Kelina
Kelina - Erectus - 50 Punti
Rispondi Cita Salva
Ciao vorrei la versione di androclo e il leone qualcuno mi aiuta please ??
tauch92
tauch92 - Genius - 2125 Punti
Rispondi Cita Salva
ecco o è la prima o è la seconda:

-Quid nunc,discipuli,aget servus?Misericordia movebitur et misero leoni succurret an(oppure) pavidus et durus(insensibile) fugiet?-Androcli animus magnus et bonus est:statim ad feram accedit atque ex pede eius spinam molestam extrahit.Leo viro benefico gratias agit et ei(gli,a lui)auxilium suum promittit.post aliquot annos(dopo alcuni anni) in circo magni ludi parabantur,
inter quos(fra i quali) etiam pugna servorum contra beluas;ille ipse leo inter servos benefactorem suum angoscit.-Quid putatis discipuli? Belua promissum suum servabis an feritas gratiam vincet?-Leo ad Androculum placide oppropinquat et eius manus(mani)lingua lambit. Tim totus poplus prodigio plaudit et servum liberat"

traduzione:
cosa ora, discepolo, fa il servo? sarà mosso da misericordia e soccorrerà il povero leone oppure pavido e insensibile fuggirà? L'amico di Androclo è grande e grande: subito si avvicina alla bestie ed estrae dal suo piede la fastidiosa spina. Il leone rende grazie al benefico uomo e gli promise il suo aiuto. Dopo qualche anno erano preparati nel circo grandi giochi tra i quali anche una battaglia tra servi contro bestie, quello stesso leone riconobbe il suo benefattore tra i servi. Cosa pensate discepoli? la belva conserverà la sua promessa o vincerà la crudeltà rispetto alla grazia? Il leone si avvicinò tranquillamente ad Androclo e con la lingua gli leccò le mani. Allora tutto il popolo applaudì questo prodigio e libera il servo


Androclus servus erat et dominus eius Africam proconsulari imperio obtinuerat.Postquam eo pervenerant,servus iniquis eius et cotidianis verberibus ad fugam coactus est et,latebras petens,in torridam solitudinem concessit.Tum sole medio rabido et flagranti in ampla planitie specum remotum latebrosumque invenit ibique se condidit.Non multo post meridiem ad eundem specum leo venit,debili uno et cruento pede,gemitus edens et murmura dolorem cruciatumque vulneris commiserantia.Androclus statim exterritus est minaci eius facie,sed fera,mitis et mansues,ad eum accessit et pedem in gremium posuit,quai auxilium petens.Tum ANDROCLUS stirpem ingentem ,vestigio pedis eius haerentem,revellit,saniemque e vulnere expressit et sine magna iam formidine detersit cruorem.Leo tumrequievit,atque ex eo die triennium totum servus et leo coniuncte vixerunt.Postea Androclus solitudinem reliquit,sed statim a militibus captus est.Inde Romam ad suum dominum deductus,rei capitalis damnatus est et ad bestias deditus.Sed in circo,ubi vidit leonem contra se advenientem,statim effigiem ferae quondam sibi sodalis cognovit.Leo enim mitis ad eum venit et, memor beneficii,pedem suum in Androcli gremium posuit,fidem et gratiam praebens.Tum et servus et leo liberati sunt.

traduzione:
Androclo era uno schiavo e il suo padrone aveva ottenuto l'Africa con un potere proconsolare. Dopo che erano giunti là(in africa), lo schiavo fu costretto alla fuga dalle sue quotidiane e ingiuste frustate e, cercando dei rifugi, si ritirò in un caldo luogo deserto.
Allora mentre il sole centrale (era) forte e ardente trovò in una grande pianura una lontana e nascosta caverna e si nascose lì.
Non molto dopo mezzogiorno un leone venne presso la stessa caverna, debole con un solo piede insanguinato, producendo un gemito.
Androclo fu subito spaventato dal suo volto minaccioso, ma l'animale, calmo e mansueto, si avvicinò a lui e mise la zampa sul grembo, come per chiedere aiuto.
Allora Androclo tolse una spina ingente , attaccata alla pianta del suo piede, e fece uscire la putredine dalla ferita e senza grande paura già ripulì il sangue.
Il leone allora riposò, e da quel giorno per tre anni il leone e il servo vissero insieme. Dopo Androclo abbandono il luogo deserto, ma subito fu catturato dai soldati. In seguito condotto a Roma presso il suo padrone, fu condannato a un pro***** capitale e fu dato alle bestie. Ma nel cerchio , non appena vide il leone che gli si avvicinava, subito riconobbe la figura dell'animale un tempo suo amico. Il leone infatti tranquillo venne presso lui e, memore del beneficio, pose il suo piede sul grembo di Androclo, mostrando fede e gratitudine. Allora sia il leone che il servo vennero liberati.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 248 Punti

Comm. Leader
Antonio-P

Antonio-P Blogger 1954 Punti

VIP
Registrati via email