Donyted
Donyted - Sapiens - 750 Punti
Rispondi Cita Salva
Raga mi serve una mano su 1 versione ke si intitola "De equistri proelio"..vi prego!! X dmn mi serve..aiutatemi!!
sedia90
sedia90 - Genius - 9848 Punti
Rispondi Cita Salva
si ma dv scrivere almeno le prime parole se no come facciamo ad aiutarti?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!?

è questa la versione???
Romanorum equitatus e castris processit, et, ubi in conspectum hostium venit, proelium commisit. Laevum cornu Romanorum exsercitus Aulus praetor ducebat, dexterum Tiberius con sul. Equites et pedites sine metu pugnaverumnt. At locus iniquus erat equestri proelio, quia crebri rivi campum rigabant et densi dumorum nexus equorum crura implicabant atque impedimento motibus equitum erant. Peditatus hostium contra motus expedititi erant, et facile illi impetum Romanorum sustinebant. Strepitus armorum sauciorumque gemitus omnia loca complebant. Ideo usque ad solis occasum acriter omnes pugnaverunt, neque pugnae exitus certus fuit.

se è quella questa è la traduzione se nn è que metti almeno le prime e le ultime parole se no nn possiamo aiutarti!!!!
La cavalleria dei Romani procedette dall'accampamento e, quando fu in vista dei nemici, ingaggiò il combattimento. Il pretore Aulo comandava (= conduceva) l'ala sinistra dell'esercito romano (= dei Romani), il console Tiberio quel[la] destra. Cavalieri e fanti combatterono senza paura. Ma la posizione era sfavorevole per un combattimento di cavalleria poiché frequenti ruscelli segnavano il campo e i fitti intrecci delle macchie facevano impigliare le gambe dei cavalli ed erano d'ostacolo ai movimenti dei cavalieri. Al contrario i movimenti dei nemici erano liberi da impacci ed essi (= quelli) reggevano facilmente all'assalto dei Romani. Il rumore delle armi ed i gemiti dei feriti riempivano tutti gli spazi. Perciò tutti combatterono accanitamente fino al calare del sole, e l'esito della battaglia rimase incerto (= non fu certo).
freddytvb
freddytvb - Genius - 10322 Punti
Rispondi Cita Salva
Romanorum equitatus e castris processit, et, ubi in conspectum hostium venit, proelium commisit. Laevum cornu Romanorum exsercitus Aulus praetor ducebat, dexterum Tiberius con sul. Equites et pedites sine metu pugnaverumnt. At locus iniquus erat equestri proelio, quia crebri rivi campum rigabant et densi dumorum nexus equorum crura implicabant atque impedimento motibus equitum erant. Peditatus hostium contra motus expedititi erant, et facile illi impetum Romanorum sustinebant. Strepitus armorum sauciorumque gemitus omnia loca complebant. Ideo usque ad solis occasum acriter omnes pugnaverunt, neque pugnae exitus certus fuit.
La cavalleria dei Romani procedette dall'accampamento e, quando fu in vista dei nemici, ingaggiò il combattimento. Il pretore Aulo comandava (= conduceva) l'ala sinistra dell'esercito romano (= dei Romani), il console Tiberio quel[la] destra. Cavalieri e fanti combatterono senza paura. Ma la posizione era sfavorevole per un combattimento di cavalleria poiché frequenti ruscelli segnavano il campo e i fitti intrecci delle macchie facevano impigliare le gambe dei cavalli ed erano d'ostacolo ai movimenti dei cavalieri. Al contrario i movimenti dei nemici erano liberi da impacci ed essi (= quelli) reggevano facilmente all'assalto dei Romani. Il rumore delle armi ed i gemiti dei feriti riempivano tutti gli spazi. Perciò tutti combatterono accanitamente fino al calare del sole, e l'esito della battaglia rimase incerto (= non fu certo).
è questa?
Donyted
Donyted - Sapiens - 750 Punti
Rispondi Cita Salva
sisi..grz mille è questa!!
paraskeuazo
paraskeuazo - Genius - 74901 Punti
Rispondi Cita Salva
Bene chiudo
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 281 Punti

Comm. Leader
Registrati via email