• Latino
  • cicerone condanna i catilinari

    closed post
marianna4
marianna4 - Ominide - 22 Punti
Salva
qualcono mi potrebbe tradurre questa versione : Video duas esse sententias, unam D. Silani, qui censet eos, qui hanc exitiosam coniurationem conati sunt, morte esse multandos, alteram C. Caesaris, qui mortis poenam removet at cetera acerba supplicia amplectitur. utriusque sententia in summa severitate versatur. Alter (= Silano) eos, qui nos necare et imperium populi Romani conati sunt, frui vita non putat oportere, atque temporum recordatur, quibus improbi cives hac poena puniti sunt. Alter (= Cesare) intellegit mortem ab dis inmortalibus non supplicii causa esse constitutam, sed naturae necessitatem esse; vincula vero sempiterna ad singularem (= eccezionale) poenam nefarii sceleris inventa esse.Praeterea coniuratorum bona publicari iubet, vitam solam nefariis hominibus relinquit. Decernatur, si placet.
valenihal
valenihal - Erectus - 98 Punti
Salva
ecco quà cè tuuta la versione tu prendi il pezzo che hai!
http://doc****/traduzione/latino/capitolo-4-iv-catilinaria.html
silmagister
silmagister - Genius - 25278 Punti
Salva
Video duas esse sententias, unam D. Silani, qui censet eos, qui hanc exitiosam coniurationem conati sunt, morte esse multandos, alteram C. Caesaris, qui mortis poenam removet at cetera acerba supplicia amplectitur. utriusque sententia in summa severitate versatur. Alter (= Silano) eos, qui nos necare et imperium populi Romani conati sunt, frui vita non putat oportere, atque temporum recordatur, quibus improbi cives hac poena puniti sunt. Alter (= Cesare) intellegit mortem ab dis inmortalibus non supplicii causa esse constitutam, sed naturae necessitatem esse; vincula vero sempiterna ad singularem (= eccezionale) poenam nefarii sceleris inventa esse.Praeterea coniuratorum bona publicari iubet, vitam solam nefariis hominibus relinquit. Decernatur, si placet.

vedo che ci sono due opinioni, una di Silano, che ritiene che coloro, che tentarono questa funesta ribellione, si debbano punire con la morte, l'altra di Cesare, che allontana la pena di morte e sostiene tutte le altre aspre pene. Il parere di entrambi consiste in una estrema severità. Uno dei due (Silano) non ritiene che sia necessario che godano della vita coloro, che hanno tentato di uccidere noi e il potere del popolo romano, e ricorda i tempi, in cui i cittadini malvagi furono puniti con questa pena. L'altro (Cesare) capisce la morte non è stata stabilita dagli dei immortali a scopo di pena, ma è una legge necessaria di natura; e inoltre che sono stati scoperti vincoli di prigione eterni per l'eccezionale pena di un nefasto delitto. Inoltre ordina che siano confiscati i beni dei congiurati, solo la vita lascia agli scellerati uomini. Si decida, se sembra giusto.

ciao marianna4 :hi
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

mc2

mc2 Genius 341 Punti

Comm. Leader
Registrati via email