspiraverunt nec amplius laborare voluerunt.Sed dum ventrem fame domare volunt,non solum enter sed totum corpus ad extremam tabem venit.Inde ventris quoque magnum apparuit ministerium,qui non magis alitur quam alit,reddens in omnes partes corporis cibum a ceteris membris acceptum
Comparando intestinam corporis seditionem irae plebis in patres,Menenius flexit hominum mentes

Sedici anni dopo la cacciata dei re, la plebe, oppressa dai debiti, fece una ribellione e, lasciata la città, si ritirò in un colle sacro, che si trova al di là dell'Aniene, dove per alcuni giorni si mantenne tranquilla, ma armata.
Un'intensa preoccupazione s'impadronì dei senatori e tutto in città era sospeso in una reciproca paura. Si decise infine di inviare alla plebe Menenio Agrippa, uomo di nota eloquenza e caro alla plebe, per chiedere alla plebe stessa, che cosa pensasse ( di fare ). Egli, fatto entrare nell'accampamento, raccontò questo : « Un tempo le braccia, le gambe, la bocca, i denti, insomma tutte le membra del corpo, accese d'ira contro il ventre ,che vedevano godere tranquillo dei piaceri procuratigli dalla fatica di loro stesse, cospirarono contro di esso e non vollero più lavorare. Ma mentre volevano dominare con la fame il ventre, non solo il ventre, ma l'intero corpo giunse ad un'estrema consunzione. Da allora apparve l'importante funzione anche del ventre, che non è alimentato più di quanto dia alimento, restituendo in tutte le parti del corpo il cibo ricevuto dalle altre membra. Paragonando l'interna ribellione del corpo alla collera della plebe verso i senatori, Menenio modificò le intenzioni degli uomini.


ciao Mack :hi
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 281 Punti

Comm. Leader
Registrati via email