darkdario
darkdario - Sapiens - 300 Punti
Rispondi Cita Salva
Roma antica

Neque magna neque opulenta erat olim Roma.Ubi postea viae amplae et stratae, marmoreae basilicae, splendidae thermae erant; antea semitae erant angustae es saxosae, paucae et miserae casae, paludosae et praeruptae terrae.Constantia et industria et audacia incolarum inclementiam naturae superabant.Paulatim multis ougnis et egregiis victoriis potentia Romana crevit et Roma universae Italiae domina fuit.Postea militiae Romanae in Sicilia, in HIspania, in Africa variis et cruentis pugnis pugnabant.Postremo Roma Macedoniam et Syriam et Hispaniam et ceteras terras domabat et diu administrabat.

La cicala e la formica

Olim garrula cicada in frondosa silva canebat, laboriosa formica autem assidue laborabat.Cicada formicam videt et bestiolae industriam ita vituperat: <<Stulta formica, cur vitam tuam in opera dissipas? Ego contra in umbra requiesco, vitam laetam et sine curis ago et agricolas delecto>>.At sedula formica cicadae pigritiam contemnit, nec insoletiam curat, sed in sua opera perseverat. Cum autem hiemens venit propter pristinam industriam formicae magna copia micarum est et cum laetitita vivit; cicada, contra, neglegentia sua escas non habet et in miseria est.Tunc formicam implorat: <<Da mihi, quaeso, paucas micas quia famelica sum>>. Sed improvidae cicadae formica respndet: <<Antea canebas, nunc salta!>>
Ila
Ila - Genius - 14442 Punti
Rispondi Cita Salva
Una volta una loquace cicala cantava nei boschi frondosi,una formica laboriosa invece lavorava assiduamente.La cicala vide la formica e criticò il lavoro della bestiola così: "O stolta formica,perchè sprechi la tua vita nel lavoro?Io invece mi riposo all'ombra,trascorro una vita lieta e senza preoccupazioni e rallegro i contadini".Ma la formica diligente disprezzò la pigrizia della cicala,non bada all'insolenza,ma insiste nel suo lavoro.Quando poi si avvicina l'inverno a causa del precendente lavoro c'è molta abbondanza di briciole e la formica vive con letizia (Sei sicuro che sia formicae e non formica nel testo?);la cicala invece per la sua negligenza non ha cibo e è nella miseria.Allora implora la formica:"Dammi,per favore,poche briciole perchè sono affamata".Ma la formica risponde alla cicala sprovveduta:"Prima cantavi,ora balla!"


Una volta Roma non era nè grande nè ricca.Dove dopo c'erano delle splendide terme,ampie e coperte vie,basiliche mormoree;prima c'erano sentieri angusti e sassosi,poche e misere case,terre paludose e scoscese.La costanza e la laboriosità e l'audacia degli abitanti superavano l'inclemenza della natura.A poco a poco la potenza romana crebbe con molti fuochi (penso tu abbia sbagliato a scrivere ougnis,sarà un'altra parola.Io ho fatto finta che fosse ignis,quindi fuoco,ma se nn dovesse essere quella la parola devi modificarla) ed egregie vittorie e Roma fu padrona di tutta l'Italia.Dopo le milizie romane combattevano in Sicilia,in Spagna,in Africa con varie e sanguinose battaglie.Infine Roma domava la Macedonia e la Siria e la Spagna e le altre terre e (le) amministrava a lungo
darkdario
darkdario - Sapiens - 300 Punti
Rispondi Cita Salva
Grazie x il tuo aiuto ci sarebbe quest'altra versione e poi con oggi abbiamo finito:

La colomba e la formica

Columba, dum lavat alas in fovea, vedet in foveae aqua formicam.Misera formicam flet et formicae operam implorat.Tunc columba praebet bestiolae herbam et formicam sevat.Postea agricola apud villam suam videt columbam et param sagittam: nam vult columbam necare aut vivam donare filiis et filiabus.Nam agricola habet filios atque filias in villa sua.Sed dum agricola cogitat, grata formica appropinquat et agricola mordet.Agricola autem propter dolorem demittit sagittam et columba evolat

grazie ancora...
Ila
Ila - Genius - 14442 Punti
Rispondi Cita Salva
Una colomba,mentre lava le ali in una fossa,vede dell'acqua della fossa una formica.La misera compiange la formica e implora il lavoro della formica.Allora la colomba offre dell'erba alla bestiola e sevat (sei sicuro che sia questa la parola??) la formica.Dopo un contadino vede presso una fattoria la colomba e prepara una freccia:infatti vuole uccidere la colomba o donarla viva ai figli e alle figlie.Infatti il contadino ha dei figli e delle figlie nella sua cascina.Ma mentre il contadino pensa,la cara formica si avvicina e morde il contadino.Il contadino poi a causa del dolore lascia cadere la freccia e la colomba vola via.

ecco tutto!:hi
mitraglietta
mitraglietta - Mito - 62599 Punti
Rispondi Cita Salva
ok chiudo il thread ciao e alla prossima!
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Il_aria

Il_aria Blogger 2 Punti

VIP
Registrati via email