merendina
merendina - Sapiens Sapiens - 1490 Punti
Rispondi Cita Salva
come si costruisce la dichiarativa????????''
SuperGaara
SuperGaara - Mito - 120308 Punti
Rispondi Cita Salva
Sono chiamate sostantive dichiarative (o completive) le proposizioni dipendenti che esprimono un fatto. Sono introdotte da ut (la cui negazione è ut non, ut nemo, ut nihil...) e hanno il verbo al congiuntivo, secondo la consecutio temporum. In italiano la congiunzione ut si traduce con <<che>> ed è seguita dal congiuntivo o dall'indicativo, ma se c'è identità di soggetto si può usare anche <<di>> o <<da>> più l'infinito.

Accidit ut nonnulli milites repentino eqitum adventu interciperentur (Cesare).

Accade che alcuni soldati fossere sopresi dall'arrivo improvviso della cavalleria.

Dipendono da:

1) Verbi impersonali che indicano accadimento, come est ut (si dal caso che), fit, accidit, evenit ut (accade, capita che), fieri potest ut (può accadere, è possibile che) e simili.

2) Verbi che indicano conseguenza o risultato, come facio, efficio, perficio ut (faccio in modo che), facere non possum ut (non posso fare a meno che) e simili.

3) Locuzioni impersonali, come restat, reliquum est ut (rimane che), extremum est ut (l'ultima cosa è che), in eo sum ut (sono al punto di) e simili.

4) Locuzioni formate da terza persona singola, sum con un aggettivo neutro, come verum, iustum, aequum, par est, oppure con un sostantivo come mos, consuetudo, tempus, consilium, fama est.
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 281 Punti

Comm. Leader
Registrati via email