littlellie
littlellie - Erectus - 50 Punti
Rispondi Cita Salva
ciao a tutti!! sto cercando la traduzione di due versioni, una è di valerio massimo si intitola "un tiranno clemente" e inizia così: Pisistratus Atheniensium tyrannus, cum adulescens quidam accensus amore filiae eius virginis in publico eam osculatus esset..
l'altra è di cesare e inizia cosi: eodem die ubi per exploratores resciit hostes sub monte consedisse milia passuum ab ipsius castris octo

VI PREGO AIUTATEMI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
GRAZIE..UN BACIO CIAO CIAO :)
sbardy
sbardy - Admin - 22784 Punti
Rispondi Cita Salva
Pisistrato, tiranno deli ateniesi, avendo baciato in pubblico la figlia adolescente, travolto dall’amore, per punire la giovane con l’esigente moglie, rispose: “Se avessimo ucciso quelli che amiamo, cosa faremmo a quelli che odiamo?”. Q. Metello, conducendo la guerra nella Spagna Celtiberica, dopo aver assediato la città di Centobriga e aver avvicinato le macchine alle mura, visti nella parte opposta i due figli di Retogene che stava fuggendo verso di lui, affinchè i giovani non perissero al violento cospetto del padre, si allontanò dall’assedio. C. Cesare, sentita la morte di Catone, disse sia che invidiava la gloria di quello sia che quello invidiava la sua (gloria), e ricevette dai figli di quello l’intero patrimonio.
---------
l'altra http://www.skuola.net/page.php?id=404
aleio1
aleio1 - Mito - 18949 Punti
Rispondi Cita Salva
Ecco la prima....

Pisistrato, tiranno deli ateniesi, avendo baciato in pubblico la figlia adolescente, travolto dall’amore, per punire la giovane con l’esigente moglie, rispose: “Se avessimo ucciso quelli che amiamo, cosa faremmo a quelli che odiamo?”. Q. Metello, conducendo la guerra nella Spagna Celtiberica, dopo aver assediato la città di Centobriga e aver avvicinato le macchine alle mura, visti nella parte opposta i due figli di Retogene che stava fuggendo verso di lui, affinchè i giovani non perissero al violento cospetto del padre, si allontanò dall’assedio. C. Cesare, sentita la morte di Catone, disse sia che invidiava la gloria di quello sia che quello invidiava la sua (gloria), e ricevette dai figli di quello l’intero patrimonio.
aleio1
aleio1 - Mito - 18949 Punti
Rispondi Cita Salva
sbardy...mi hai preceduto di 2 minuti ihhi!!
littlellie
littlellie - Erectus - 50 Punti
Rispondi Cita Salva
GRAZIE MILLE A TUTTI E DUE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
mi avete salvato la vita!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
spero di riuscire a ricambiare il favore..:):):) ciao ciao un bacio!!
sbardy
sbardy - Admin - 22784 Punti
Rispondi Cita Salva
potresti inviare degli appunti qui http://www.skuola.net/plug.php?e=userarticles&m=add
littlellie
littlellie - Erectus - 50 Punti
Rispondi Cita Salva
aa ok certo :)
alexis
alexis - Erectus - 50 Punti
Rispondi Cita Salva
ciauuuu a tuttiiiii!!mi serve un super aiutooooo!!mi potete aiutare a cercare questa versione d valerio massimo? si intitola "salomonico verdetto di un legislatore" e comincia cosi: "zaleucus, urbe locrensium a se saluberrumis atque utilissimis legibus munita, cum filius...."
graizie mille in anticipoooooooooo!!
1bacioooo
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

pizzibutti

pizzibutti Blogger 284 Punti

VIP
Registrati via email