• Latino
  • esercizi latino entro martedì alle 10 :)

    closed post best answer
beatriceweasley
beatriceweasley - Ominide - 35 Punti
Salva
nell'esercizio 3-4 devo completare e tradurre,nel 7 tradurre e nel 27 tradurre tutte le frasi,grazie mille :)
ShattereDreams
ShattereDreams - VIP - 99865 Punti
Salva
Esercizio n.3

1. Cum Caesar Vercingetoris consilium cognovisset, castra movit.
- Cesare, avendo conosciuto il piano di Vercingetorige, spostò l'accampamento.

2. Cum imperator Augustus pacem restituisset, Iani templum clausum est.
- Poiché l'imperatore Augusto aveva ristabilito la pace, il tempio di Giano fu chiuso.

3. Miles, cum tenere telum saucio bracchio non possit, e pugna excedit.
- Il soldato, non riuscendo a tenere il giavellotto con il braccio ferito, si allontana dalla battaglia.

4. Cum domi sim, multa lego aut scribo.
- Essendo a casa, leggo molto o scrivo.

5. Haec cum animadvertisset, Caesar centuriones vehementer incusavit.
- Essendosi accorto di ciò, Cesare rimproverò severamente i centurioni.

6. Cum incolae Tyri se non subiecissent, Alexander urbem obsedit.
- Poiché gli abitanti di Tiro non si erano sottomessi, Alessandro assediò la città.


Esercizio n.4

1. Cum res ita sit, dicam quod sentio.
- Stando così la cosa, dirò ciò che penso.

2. Cum Troiani praedam ex agris agerent, Latinus rex cum armatis ex urbe pervenit.
- Poiché i Troiani saccheggiavano i campi, il re Latino giunse con i soldati dalla città.

3. Romulus, cum uxores cives Romani non haberent, Sabinas virgines rapuit.
- Romolo, poiché i cittadini Romani non avevano donne, rapì le fanciulle Sabine.

4. Multi parentes, cum filios suos nimis laudent, eorum ruinae causa sunt.
- Molti genitori, lodando troppo i propri figli, sono la causa della loro rovina.

1. Cum Romam nuntius cladis Cannensis pervenisset, in urbe magnus terror fuit.
- Essendo arrivata a Roma la notizia della disfatta di Canne, in città ci fu un grande terrore.

2. Cum te offenderim, veniam peto.
- Poiché ti ho offeso, chiedo perdono.

3. Dionysius, cum fanum Proserpinae Locris expilavisset, Syracusas solvit.
- Dionisio, dopo aver saccheggiato il tempio di Proserpina a Locri, salpò alla volta di Siracusa.

4. Cum litteras tuas acceperim, statim tibi respondebo.
- Avendo ricevuto una tua lettera, ti risponderò subito.


Esercizio n. 7

1. L'imperatore Tito fu così generoso nei confronti di tutti da essere chiamato delizia del genere umano.

2. Nelle indoli degli uomini ci sono tante grandi differenze, che ad alcuni piacciono le cose dolci, al altri le cose amarognole.

3. I Romani furono a tal punto spaventati dagli elefanti che non sostennero l'attacco degli Epiroti.

4. I pirati infestavano tutti i mari in tal maniera che per i Romani la navigazione non era sicura.

5. Vi fu un così grande cambiamento di cose che gli Spartani, spaventati, chiesero la pace.

6. Annibale arse di così tanto odio nei confronti dei Romani fino alla morte, che non smise mai di suscitare guerre contro di loro.

7. Fu così grande l'ardore degli animi che nessuno dei combattenti si accorse del terremoto.

8. I soldati combatterono con un valore così straordinario che in poco tempo i nemici si dettero rapidi alla fuga.

9. Presso i Germani è usanza che gli uomini in guerra vengano sostenuti dalle donne.

10. Nel foro vi era un così grande rumore, che nessuno sentì l'oratore.


Esercizio n.27

1. Annibale andava per primo in combattimento, per ultimo, terminato il combattimento, usciva.

2. L'Orazio, uccisi i tre Curiazi e persi i due fratelli, ritornò a casa vincitore.

3. Tullo Ostilio vinse in guerra i Veienti e i Fidenati e ampliò la città, annesso il colle Celio.

4. Niente riesce bene a dispetto di Minerva, cioè andando contro natura.

5. Cesare, tenuto questo discorso, ai soldati che sollecitavano e ardevano per il desiderio della battaglia, dà il segnale del combattimento con la tromba.

6. Poiché arrivava la disfatta per la città, ambasciatori giungono da Chiusi chiedendo aiuto contro i Galli

7. Talvolta lampeggia anche quando appaiono le stelle e con la notte tranquilla.

8. Consigliato dagli anni, Silio Italico si allontanò dalla città e si fermò in Campania.

9. Gli ambasciatori Quinto Titurio e Lucio Cotta, che avevano condotto le legioni nei territori dei Menapi, devastati tutti i campi di quelli, falciate le messi e incendiati gli edifici, tornarono da Cesare.

10. Annibale, combattuta questa battaglia, andò a Roma senza incontrare alcun ostacolo.

11. Con l'aiuto degli dei, vigilando noi, con il consenso del popolo Romano, saremo certamente liberi in breve tempo.

12. Cesare, lasciata un solido presidio da entrambe le parti del ponte, si diresse nei territori dei Sigambri.



:hi
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

.anonimus.

.anonimus. Tutor 43869 Punti

VIP
Registrati via email