jonk92
jonk92 - Erectus - 51 Punti
Rispondi Cita Salva
Cornelia Scipionis Africani,qui apud Zamam Carthaginiensium potentiam prostravit,filia fuit Sempronio Graccho,antiquae severitatis viro et magno erga plebem studio,nupsit. Post immaturum coniugis mortem,qui filiam et duos filios,Tiberium et Gaium,ei relinquerat,sola filios educavit.Olim Corneliae hospes erat Campana matura quae,dives et superba,armillas et gemmas,ornamenta sua,ei ostendit;mox Cornelia liberos gloriosae mulieri exhibuit et:" Haec-dixit-sunt ornamenta mea".Semper filiorum ambitiones sustinuit et post luctuosam eorum mortem,placide et sine lacrimis dictitabat:"Se ac vitam suam pro felicitate plebis devoverunt".
Pontic
Pontic - Sapiens Sapiens - 900 Punti
Rispondi Cita Salva
Cornelia fu figlia di Scipione l'Africano, che vinto Annibale presso Zama (prostravit) la potenza dei Cartaginesi e fu moglie di Sempronio Gracco, uomo di antica severità e di grande interesse verso la plebe. Dopo l'immatura morte del coniuge, dal quale (ebbe) una figlia e due figli. Lei educò in grembo i figli Tiberio e Gracco, che gli aveva lasciato, ornò le loro menti a tutte le discipline liberali e gli animi alle massime virtù. Avendo a quella la matrona Campana mostrato i braccialetti e le gemme e i suoi ornamenti, Cornelia presentò i figli alla gloriosa donna e : Queste cose - disse - sono i miei ornamenti" Tuttavia si mostrò con eccessiva superbia e durezza. Infatti eccitò l'ambizione dei figli e dopo la morte luttuosa (eotum), diceva tranquillamente e senza lacrime:" Offrirono loro stessi e la loro vita per la felicità della plebe".
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Max

Max Geek 692 Punti

VIP
Registrati via email